Otto Rahn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Otto Rahn (Michelstadt, 18 febbraio 1904Söll, 13 marzo 1939) è stato uno storico e militare tedesco, fu un ricercatore specializzato nella storia medievale e un ufficiale delle SS.

Il ricercatore Otto Rahn

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fin dalla giovinezza si interessò alla ricerca del Santo Graal, ritenendo che i Catari lo avessero conservato a Montsegur, l'ultima fortezza Catara a cadere in mano all'Inquisizione durante la crociata albigese. Nel 1929 fece varie ricerche archeologiche in Provenza e Linguadoca dove supponeva fosse ambientata la leggenda di Parsifal, che credeva essere collegata alla storia dei Catari.

Dopo la pubblicazione del suo primo libro, Crociata contro il Graal, destò l'attenzione di Heinrich Himmler, la mente delle SS, da sempre ossessionato dall'occulto e dalla ricerca di improbabili reliquie della tradizione biblica o paleocristiana. Rahn, insieme al proprio staff, nel 1936 entrò a far parte delle SS col grado di Unterscharführer, arrivando a credersi un moderno Cavaliere Templare. La disillusione avvenne in tempi brevi: le prime persecuzioni anti ebraiche lo segnarono profondamente (a differenza degli altri aderenti alle SS non presentò mai un certificato attestante le sue ascendenze ariane, in quanto di lontane origini ebraiche da parte di madre) e nel 1937, accusato di essere omosessuale, fu degradato e trasferito al servizio di guardia del campo di concentramento di Dachau. Si dimise dalle SS l'anno seguente.

Il 13 marzo 1939, in circostanze mai chiarite, fu trovato morto congelato sul fianco di una montagna vicino a Söll, nel Tirolo austriaco. Secondo la versione ufficiale, la causa della morte fu il suicidio per ipotermia.

Otto Rahn è stato una delle fonti di ispirazione per due film della serie Indiana Jones: l'idea dei nazisti alla ricerca dell'Arca dell'Alleanza e del Santo Graal è stata sviluppata sulla vita di questo archeologo e ricercatore tedesco.

Otto Rahn è stato oggetto di molte dicerie, comprese quelle di una sua morte simulata, ma tutte queste voci sono sempre state dichiarate dei falsi. Sulla sua figura si basano i romanzi Gli orfani del male di Nicolas D'Estienne D'Orves e Il segreto della sesta chiave di Adriana Koulias.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Kreuzzug gegen den Gral. Die Geschichte der Albigenser (Broschiert) (in German), 1934, ISBN 3934291279; ISBN 978-3934291270. (Tr. italiana: Crociata contro il Gral, SEB)
  • Luzifers Hofgesind, eine Reise zu den guten Geistern Europas, 1937, ISBN 3934291198; ISBN 978-3934291195.(Tr. italiana: Alla Corte di Lucifero. I Catari guardiani del Graal, SEB, 2002)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mario Baudino, Il Mito che uccide. Dai Catari al Nazismo. L’avventura di Otto Rahn, l’uomo che cercava il Graal e incontrò Hitler, Longanesi & C, Milano, 2004
  • Marco Zagni, Archeologi di Himmler, Ritter, Milano, 2004
  • Hans-Jurgen Lange, Otto Rahn e la ricerca del Graal, Settimo Sigillo, 2009

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 49230479 LCCN: n90631589