Provincia di Palawan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Palawan
provincia
Palawan – Stemma
Dati amministrativi
Stato Filippine Filippine
Regione Visayas Occidentale
Capoluogo Puerto Princesa
Governatore Mario Joel T. Reyes
Territorio
Coordinate
del capoluogo
9°44′21″N 118°44′07″E / 9.739167°N 118.735278°E9.739167; 118.735278 (Palawan)Coordinate: 9°44′21″N 118°44′07″E / 9.739167°N 118.735278°E9.739167; 118.735278 (Palawan)
Superficie 14 896,3 km²
Abitanti 682 152[1] (2007)
Densità 45,79 ab./km²
Municipalità 1 città altamente urbanizzata, 23 municipalità
Baranggay 432
Altre informazioni
Lingue Tagalog, Hiligaynon, Tausug, Batak, Tagbanwa, altre
Fuso orario UTC+8
Rappresentanza parlamentare 2 deputati
Localizzazione

Palawan – Localizzazione

Sito istituzionale

Palawan è un'isola ed una provincia delle Filippine. Il capoluogo della provincia è la città di Puerto Princesa.

È la più grande provincia filippina e si estende da nord-est a sud-ovest tra Mindoro e il Borneo compresa tra il Mar Cinese Meridionale a nord e il Mare di Sulu a sud.

È un coacervo di differenti gruppi culturali ed etnici (ne sono stati censiti 87) ed ha un immenso patrimonio naturalistico che è anche la base della sua sussitenza, sempre più legata al turismo.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

La Provincia di Palawan occupa circa 1.800 piccole isole e isolotti. I principali gruppi sono:

Isola di Palawan[modifica | modifica sorgente]

L'isola di Palawan, chiamata Pulaoan da Magellano che la raggiunse nel 1521, è di gran lunga la più estesa delle isole che compongono la provincia omonima con i suoi 11.785 km² distribuiti su una lunghezza di 434 km e una larghezza variabile che non supera i 39 km. Oltre alle centinaia di chilometri di spiagge, equamente divise tra il lato nord-occidentale sul Mar Cinese Meridionale e il lato sud-orientale rivolto sul Mare di Sulu, l'entroterra è caratterizzato da un paesaggio collinare e montuoso, con rilievi anche importanti tra i quali spicca a sud il monte Mantalingajan (2.085 m s.l.m.).

Palawan, inoltre, è sede di ben due siti dichiarati Patrimonio dell'umanità dall'UNESCO per il loro valore naturalistico: il parco marino del Tubbataha Reef con i suoi atolli corallini (dal 1993), e il Parco nazionale del fiume sotterraneo Puerto-Princesa (dal 2000).

Suddivisioni amministrative[modifica | modifica sorgente]

La provincia di Palawan comprende una città indipendente e 23 municipalità.

Città[modifica | modifica sorgente]

Municipalità[modifica | modifica sorgente]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Palawan ha fatto parte della regione del Southern Tagalog fin quando la stessa è stata divisa in due nel 2002 e Palawan è entrata a far parte di una nuova regione denominata MIMAROPA.

In precedenza (2001) gli abitanti di Palawan avevano espresso voto contrario all'adesione alla Regione Autonoma nel Mindanao Musulmano.

Nel 2005, per atto presidenziale[2], la provincia di Palawan è stata annessa alla regione di Visayas Occidentale e non fa più parte della regione MIMAROPA (che persa Palawan è stata rinominata MIMARO). Questo trasferimento avvenuto senza ottenere un consenso popolare attraverso un voto, ha fatto sollevare eccezioni che hanno portato ad emettere un nuovo decreto presidenziale[3] che, in attesa di un pronunciamento definitivo, sospende il primo provvedimento di trasferimento. Non è dunque sbagliato considerare questa provincia ancora appartenente alla regione di MIMAROPA, almeno fino a quando il trasferimento risulti pendente. È da sottolineare però che nell'attuale ordinamento le regioni hanno un significato solo organizzativo e che nel 2006 è stata varata una nuova suddivisione delle province in "super-regioni"[4] designate sulla base di una omogeneità di carattere principalmente economico e poi geografico (in questa suddivisione Palawan è nella super-regione delle Filippine Centrali, caratterizzate dalla spiccata vocazione turistica) che tende nuovamente a riunire Palawan e Visayas Occidentale. Ma la situazione è in continua evoluzione per cui potrebbero venire annesse a questa nuova super-regione (o mega-regione), tra le altre, proprio le province dell'attuale MIMARO.

Demografia[modifica | modifica sorgente]

La provincia di Palawan è la più grande per estensione territoriale (14.896,3 km²), ma non tra le più popolate (682.152 abitanti nel 2007), quindi con una densità inferiore ai 50 abitanti per km², è di fatto una delle meno densamente popolate. Considerando che nel capoluogo, Puerto Princesa, vivono circa 200.000 persone, la densità media nel resto della provincia è di circa 32 ab/km².

Etnie[modifica | modifica sorgente]

La relativa scarsità di popolazione si incrocia con una elevatissima diversità etnica, sono infatti circa 90 i diversi gruppi etnici che vivono sulle circa 2000 isole della regione.

Il gruppo etnico più numeroso è costituito dai Palaweños, gli antichi abitanti delle isole, con i relativi sottogruppi (Cuyunon, Agutayanon, e Molbog). Altro gruppo importante sono i Palawanon che erano il popolo indigeno dell'isola di Palawan, la maggior parte vive oggi sugli altopiani intorno a Brooke's Point. Un piccolo sottogruppo dei Palawanons sono i Tau't Batu o Taw Batu (che nella lingua locale significa popolo delle rocce). Questi occupano il bacino di Singnapan, una depressione che si trova nella municipalità di Quezon, nel sud-ovest di Palawan, delimitata a est dal Monte Mantalingajan a e ovest dalla costa. Altri gruppi minoritari, ma di una certa importanza sono i Tagbanua che vivono nelle zone costiere al centro di Palawan, nella zona nord dell'isola e nelle isole Calamian, ed i Batak (in lingua Cuyonon gente di montagna) che vivono nella zona nord-est di Palawan.

Lingue[modifica | modifica sorgente]

Nella regione sono parlate un gran numero di lingue che si affiancano alla lingua nazionale, Tagalog, parlata dal 28% della popolazione locale. Fra queste le principali sono:[5]

Economia[modifica | modifica sorgente]

Unbahay kubo, tipica capanna in bambù su una spiaggia di Palawan

La ricchezza naturalistica e paesaggistica è tale da poter permettere a Palawan di poter vivere dello sfruttamento delle risorse turistiche. In parte però questo territorio deve superare una sorta di isolamento storico che tuttora non gli permette uno sviluppo adeguato, in parte il grande patrimonio di cui dispone è prezioso quanto fragile e necessita di una particolare salvaguardia e quindi di sostegni economici. Per questi motivi sono allo studio forme di ecoturismo che permettano lo sviluppo del settore e al tempo stesso assicurino il rispetto e la valorizzazione dell'ambiente.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Dati ufficiali del censimento al 1 agosto 2007. URL consultato il 22 settembre 2008.
  2. ^ Presidente delle Filippine, Executive Order No. 429, Office of the Press Secretary, 23 maggio, 2005.
  3. ^ Presidente delle Filippine, Administrative Order No. 129, Office of the Press Secretary, 19 agosto, 2005.
  4. ^ Presidente delle Filippine, Executive Order No. 561, Office of the Press Secretary, 19 agosto, 2006.
  5. ^ Languages of Philippines, 10 settembre 2009.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Filippine Portale Filippine: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Filippine