Oryctes nasicornis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Scarabeo rinoceronte
Oryctes nasicornis.jpg
Ciclo vitale di Oryctes nasicornis
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Endopterygota
Superordine Oligoneoptera
Sezione Coleopteroidea
Ordine Coleoptera
Sottordine Polyphaga
Infraordine Scarabaeiformia
Superfamiglia Scarabaeoidea
Famiglia Scarabaeidae
Sottofamiglia Dynastinae
Tribù Oryctini
Genere Oryctes
Specie O. nasicornis
Nomenclatura binomiale
Oryctes nasicornis
Linnaeus, 1758
Nomi comuni

'Scarabeo rinoceronte

Lo scarabeo rinoceronte (Oryctes nasicornis Linnaeus, 1758) è un insetto appartenente alla famiglia degli Scarabaeidae e alla sottofamiglia dei Dynastinae.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Lo scarabeo rinoceronte può superare i 4 cm di lunghezza[senza fonte]. Le sue elitre sono color castano rossastro, mentre torace e capo sono leggermente più scuri.

Questo coleottero è caratterizzato da un notevole dimorfismo sessuale. I maschi sono infatti dotati di un vistoso corno cefalico rivolto all'indietro, che ricorda proprio il corno dei rinoceronti e che è valso a questi insetti il nome comune di scarabeo rinoceronte. I maschi, di taglia differente, hanno pure corna di dimensioni diverse, fenomeno questo riconducibile all'allometria che caratterizza buona parte dei dinastini.

Le femmine sono dotate invece solo di un piccolo tubercolo appuntito.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Adulto[modifica | modifica sorgente]

Maschio di scarabeo rinoceronte

Lo scarabeo rinoceronte è un coleottero strettamente crepuscolare e notturno: difficilmente infatti lo si potrà reperire di giorno. Di notte gli adulti escono dai propri nascondigli nel terreno per cercare un compagno. Essi sono spesso attratti fatalmente dai lampioni, e non è difficile trovarli (anche schiacciati) lungo le strade in estate. Questi scarabei non si nutrono, consumando durante le poche settimane di vita adulta le riserve accumulate nel corso degli stadi larvali.

L'accoppiamento avviene a livello del terreno e, spesso, sotto di esso. Le uova, biancastre, vengono deposte dalle femmine nel legno in decomposizione così come nel materiale vegetale in disfacimento.

Gli adulti muoiono dopo una vita libera di un paio di mesi.

Larva[modifica | modifica sorgente]

Larva di scarabeo rinoceronte

Le larve schiudono, dopo circa due settimane di incubazione. Sono bianche, curvate a "C" (melolontoidi), dalla testa sclerificata e munite di 3 paia di zampe.

Lo sviluppo larvale avviene attraverso 3 stadi, denominati L1, L2 ed L3. Entro l'autunno successivo alla schiusa, generalmente le larve raggiungono lo stadio L3 e iniziano a svernare. Passeranno l'intero anno successivo a nutrirsi e a crescere di taglia, fino alla trasformazione in pupa, che avviene nel corso della seconda primavera successiva alla nascita. L'insetto compirà l'ultima muta verso la fine di quella stessa estate, ma l'adulto resterà nel bozzolo fino alla successiva primavera inoltrata.

L'intero ciclo di sviluppo dura quindi circa 3-4 anni; in cattività, a temperature costanti di 25 °C, può compiersi invece in soli 10-12 mesi.

In Italia ed in Europa, gli Oryctes sono spesso vittima di larve parassite del genere Scolia (Hymenoptera: Scoliidae), le cui grandi femmine cacciano le larve degli scarabeidi nel terreno, per poi paralizzarle col proprio veleno e deporvi le uova. Le larve nasciture si nutriranno dell'ospite paralizzato fino ad ucciderlo.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Oryctes nasicornis è diffuso ampiamente, con numerose sottospecie, in tutta Europa, in Nord Africa e in molte aree del Vicino Oriente.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi