Rocky Elsom

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rocky Elsom
Dati biografici
Nome Rocky Dan Elsom
Paese Australia Australia
Altezza 197 cm
Peso 112 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Seconda linea
Squadra 600px Verde.png Randwick
Franchigia Waratahs Waratahs SANZAR
Carriera
Anni Squadre G M Tr CP D
Giocatore di club
2003- 600px Verde.png Randwick
2003-08 Waratahs Waratahs 66 10 0 0 0
2008-09 Leinster Leinster 12 4 0 0 0
2010-11 Brumbies Brumbies 14 3 0 0 0
2012- Waratahs Waratahs 0 0 0 0 0
Giocatore internazionale
2005 Australia Australia 75 14 0 0 0
Le statistiche di club sono relative ai soli campionati di Lega
Palmarès internazionale
3º posto RugbyWorldCup.svg Coppa del Mondo 2011
Statistiche aggiornate all'11 gennaio 2012

Rocky Dan Elsom (Melbourne, 14 febbraio 1983) è un rugbista a 15 australiano, che milita come seconda e, talora, terza linea, negli Waratahs.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nativo di Melbourne, crebbe nel Queensland, a Brisbane, dove iniziò la pratica rugbistica; inizialmente professionista nel XIII nelle file dei Canterbury Bulldogs, a 20 fu convinto dall'allenatore Bob Dwyer a cambiare al XV[1].

Passato nella squadra di club del Randwick di Sydney, fu ascritto alla squadra provinciale del Nuovo Galles del Sud e alla franchise in Super 12 dei Waratahs nel 2003; nello stesso anno fu il vice-capitano della Nazionale giovanile che prese parte alla Coppa del Mondo di categoria.

L'anno successivo giunse alla finale di Super 12 contro i neozelandesi Crusaders, e si mise in luce per gli Wallabies, con i quali esordì poi nel giugno del 2005 in un test contro Samoa.

In occasione della sua 50ª partita nel Super 12 (2007) Rocky Elsom scese in campo da capitano, contro gli Highlanders[2].

Nello stesso anno prese parte alla Coppa del Mondo di rugby 2007 in Francia, dove l'Australia fu eliminata ai quarti di finale dall'Inghilterra; un anno più tardi fu ingaggiato in Europa in Celtic League nelle file del Leinster, franchise di Dublino, con cui si laureò campione d'Europa nel 2009 e guadagnandosi il titolo di Man of the Match in occasione della finale di Heineken Cup contro gli inglesi del Leicester[3], dopo essere già stato nominato Giocatore dell'anno dello stesso club[3]; una settimana dopo la vittoria europea, quando già aveva manifestato la sua intenzione di tornare in patria per avere più possibilità di mettersi in luce per la Nazionale, fu anche invitato dai Barbarians per il loro rituale incontro con la Nazionale inglese[3].

Tornato in Australia nei Brumbies di Canberra divenne capitano della Nazionale[1]. Dal 2012 è sotto contratto di nuovo per i Waratahs[4].

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Bret Harris, Rocky Elsom an option at number eight, 14 aprile 2010. URL consultato il 16-5-2010.
  2. ^ (EN) NSW Captaincy Records - All Time & Super Rugby. URL consultato il 17-5-2010.
  3. ^ a b c (EN) Blow for Leinster as Rocky Elsom returns to Australia in The Guardian, 28 maggio 2009. URL consultato il 16-5-2010.
  4. ^ (EN) Bret Harris, Rocky Elsom signs up for NSW Waratahs return in The Australian, 8 settembre 2011. URL consultato l'11-1-2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]