Scipione Borghese (principe)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Scipione Borghese a sinistra durante il raid Pechino-Parigi

Scipione Borghese (Migliarino, 11 febbraio 1871Firenze, 15 marzo 1927) è stato un viaggiatore, pilota automobilistico e politico italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Il Principe Luigi Marcantonio Francesco Rodolfo Scipione Borghese X principe di Sulmona capo della storica famiglia Borghese è noto principalmente per aver partecipato, arrivando primo, al raid automobilistico Pechino-Parigi nel 1907.

Tuttavia, anche prima di quella impresa egli si era già conquistato una discreta fama internazionale come viaggiatore ed esploratore, oltre che come diplomatico e alpinista. Nel 1900 aveva compiuto un viaggio in Asia dal Golfo Persico al Pacifico, da cui trasse un libro In Asia: Siria Eufrate, Babilonia, edito nel 1902, che ebbe un buon successo. Successivamente compì anche un viaggio in cui attraversò la Cina, anche questo raccontato in un libro che ebbe successo. Risiedette per lo più presso proprietà di famiglia,sul Lago di Garda,in Toscana e a Roma .

Alto, dal fisico asciutto, era uomo di poche parole, aveva modi calmi e misurati, dotato di grande freddezza e dominio di sé.[senza fonte]

Fu deputato del Partito Radicale al parlamento dal 1904 al 1913, combatté valorosamente nella Prima guerra mondiale, e diede l'avvio a importanti opere di bonifica nell'Agro romano.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]