Chrysomelidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Crisomelidi
Colorado potato beetle.jpg
Dorifora della patata
Leptinotarsa decemlineata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Endopterygota
Superordine Oligoneoptera
Sezione Coleopteroidea
Ordine Coleoptera
Sottordine Polyphaga
Infraordine Cucujiformia
Superfamiglia Chrysomeloidea
Famiglia Chrysomelidae
Latreille, 1802
Sottofamiglie

vedi testo

I Crisomelidi (Chrysomelidae Latreille, 1802) sono una famiglia di insetti dell'ordine dei Coleotteri, comprendente circa trentacinquemila specie.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Generalmente sono vivacemente colorati, con il corpo liscio e le antenne relativamente corte. La parte più colorata sono, senza dubbio, le elitre, la cui colorazione varia a seconda della specie. Lunghezza da pochi millimetri fino a 3 centimetri.[senza fonte]

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Sono insetti prevalentemente fitofagi, sia durante lo stadio larvale che da adulti: le larve prediligono le foglie o altri tessuti vegetali ricchi in clorofilla; gli adulti si nutrono anche di fiori, germogli e polline. Sono note anche larve che si nutrono di radici (rizofaghe), larve galligene e larve fillominatrici. Le larve di alcune specie di Clytrini (p.es. Lachnaia italica), sono mirmecofile e si nutrono di uova e cadaveri di formiche oltre che di detriti presenti nei formicai[1][2].

Famosa è la dorifora della patata (Leptinotarsa decemlineata) dannosa per le patate, e non solo, e diffusa in buona parte del mondo.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Sono diffusi su tutto il globo.[senza fonte]

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia Chrysomelidae comprende dodici sottofamiglie:[3]

Chrysolina americana su una pianta di lavanda

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Regalin R., Bezdek J., Penati F. & Ciapponi L., Catalogo topografico commentato dei Crisomelidi (Insecta, Coleoptera, Chrysomelidae) della provincia di Sondrio (Lombardia, Italia settentrionale) in Il Naturalista Valtellinese, vol. 17, 2007, pp. 11-131.
  2. ^ Montagna M., Osservazioni sui Crisomelidi delle Riserve Naturali “Agoraie di Sopra e Moggetto (Liguria, Genova) e “Guadine Pradaccio” (Emilia-Romagna, Parma) (Coleoptera, Chrysomelidae) in Bollettino dell'Associazione Romana di Entomologia, vol. 64, 1-4, 2009, pp. 163-181.
  3. ^ Leaf beetles - Chrysomelidae Latreille, 1802. URL consultato il 30 ottobre 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi