Unbreakable - Il predestinato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Ci sono due motivi perché la guardo in questa maniera. Uno perché tra qualche minuto lei sarà ufficialmente l'unico superstite di quel treno, e due perché non si è fatto niente... neanche un graffio. »
(Il dottore rivolgendosi a David Dunn)
Unbreakable - Il predestinato
Unbreakable - Il predestinato.jpg
Scena dal film
Titolo originale Unbreakable
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 2000
Durata 106 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere thriller
Regia M. Night Shyamalan
Soggetto M. Night Shyamalan
Sceneggiatura M. Night Shyamalan
Produttore M. Night Shyamalan
Distribuzione (Italia) Buena Vista International Italia
Fotografia Eduardo Serra
Montaggio Dylan Tichenor
Musiche James Newton Howard
Scenografia Gretchen Rau
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Unbreakable - Il predestinato (Unbreakable) è un film del 2000 diretto da M. Night Shyamalan, con Bruce Willis e Samuel L. Jackson.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il treno su cui viaggiava David Dunn è deragliato. Nello spaventoso incidente sono morti tutti i passeggeri, solo David si è salvato, stranamente senza riportare alcuna ferita.

All'uscita del funerale collettivo delle oltre cento vittime, David trova sul parabrezza della sua auto un biglietto con scritto: «Quanti giorni della tua vita sei stato malato?».

Dopo una leggera curiosità iniziale e l'aver constatato che né lui, né le persone a lui vicine ricordassero un giorno in cui fosse stato malato, David decide di visitare l'indirizzo apposto sul biglietto: a quel civico è ubicato un particolare museo, che espone tavole originali e fumetti ricercati. Ad accoglierlo vi è il titolare, Elijah, un uomo di colore che deambula a fatica a causa di una malattia genetica, l'osteogenesis imperfecta, di cui soffre dalla nascita e che lo espone al rischio di continue fratture. Egli, a causa dei continui ricoveri ospedalieri, sin da bambino ha coltivato la passione per i fumetti che ora espone e vende nella galleria di cui è proprietario.

Elijah comunica a David di avere una teoria, che l'incidente del treno potrebbe confermare: a fronte di uno come lui così fragile da stare in piedi a fatica, deve esistere da qualche parte un altro uomo talmente forte da essere quasi indistruttibile, una sorta di supereroe, mandato sulla terra per difendere i più deboli.

Prese inizialmente le distanze da Elijah, David si lascerà via via coinvolgere dall'idea del gallerista, fino all'epilogo finale del tutto inaspettato.

Seguito[modifica | modifica sorgente]

M. Night Shyamalan ha annunciato che il terzo film della trilogia The Night Chronicles sarà il seguito di Unbreakable.

« Ho cannibalizzato l'idea del sequel di Unbreakable per una delle Night Chronicles. Era un'idea troppo bella per il villain, e inizialmente era nello script del film originale, ma era troppo. C'erano troppi villain, quindi ho tolto questo personaggio e mi sono detto "ci farò il secondo film". Poi ci ho lavorato sopra, e ho pensato che meritasse un film a sé. Mi limiterò a dire: il terzo film delle Night Chronicles sarà quello che doveva essere il sequel di Unbreakable. E ora per quel sequel dovrò trovare una nuova idea! »
(M. Night Shyamalan (3 settembre 2010)[1])

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Per fare in modo che gli attori seguissero lo stesso percorso emotivo dei personaggi, Shyamalan ha girato seguendo l'ordine delle scene sul copione[senza fonte], tecnica usata piuttosto raramente per le difficoltà che procura nella programmazione delle riprese e nel piano di lavorazione degli interpreti.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ 'Unbreakable 2' Story Was Repurposed For 'Night Chronicles,' Says M. Night Shyamalan, MTV.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema