Maria Anna del Palatinato-Neuburg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maria Anna Wittelsbach-Neuburg
Maria Anna Wittelsbach-Neuburg
Maria Anna di Neuburg ritratta da Robert Gabriel Gence.
Regina consorte di Spagna
Stemma
In carica 1689 - 1700
Predecessore Maria Luisa d'Orléans
Successore Maria Luisa di Savoia
Nome completo Maria Anna Adelheid von der Pfalz-Neuburg
Nascita Düsseldorf , 28 ottobre 1667
Morte Guadalajara, 16 luglio 1740
Luogo di sepoltura Monastero dell'Escorial, Madrid
Casa reale Wittelsbach
Padre Filippo Guglielmo di Neuburg, elettore palatino
Madre Elisabetta Amalia d'Assia-Darmstadt
Consorte Carlo II di Spagna

Contessa palatina Maria Anna di Neuburg (in spagnolo: Mariana de Neoburgo; in tedesco: Maria Anna von der Pfalz-Neuburg; Düsseldorf, 28 ottobre 1667Guadalajara, 16 luglio 1740) era figlia di Filippo Guglielmo del Palatinato e della seconda moglie Elisabetta Amalia d'Assia-Darmstadt.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Sposò il 14 maggio 1690 a Valladolid nel monastero di San Diego[1] Carlo II di Spagna, re di Spagna dal 1665 e vedovo nel 1689 della prima moglie Maria Luisa di Borbone-Orléans dalla quale non aveva avuto figli. L'esigenza di aver presto un erede al trono spinse il re a contrarre un secondo matrimonio e la scelta cadde sulla giovane palatina appartenente alla fertile famiglia Wittelsbach

Essendo Carlo cagionevole di salute e privo di abilità politica[2], Maria Anna cercò di assumere il ruolo di consigliera del marito e di fatto influenzò molto le sue scelte[3]. A sua volta la regina si trovava sotto l'influenza del suo confessore, il monaco tirolese Gabriel Pontifiser[4].

Contro Luigi XIV di Francia la Spagna, l'anno prima del matrimonio, si era alleata con l'impero venendo a far parte della Lega di Augusta. Nel 1697 il trattato di Ryswick pose fine alle ostilità[3].

Neanche Maria Anna riuscì a dare figli al marito né probabilmente a consumare il matrimonio[2]. La salute cagionevole di Carlo, che morì a 39 anni dopo un colpo apoplettico, era forse dovuta all'usanza tipica degli Asburgo di celebrare matrimoni tra consanguinei[2]. Alla morte di Carlo senza eredi scoppiò la guerra di successione spagnola.

Maria Anna, da vedova, si ritirò a Bayonne, dove restò tutta la vita. Morì nel 1740 e trovò sepoltura presso l'Escorial[1].

Ascendenza[modifica | modifica sorgente]

Maria Anna del Palatinato-Neuburg Padre:
Filippo Guglielmo del Palatinato
Nonno paterno:
Wolfgang Guglielmo del Palatinato-Neuburg
Bisnonno paterno:
Filippo Luigi del Palatinato-Neuburg
Trisnonno paterno:
Wolfgang del Palatinato-Zweibrücken
Trisnonna paterna:
Anna d'Assia
Bisnonna paterna:
Anna di Jülich-Kleve-Berg
Trisnonno paterno:
Guglielmo di Jülich-Kleve-Berg
Trisnonna paterna:
Maria d'Austria
Nonna paterna:
Maddalena di Baviera
Bisnonno paterno:
Guglielmo V di Baviera
Trisnonno paterno:
Alberto V di Baviera
Trisnonna paterna:
Anna d'Austria
Bisnonna paterna:
Renata di Lorena
Trisnonno paterno:
Francesco I di Lorena
Trisnonna paterna:
Cristina di Danimarca
Madre:
Elisabetta Amalia d'Assia-Darmstadt
Nonno materno:
Giorgio II d'Assia-Darmstadt
Bisnonno materno:
Luigi V d'Assia-Darmstadt
Trisnonno materno:
Giorgio I d'Assia-Darmstadt
Trisnonna materna:
Maddalena di Lippe
Bisnonna materna:
Maddalena di Brandeburgo
Trisnonno materno:
Giovanni Giorgio di Brandeburgo
Trisnonna materna:
Elisabetta di Anhalt-Zerbst
Nonna materna:
Sofia Eleonora di Sassonia
Bisnonno materno:
Giovanni Giorgio I di Sassonia
Trisnonno materno:
Cristiano I di Sassonia
Trisnonna materna:
Sofia di Brandeburgo
Bisnonna materna:
Maddalena Sibilla di Hohenzollern
Trisnonno materno:
Alberto Federico di Prussia
Trisnonna materna:
Maria Eleonora di Jülich-Kleve-Berg

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Wittelsbach 4
  2. ^ a b c http://www.xs4all.nl/~kvenjb/madmonarchs/carlos2/carlos2_bio.htm
  3. ^ a b Carlo Emanuele II
  4. ^ Incontri reali - da Masaccio a Pietro Longhi

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 200923280 LCCN: no2001065360