Juan Magán

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Juan Magán
Nazionalità Spagna Spagna
Genere Musica house
Musica elettronica
Rap
Rhythm and blues
Dancehall
Musica latina
Periodo di attività 2003 – in attività
Strumento voce, mixer e sintetizzatore
Etichetta Universal Music Group - Sony Music
Album pubblicati 6
Studio 3
Colonne sonore 1
Raccolte 2
Sito web

Juan Manuel Magán González, conosciuto semplicemente come Juan Magán e noto anche come F.A.O. o Magán (Badalona, 30 settembre 1978), è un disc jockey, cantante, produttore discografico e mixer spagnolo. Durante la sua carriera ha collaborato con numerosi artisti tra i quali Shakira, Pitbull, Inna, Don Omar, Paulina Rubio, Soraya e Belinda.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Infanzia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Badalona (Spagna) il 30 settembre 1978 in un quartiere popolare modesto e da una famiglia umile. Il padre lavorava all'interno di un ufficio mentre la madre faceva pulizie a domicilio. La sua infanzia non è stata particolarmente segnata dalla musica ma nonostante ciò a lui piaceva. Durante l'adolescenza, frequentando locali e discoteche si è appassionato alla musica e all'età di 16 anni ha iniziato ad utilizzare per la prima volta un sintetizzatore ed un mixer. I suoi gusti musicali erano Bob Marley, Juan Luis Guerra, i Pink Floyd, i Led Zeppelin e gli Status Quo, tutto l'opposto di quello che poi sarebbe stato il suo genere.

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Muove i primi passi grazie ad un produttore discografico che aveva bisogno di un cantante per una cover. Poco dopo pubblica un mix del singolo Welcome to the Jungle del cantante E-Smoove il quale ottiene un grande successo. Alla fine degli anni novanta inizia così a fare il dj ed a suonare alcuni DJ set in giro per il mondo, in paesi come Barcellona, Ibiza, Madrid, Parigi, Miami, Ginevra, San Francisco, Rabat, Manila, Dubai, Lisbona, Porto, Marsiglia, Losanna, Monaco di Baviera, Milano, Città del Messico, Singapore, Panama, Cali, Quito, Bucarest, Las Vegas, Santo Domingo ed El Salvador.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

La sua carriera ha inizio ufficialmente nel 2003. L'anno seguente passa a sperimentare la musica latina. Tutto ciò gli permette di vivere dato che grazie ai proventi della musica si compra casa e va a vivere da solo, allontanandosi dalla famiglia. Grazie alla sua conoscenza della musica latina nel 2006 contribuisce alla formazione del gruppo musicale Guajiros del Puerto che ottiene un grande successo specie in America latina. Nel 2007 pubblica il suo primo album dal titolo Suave che contiene 12 brani tutti classificatisi all'interno della Top 100 delle vendite sul sito Beatport. L'anno seguente vince il doppio disco di platino grazie al singolo Bora Bora. Nel 2009 vince ancora il doppio platino per i singoli Summer Blue e soprattutto Mariah che ottiene un enorme successo in tutto il mondo. Nello stesso anno collabora con Marcos Rodriguez a due dei suoi album: Soft e We love asere. Nell'estate del 2011 ha ricoperto posizioni di rilievo nelle classifiche spagnole e i suoi video su YouTube hanno ottenuto milioni di visualizzazioni. Inoltre è stato anche candidato come Miglior artista house ai Beatport Awards.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Juan Magán, 2012
  • 2003: Logical Progression
  • 2008: Juan Magan & Cesar del Rio: Rumors Midnite
  • 2009: Juan Magan & Victor: A Family Affair
  • 2012: King of the dance
  • 2012: Juan Magan Presents: Till The World Ends
  • 2013: Juan Magan Presents: Electro Latino

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • Suck my feat. Marcos Rodriguez
  • Never Enough feat. Rivero, Majorkings & Bobby Alexander
  • Te gusta
  • Summer Blue
  • Mariah
  • Bailando Por Ahi
  • No Sigue Modas
  • Ella no sigue modas feat. Don Omar
  • Se vuelve loca
  • Mal de amores feat. Donatella
  • Como el viento feat. Farruko
  • Falling in Love feat Zyon & Lennox

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Colonne sonore[modifica | modifica wikitesto]

Remix[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]