Jean-Luc Vandenbroucke

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jean-Luc Vandenbroucke
Marc MADIOT et Jean-Luc VANDENBROUCKE.jpg
Marc Madiot e Vandenbroucke (a destra)
Dati biografici
Nazionalità Belgio Belgio
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada, pista
Ritirato 1988
Carriera
Squadre di club
1975-1979 Peugeot Peugeot
1980-1985 La Redoute
1986-1987 KAS KAS
1988 Hitachi Hitachi
Nazionale
1980-1984 Belgio Belgio
Carriera da allenatore
1988-1999 Lotto Lotto
 

Jean-Luc Vandenbroucke (Mouscron, 31 maggio 1955) è un ex ciclista su strada e pistard belga. Professionista dal 1975 al 1988, ottenne 78 successi su strada.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dotato di caratteristiche di passista, nelle categorie giovanili ottenne 224 vittorie;[1][2] dopo aver trascorso un anno nella categoria Juniores e due anni tra i dilettanti, debuttò da professionista nel settembre del 1975 correndo per la Peugeot-BP-Michelin, squadra francese.

Nel 1976 concluse la Milano-Sanremo al terzo posto, dopo essere riuscito inizialmente a riportarsi su Eddy Merckx (poi vincitore), ma in seguito venne declassato per doping.[1][2] Tra il 1978 e il 1988 partecipò a otto edizioni del Tour de France, un Giro d'Italia e a due edizioni della Vuelta a España: proprio nella Vuelta a España 1987 vinse il prologo indossando anche per un giorno la maglia rossa di leader della classifica generale.

In carriera colse anche alcuni risultati nelle classiche: vinse infatti la Parigi-Tours nel 1982 e fu inoltre secondo al Giro di Lombardia nel 1977 e quarto nel 1979 e nel 1982, nonché terzo al Giro delle Fiandre nel 1984 e quinto nel 1978 e nel 1981. Nel suo palmarès spiccano anche le vittorie al Trofeo Baracchi (in coppia con Alfons De Wolf) e al Grand Prix des Nations ottenute nel 1980.

Dopo il ritiro dalle corse, avvenuto nel 1988, è stato per dodici anni, fino al 1999, direttore sportivo del team belga Lotto. Zio di Frank Vandenbroucke (figlio del fratello Jean-Jacques), campione di ciclismo prematuramente scomparso, è padre di Jean-Denis Vandenbroucke, anch'egli ciclista professionista per tre anni, dal 1998 al 2000.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Strada[modifica | modifica wikitesto]

  • 1974 (Dilettanti, una vittoria)
Campionati belgi, Prova in linea Dilettanti
  • 1975 (Dilettanti, sette vittorie)
2ª tappa, 2ª semitappa Tour du Hainaut Occidental
Classifica generale Tour du Hainaut Occidental
2ª tappa Circuit de Saône-et-Loire
Classifica generale Étoile Hennuyere
Omloop Het Volk
Omloop van de Westhoek
Flèche Ardennaise
  • 1976 (Peugeot-BP-Michelin, quattro vittorie)
3ª tappa, 2ª semitappa Étoile des Espoirs
Classifica generale Étoile des Espoirs
Omloop van het Zuidwesten
Grand Prix de Fourmies
  • 1977 (Peugeot-BP-Michelin, quattro vittorie)
Classifica generale Étoile des Espoirs
1ª tappa, 1ª semitappa Grand Prix Franco-Belge (Wattrelos, cronometro)
Prologo Critérium du Dauphiné Libéré (cronometro)
Grand Prix de Fourmies
  • 1978 (Peugeot-BP-Michelin, cinque vittorie)
2ª tappa, 1ª semitappa Tour d'Indre-et-Loire
Prologo Tour de Corse (cronometro)
6ª tappa Parigi-Nizza
2ª tappa, 2ª semitappa Tour de l'Aude
Circuit des Frontières
  • 1979 (Peugeout-BP-Michelin, tre vittorie)
Prologo Étoile des Espoirs (cronometro)
2ª tappa Étoile des Espoirs
Grand Prix de Fourmies
  • 1980 (La Redoute-Motobécane, nove vittorie)
2ª tappa, 1ª semitappa Tour d'Indre-et-Loire
Classifica generale Tour d'Indre-et-Loire
Boucles des Flandres
5ª tappa Étoile des Espoirs
4ª tappa, 2ª semitappa Quatre Jours de Dunkerque (Villeneuve-d'Ascq, cronometro)
Classifica generale Quatre Jours de Dunkerque
6ª tappa Parigi-Nizza (Digne > Mandelieu)
Grand Prix des Nations (cronometro)
Trofeo Baracchi (cronocoppie, con Alfons De Wolf)
  • 1981 (La Redoute-Motobécane, cinque vittorie)
1ª tappa Quatre Jours de Dunkerque (Dunkerque > Dunkerque)
2ª tappa, 2ª semitappa Tour de Picardie
Classifica generale Tour de Picardie
7ª tappa, 1ª semitappa Parigi-Nizza (Mandelieu-la-Napoule > Nizza)
Prologo Tour de l'Aude (cronometro)
  • 1982 (La Redoute-Motobécane, sei vittorie)
5ª tappa, 2ª semitappa Étoile des Espoirs
Classifica generale Étoile des Espoirs
Prologo Quatre Jours de Dunkerque (Malo-les-Bains, cronometro)
Prologo Tour de Picardie (cronometro)
Prologo Tour de l'Aude (cronometro)
Parigi-Tours
  • 1983 (La Redoute-Motobécane, sei vittorie)
Prologo Étoile des Espoirs (cronometro)
6ª tappa Étoile des Espoirs
3ª tappa Grand Prix du Midi Libre (Béziers > Quillan)
Grand Prix Eddy Merckx (cronometro)
3ª tappa Tour Méditerranéen (Hyères > Marsiglia)
Prologo Tour de l'Aude (cronometro)
  • 1984 (La Redoute, tre vittorie)
Prologo Tour de l'Aude (cronometro)
Prologo Giro del Belgio (Harelbeke, cronometro)
4ª tappa, 1ª semitappa Giro del Belgio (Hasselt, cronometro)
  • 1985 (La Redoute, sei vittorie)
Flèche Picarde
Prologo Grand Prix du Midi Libre (Narbona, cronometro)
Prologo Quatre Jours de Dunkerque (Dunkerque, cronometro)
Classifica generale Quatre Jours de Dunkerque
Prologo Tour de l'Aude (cronometro)
Classifica generale Driedaagse De Panne
  • 1986 (KAS, una vittoria)
Classifica generale Tour de l'Aude
  • 1987 (KAS, cinque vittorie)
Prologo Grand Prix du Midi Libre (Agde, cronometro)
7ª tappa Vuelta a Andalucía (Granada, cronometro)
Prologo Volta a la Comunitat Valenciana (Benidorm, cronometro)
Prologo Parigi-Nizza (Parigi, cronometro)
Prologo Vuelta a España (Benidorm, cronometro)
  • 1988 (Hitachi-Bosal, vittorie)
4ª tappa Tour Méditerranéen (Rocheville > Hyères)

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

Ichtegem
  • 1976 (Peugeout-BP-Michelin)
Criterium di Nederbrakel
Criterium di Poperinge
  • 1977 (Peugeot-BP-Michelin)
Izegem Individueel
Criterium di Velaines
  • 1979 (Peugeout-BP-Michelin)
Criterium di Moorsele
Criterium di Ninove
Criterium di Strijpen
Criterium di Haaltert
  • 1980 (La Redoute-Motobécane)
Criterium di Antibes
Criterium di Haezebrouck
Criterium di Sint-Denijs
  • 1981 (La Redoute-Motobécane)
Criterium di Izegem
Criterium di Ploegsteert
  • 1982 (La Redoute-Motobécane)
Criterium di Kortrijk
  • 1983 (La Redoute-Motobécane)
Criterium di Arras
Criterium di Lede
Criterium di Gevelsberg
Criterium di De Panne
Criterium di Wielsbeke

Pista[modifica | modifica wikitesto]

Campionati europei, Inseguimento individuale Juniores
Campionati belgi, Omnium Dilettanti

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

1978: 64º
1980: 33º
1981: 82º
1982: non partito (8ª tappa)
1983: 25º
1984: non partito (17ª tappa)
1985: non partito (7ª tappa)
1986: 119º
1986: 58º
1987: fuori tempo

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

1976: squalificato
1977: 10º
1978: 13º
1979: 11º
1980: 16º
1987: 15º
1978: 5º
1981: 5º
1984: 3º
1987: 19º
1977: 16º
1979: 18º
1980: 11º
1982: 11º
1984: 6º
1977: 2º
1979: 4º
1980: 7º
1982: 4º

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Jean-Luc Vandenbroucke, Museociclismo.it. URL consultato il 23 ottobre 2013.
  2. ^ a b Storia di Jean-Luc Vandenbroucke, Museociclismo.it. URL consultato il 23 ottobre 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]