Mento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Mento (disambigua).

Il mento è la parte inferiore del volto, che si trova al di sotto del labbro inferiore e corrispondente alla parte mediana della mandibola. Se prominente, smussato, spigoloso o doppio, può richiedere l'intervento chirurgico per donare armonia al viso.

il mento

Mento prominente[modifica | modifica wikitesto]

Si utilizza la mentoplastica riduttiva per modificare il prognatismo. Si effettua per via intraorale, tramite un'incisione nella parte inferiore della gengiva, non troppo vicino ai denti. Una volta raggiunta la membrana che riveste l'osso, la si scolla per agganciare la superficie dell'osso e rimuovere la protuberanza. Se si rileva ipertonicità muscolare si può asportare con il laser piccole porzioni.

Mento sfuggente[modifica | modifica wikitesto]

SI tratta del problema opposto al prognatismo e quindi per risolvere la mancanza causata dal ridotto sviluppo osseomuscolare si ricorre alla mentoplastica additiva. Si inserisce una protesi per via intraorale attraverso un'incisione laser sulla mucosa interna del labbro inferiore.

Doppiomento[modifica | modifica wikitesto]

È un problema non solo delle persone anziane o in sovrappeso ed il grasso che "deforma" il mento va ben oltre il fatto estetico, essendo anche un ostacolo alla respirazione. Si utilizzano due tecniche: la lipoaspirazione localizzata, se vi è solo grasso in eccesso, oppure il lifting muscolo-cutaneo del collo nel caso di cute flaccida e cordoni orizzontali e verticali.
L'obiettivo è di tirare il muscolo situato nella zona antero-laterale del collo e di risollevare la cute in superficie, asportandone quella in eccesso.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

La barba anticamente era definita "onor del mento".

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]