Dynastinae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Dynastinae
Kabutomushi-20070710.jpg
Trypoxylus dichotomus (Linnaeus, 1771) 
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Endopterygota
Superordine Oligoneoptera
Sezione Coleopteroidea
Ordine Coleoptera
Sottordine Polyphaga
Infraordine Scarabaeiformia
Superfamiglia Scarabaeoidea
Famiglia Scarabaeidae
Sottofamiglia Dynastinae
MacLeay, 1819
tribù

Dynastinae MacLeay, 1819 è una sottofamiglia di Coleotteri scarabeidi diffusa in tutto il mondo, con straordinaria abbondanza di specie nei paesi tropicali.
Noti e molto popolari in ogni regione del mondo, sono uno dei gruppi preferiti tra i collezionisti per le dimensioni e la straordinaria diversità delle appendici cefaliche e toraciche che li caratterizzano.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Adulto[modifica | modifica sorgente]

I Dinastini sono caratterizzati da corpo tozzo e massiccio, e dal fatto che i maschi di molte specie recano corna e protuberanze sul capo e sul torace.
Le tribù meno evolute (Cyclocephalini, Pentodontini) e le femmine sono invece quasi completamente prive di appendici e possono essere distinte dagli altri scarabeidi per la corporatura e per le mandibole allargate sul lato esterno così da essere visibili ai lati del clipeo.

Larva[modifica | modifica sorgente]

Come tutti gli scarabeidi, la larva è di tipo melolontoide, cioè a forma di "C", bianca, carnosa, con la testa e le zampe sclerificate di color rossastro più o meno scuro. Lungo i fianchi le larve presentano dei fori chitinosi che ne costituiscono l'apparato respiratorio

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Molti dinastini vivono da larva nell'humus o all'interno di tronchi marci, pochi (Pentodon) sono rizofagi e possono causare danni all'agricoltura.
Come per i Cetoniinae e i Melolonthinae, la ninfosi avviene dentro un bozzolo composto di escrementi della stessa larva agglutinati insieme.
Gli adulti si rinvengono in vicinanza degli ambienti che li hanno nutriti da larva: sul terreno o in vicinanza di vecchi alberi.
Gli adulti sono perlopiù crepuscolari o notturni, soprattutto le specie tropicali, e possono venire attirati dalle luci dei lampioni o quelle UV. Altre (Pentodon) sono invece attive anche durante il giorno.

Sistematica[modifica | modifica sorgente]

La sottofamiglia Dynastinae è generalmente suddivisa in otto tribù[1], di cui due sole (Pentodontini, Oryctini) sono presenti in Italia:

Alcune specie[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Bouchard P. et al, Family-group names in Coleoptera (Insecta) in ZooKeys 2011; 88: 1-972.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Check-list di Dynastinae mondiali