Juscelino Kubitschek de Oliveira

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Juscelino Kubitschek de Oliveira

Juscelino Kubitschek de Oliveira (IPA: [ʒuseˈlinu kubiˈtʃɛk dʒ oliˈvejɾɐ]) (Diamantina, 12 settembre 1902Resende, 22 agosto 1976) è stato un politico e medico brasiliano.

È stato Presidente del Brasile dal 31 gennaio 1956 al 31 gennaio 1961.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Diamantina, nello stato brasiliano di Minas Gerais, il 12 settembre del 1902, figlio di João César de Oliveira (1872-1905), un modesto commesso viaggiatore brasiliano, e di Júlia Coelho Kubitschek (1873-1973), un'insegnante brasiliana di origini rom-cecoslovacche da parte di padre. Kubitschek de Oliveira studiò medicina presso l'università di Belo Horizonte, e si specializzò in urologia in Francia e Germania. Dopo aver lavorato come medico legale in polizia, cominciò la sua carriera politica: fu sindaco di Belo Horizonte nel 1940, governatore dello Stato di Minas Gerais dal 1950 al 1955, e presidente del Brasile dal 1956 al 1961. Fu anche eletto senatore per lo Stato del Goiás nel 1962.

Esponente di centro, come presidente stimolò l'industrializzazione, soprattutto automobilistica, producendo una rapida crescita economica ma anche un aumento del debito pubblico, interno ed esterno. Promosse poi la creazione di una nuova capitale nell'altopiano centrale del paese, Brasília, inaugurata nel 1960, e cercò anche di rafforzare l'Organizzazione degli stati latino-americani. Accusato di corruzione in concomitanza con la salita al potere della dittatura militare, si ritirò dalla vita politica nel 1964. Morì nel 1976, in un incidente automobilistico dalle circostanze ancora oggi poco chiare, a Resende, nei pressi di Rio de Janeiro.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze brasiliane[modifica | modifica wikitesto]

Gran Maestro dell'Ordine Nazionale della Croce del Sud - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine Nazionale della Croce del Sud

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia)
— 17 dicembre 1953[1]
Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran Cordone dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran Cordone dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia)
— 16 gennaio 1956[2]
Gran Croce dell'Ordine della Torre e della Spada (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine della Torre e della Spada (Portogallo)
— 3 febbraio 1956
Classe speciale della Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Federale Tedesca (Repubblica Federale Tedesca) - nastrino per uniforme ordinaria Classe speciale della Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Federale Tedesca (Repubblica Federale Tedesca)
— 10 aprile 1956
Fascia dei Tre Ordini (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Fascia dei Tre Ordini (Portogallo)
— 30 luglio 1957
Collare dell'Ordine di Isabella la Cattolica (Spagna) - nastrino per uniforme ordinaria Collare dell'Ordine di Isabella la Cattolica (Spagna)
— 1958
Gran Collare dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Collare dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique (Portogallo)
— 20 ottobre 1960
Cavaliere di I Classe dell'Ordine di Tomáš Garrigue Masaryk (Repubblica Ceca) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di I Classe dell'Ordine di Tomáš Garrigue Masaryk (Repubblica Ceca)
— 1996
Gran Croce dell'Ordine di Boyacá (Colombia) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine di Boyacá (Colombia)
Gran Collare dell'Ordine di Manuel Amador Guerrero (Panamá) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Collare dell'Ordine di Manuel Amador Guerrero (Panamá)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
  2. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Presidente del Brasile Successore Presidential Standard of Brazil.svg
Nereu de Oliveira Ramos 1956 - 1961 Jânio Quadros

Controllo di autorità VIAF: 8182528 LCCN: n80104477

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie