Slither (film 2006)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Slither
SlitherGrant.jpg
Grant dopo il contagio
Titolo originale Slither
Paese di produzione USA, Canada
Anno 2006
Durata 95 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere orrore, fantascienza, commedia nera
Regia James Gunn
Sceneggiatura James Gunn
Fotografia Gregory Middleton
Montaggio John Axelrad
Musiche Tyler Bates
Scenografia Andrew Neskoromny
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Slither (noto in Italia anche come Slither - Una fame da paura) è un film horror del 2006 scritto e diretto da James Gunn e prodotto dalla Universal Pictures.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una piccola meteora contenente un viscido parassita alieno si schianta nei dintorni della città di Wheelsy. Mentre amoreggia con l'amante Brenda, Grant Grant, il ricco uomo d'affari della città, incappa nell'organismo che gli spara un pungiglione nel petto. Il pungiglione si infiltra nel corpo e poi nel cervello di Grant, così il parassita prende possesso del suo corpo mantenendo però la personalità e memoria di Grant. Con l'alieno che gli comanda il corpo, Grant inizia a tramutarsi in un orribile mostro tentacolare.

Nei giorni seguenti, nessuno sospetta che Grant è dietro a una macabra serie di uccisione di animali domestici, tranne la moglie Starla che nota i disgustosi cambiamenti fisici del marito. Grant evita gli appuntamenti medici e le mente per mantenere nel buio i suoi terrificanti segreti. Vista la distanza che Grant rivolge alla compagna, lo sceriffo Bill Pardy (ex-cotta dell'infanzia di Starla) la conforta senza liberare i suoi veri sentimenti.

Intanto Grant infetta con i suoi due tentacoli dentati Brenda, poi le fa mangiare un'enorme quantità di carne all'interno di un fienile isolato. Pardy organizza un gruppo per individuare e uccidere Grant, ma quest'ultimo li attira in una trappola al fienile dove Brenda (diventata disumanamente obesa) scoppia liberando una miriade di lumache aliene. Questi parassiti striscianti entrano nella bocca della maggior parte del gruppo di Pardy, venendo tramutati in esseri simili a zombie che sputano una bava corrosiva. Stranamente, gli infetti vogliono Starla e le parlano come se fossero Grant.

In breve tempo, il resto della cittadina viene infetto dalle lumache aliene diventando zombie che sono controllati telepaticamente da Grant, che intende infettare tutto il resto del mondo per poi unificarsi in un unico organismo che si espanderà su tutto il globo. L'inconscio del mostro però è manomesso dalla memoria e affetto per Starla di Grant. Pardy, Starla e l'imbranato sindaco MacReady cercano di resistere agli zombie e a eliminare Grant. I cittadini-zombie fermano il loro veicolo e catturano Starla, portandola da Grant.

I sopravvissuti, Pardy e Kylie, una ragazza sfuggita al massacro, osservano gli zombi mentre si uniscono a Grant fondendosi in un unico grande mostro. Starla tranquillizza il mostro chiamandolo "Grant" e assicurandogli che si sarebbe tutto sistemato. Ma quando la ragazza è vicina, infilza il manico del suo specchietto nel collo di Grant, che si infuria sbattendola a terra con un tentacolo. Pardy e Kylie arrivano e provano a uccidere Grant con una granata ma Grant getta la granata in una piscina e tira un divano su Kylie. Grant manda poi i suoi due tentacoli acuminati a infettare Pardy nello stesso modo in cui ha fatto con Brenda, ma Pardy attacca un tentacolo a una bombola riempiendo Grant con del gas, poi Starla gli spara facendo esplodere il mostro.

Con la morte di Grant, gli zombie cadono a terra senza vita, mentre Starla e Kylie si recano verso l'ospedale per far curare le ferite di Pardy alle prime luci del giorno.

In una scena dopo i titoli di coda, un gatto inceppa sul cervello pulsante di Grant che gli spara addosso il parassita...

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2007 - Saturn Award
    • Miglior trucco
    • Nomination Miglior film horror

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]