Lucanidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lucanidi
Reitter lucanus cervus.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Endopterygota
Superordine Oligoneoptera
Sezione Coleopteroidea
Ordine Coleoptera
Sottordine Polyphaga
Infraordine Scarabaeiformia
Superfamiglia Scarabaeoidea
Famiglia Lucanidae
Latreille, 1804
Sottofamiglie

I Lucanidi (Lucanidae Latreille, 1804) sono una famiglia di Coleotteri lamellicorni diffusa in tutto il mondo con oltre 1200 specie.

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

Adulto[modifica | modifica wikitesto]

I Lucanidi sono caratterizzati da antenne genicolate, cioè con uno scapo molto allungato e un funicolo che si piega "a ginocchio" rispetto allo scapo. Le antenne presentano poi una clava lamellata (come tutti gli Scarabaeoidea) di 3-7 articoli.
I Lucanidi sono noti a tutti per aver mandibole estremamente sviluppate, soprattutto nei maschi. Gli esemplari maggiori della sottofamiglia Lucaninae presentano inoltre uno sviluppo delle mandibole non proporzionale alla loro taglia, ma allometrico, così che i maschi minori si discostano poco dalle femmine, mentre i maggiori hanno mandibole che possono arrivare a occupare la metà della lunghezza totale dell'insetto.
Alcune gruppi più primitivi hanno mandibole pressoché normali, mentre altre tribù (Synodendronini) hanno sviluppato delle corna cefaliche come quelle degli Scarabeidi Dinastini o Coprini.

Larva[modifica | modifica wikitesto]

Le larve dei lucanidi sono di tipo melolontoide, cioè a forma di "C", con capo sclerificato e zampe sviluppate sclerificate. Si differenziano da quelle degli scarabeidi per l'assenza di pieghe addominali.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

I Lucanidi sono concentrati specialmente in Africa e in Asia orientale e solo poche specie risiedono in Sud America, dove la famiglia è in gran parte sostituita dai Passalidi. La maggioranza delle specie (85%) risiede nella fascia intertropicale.

Sistematica[modifica | modifica wikitesto]

Come tutti i gruppi di grande interesse collezionistico, i Lucanidae sono stati suddivisi in svariati modi a secondo degli autori, che li hanno i divisi in un numero di sottofamiglie variabile da 7 (Parry, 1864) a 10 (Didier & Séguy, 1953). Qui viene adottata la sistematica operata dal Prof. Mario Franciscolo nel suo Volume della Fauna d'Italia:

Specie italiane[modifica | modifica wikitesto]

L'Italia, come tutte le regioni temperate, presenta una fauna estremamente povera di Lucanidi, comprendendo soltanto 6 generi 9 specie.

Galleria di specie italiane[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Michael Chinery, Guida degli insetti d'Europa. Atlante illustrato a colori, 3a ed. Mulazzo (MS), Franco Muzzio Editore, 2004. ISBN 978-88-7413-114-3.
  • Mario E. Franciscolo, Lucanidae, Bologna, Calderini, 1997. ISBN 978-88-8219-017-0.
  • Andrea Mangoni, Coleotteri. Guida all'allevamento di scarabeidi e lucanidi, Milano, Edizioni Wild, 2006. ISBN 978-88-901587-7-3.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi