Marc Abraham

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marc Abraham

Marc Abraham (...) è un produttore cinematografico statunitense. È inoltre presidente della compagnia di produzione Strike Entertainment, da lui fondata nel 2002, socia della Universal Pictures.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Precedentemente è stato uno dei co-fondatori della Beacon Communications, una compagnia di produzione e finanziamento nata nel 1990.

Abraham ha portato sul grande schermo Flash of Genius, distribuito dalla Universal Pictures nel 2008, che segnò il suo debutto come regista e vedeva Greg Kinnear e Lauren Graham come parte del cast.[1] Basata su una storia vera, questa favola di rivincita e riscatto racconta la vicenda di un inventore di poca importanza che si accolla la produzione d'auto di Detroit. Inoltre, sempre per la Universal Pictures, Abraham sta producendo Trouble is My Business(i problemi sono il mio lavoro), un adattamento del classico noir di Raymond Chandler, con Clive Owen.[2] Ha prodotto il remake di La Cosa[3] per la Strike Entertainment con Eric Newman[4].

Beacon Communications[modifica | modifica wikitesto]

Durante i primi anni, la Beacon Communications produsse film di successo come The Commintments (?commitments=impegni?) che fu nominato al Golden Globe nel 1992 per la miglior fotografia[5] e vinse anche quattro BAFTA; oltre al film di Keith Gordon A Midnight Clear, con Ethan Hawke. In collaborazione con la Turner Pictures, Abraham fu il produttore esecutivo del film di David Mamet A Life in the Theatre. La Beacon produsse anche Scacco al re nero, con Wesley Snipes, Princess Caraboo, con Phoebe Cates e Kevin Kline, The Road to Wellville, diretto da Alan Parker e con Anthony Hopkins, e Il Club delle Baby-Sitter, basato su una serie letteraria di grande successo.

Inizio Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Abraham iniziò la sua carriera come copywriter per la Young & Rubicam a New York dopo essersi laureato alla University of Virginia. Lasciò il mondo della pubblicità per dedicarsi a tempo pieno allo scrivere e lavorò come giornalista sportivo freelance per molti quotidiani e magazines. Scrisse anche due libri sulle Olimpiadi per la Universal Press.

L'ingresso nel mondo della cinematografia avvenne con il documentario Playing to Win(giocare per vincere), uno sguardo dall'interno al sistema sportivo cubano. Scrisse svariate scenografie per studi e reti televisive, compresa la 20th Century Fox, la Warner Bros. e la CBS. Scrisse anche per le celebri serie 21 Jump Street e Moonlighting.

Premi e Associazioni[modifica | modifica wikitesto]

Abraham è membro dell'Associazione degli Scrittori, di quella dei Produttori, e del consiglio del Virginia Film Festival e di quello del Violence Policy Center. è stato insignito dello Spirit of Chrysalis Award, che gli ha riconosciuto il notevole impegno nel cambiare le altrui vite attraverso vari lavori, e nell'aiutare migliaia di svantaggiati e senzatetto, sia individui che famiglie, a Los Angeles.[6]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Kinnear, Graham get 'Flash of Genius' - Entertainment News, Film News, Media - Variety
  2. ^ Frank Miller takes on 'Trouble' - Entertainment News, Film News, Media - Variety
  3. ^ Producers Talk Attraction to The Thing Prequel
  4. ^ Strike Entertainment Producers Call Making 'The Thing' "Irresistible"
  5. ^ HFPA - Awards Search
  6. ^ Chrysalis Award fete Abraham, Shepherd - Entertainment News, Other News, Media - Variety

Controllo di autorità VIAF: 78848051

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]