Samuel Wanjiru

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Samuel Wanjiru
Samuel Wanjiru2008 Summer Olympics2.jpg
Samuel Wanjiru a Pechino 2008.
Dati biografici
Nome Samuel Kamau Wanjiru
Nazionalità Kenya Kenya
Altezza 163 cm
Peso 51 kg
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Fondo
Record
1 500 m 3'50"28 (2003)
5 000 m 13'12"40 (2005)
10 000 m 26'41"75 (2005)
15 km 41'29" (2007)
20 km 55'31" (2007)
Mezza maratona 58'33" (2007)
Maratona 2h05'10" (2009)
Società Toyota Kyushu
Carriera
Nazionale
2007-2008 Kenya Kenya
Palmarès
Giochi olimpici 1 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Samuel Kamau Wanjiru (Nyahururu, 10 novembre 1986Nyahururu, 15 maggio 2011) è stato un atleta keniota specializzato nel fondo e campione olimpico di maratona ai Giochi olimpici di Pechino 2008 con il tempo di 2 ore, 6 minuti e 32 secondi, nuovo record olimpico. Il suo primato personale è invece di 2 ore, 5 minuti e 10 secondi stabilito a Londra nel 2009. È stato anche detentore dei record mondiali dei 15 km (insieme al connazionale Felix Limo), dei 20 km e della mezza maratona.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Wanjiru inizia a correre a 15 anni. Nel 2002 si trasferisce a Sendai in Giappone, dove frequenta la Sendai Ikuei Gakuen High School, diplomandosi nel 2005. Dopo il diploma si unisce al gruppo atletico Toyota di Kyushu dove viene allenato da Koichi Morishita, medaglia d'argento della maratona ai Giochi olimpici di Barcellona 1992.[1]

Samuel Wanjiru durante una mezza maratona nel 2007.

L'11 settembre 2005, a soli 18 anni, stabilisce il nuovo record del mondo nella mezza maratona di Rotterdam con il tempo di 59'16", abbassando di un secondo il vecchio record di Paul Tergat. Due settimane prima aveva anche fissato con 26'41" il nuovo record mondiale juniores dei 10000 metri piani al Memorial Van Damme, meeting valido per la IAAF Golden League.

Il 15 gennaio 2006 Haile Gebrselassie batté il record di Wanjiru sulla mezza maratona, ma l'atleta keniota se lo riprese un anno dopo alla mezza maratona di Ras al-Khaima con 58'53" abbassandolo poi sino a 58'33" il 17 marzo 2007 a L'Aia.

Wanjiru ha fatto il suo debutto nella maratona di Fukuoka il 12 dicembre 2007, vincendola con l'impressionante tempo di 2h06'39".[2] Alla maratona di Londra 2008 ha abbattuto per la prima volta il muro delle 2h06' arrivando però secondo. Il suo successo più importante è stato la medaglia d'oro nella maratona dei Giochi olimpici di Pechino 2008 col primato olimpico di 2 ore 06 minuti 32 secondi. Il 26 aprile 2009 Wanjiru conferma la sua classe vincendo la maratona di Londra in 2h05'10", record della gara londinese.

Il 30 dicembre 2010 viene arrestato con l'accusa di minacce di morte alla moglie, detenzione illegale di un AK-47 e resistenza a pubblico ufficiale, il tutto probabilmente in stato di ebbrezza.[3] Rilasciato sotto cauzione, non ha gareggiato in alcuna maratona invernale.

Il 15 maggio 2011 muore a Nyahururu, nella Rift Valley, in seguito ad una caduta dal balcone della sua casa, dovuta probabilmente ad una lite con la moglie.[4]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
2007 Mondiali di
corsa su strada
Italia Udine Individuale 51º 1h03'31"
2008 Giochi olimpici Cina Pechino Maratona Oro Oro 2h06'32" Record olimpico

Coppe e meeting internazionali[modifica | modifica wikitesto]

2007
2008
2009
2010

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Olympics: Wanjiru aims for Beijing gold, Daily Nation, 19 luglio 2008.
  2. ^ (EN) 2:06:39 debut victory for Wanjiru in Fukuoka, IAAF.org, 2 dicembre 2007. URL consultato il 2 dicembre 2012.
  3. ^ Punta il mitra sulla moglie. Arrestato keniano Wanjiru, Gazzetta.it, 30 dicembre 2010. URL consultato il 31 dicembre 2010.
  4. ^ Addio al maratoneta Wanjiru, Suicidio o tragica fatalità?, Gazzetta.it, 16 maggio 2011. URL consultato il 16 maggio 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]