I Was Made for Lovin' You

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I Was Made for Lovin' You
Artista Kiss
Tipo album Singolo
Pubblicazione 20 maggio 1979
Durata 3 min : 57 s
Album di provenienza Dynasty
Dischi 1
Tracce 2
Genere Dance rock
Hard rock
Disco
Etichetta Casablanca Records
Produttore Vini Poncia
Registrazione 1979 negli Electric Lady Studios, New York
Note # 1 (Canada, Paesi Bassi, Nuova Zelanda)[4]
#2 (Francia, Germania, Svizzera)[4]
#6 (Australia)[4]
#10 (Norvegia)[4]
#11 (USA)[4]
Certificazioni
Dischi d'oro Canada Canada[1]
(Vendite: 75.000+)

Italia Italia[2]
(vendite: 15 000+)

Stati Uniti Stati Uniti[3]
(Vendite: 1.000.000+)
Kiss - cronologia
Singolo precedente
You Still Matter To Me / Hooked on Rock'n Roll
(1978)
Singolo successivo
Sure Know Something / Dirty Livin'
(1979)
« I was made for lovin' you, baby, you were made for lovin' me / And I can't get enough of you, baby, can you get enough of me? »
(Il famoso ritornello della canzone)

I Was Made for Lovin' You è un brano dei Kiss, pubblicato per la prima volta come traccia dell'album Dynasty del 1979.

Il brano[modifica | modifica sorgente]

Composto da Paul Stanley, Vini Poncia e Desmond Child.

Il brano è stato registrato, come quasi tutte le altre tracce dell'album Dynasty, con Anton Fig alla batteria[5] al posto di Peter Criss, ritenuto dal produttore Vini Poncia fuori forma[6] per suonare a causa di problemi di droga e di un incidente stradale. Lo stesso Poncia contribuisce alle registrazioni del brano suonando le tastiere[5] e come voce secondaria[5].

I Was Made for Lovin' You è stato estratto come singolo nel maggio del 1979 assieme alla traccia Hard Times scritta da Ace Frehley. Il singolo raggiunse il numero 11 nella Billboard Hot 100 statunitense, ma si issò in moltissime nazioni europee ai vertici delle classifiche[4] (in Olanda raggiungerà la prima posizione), facendo conoscere per la prima volta alla band il successo mondiale. Il brano è stato inoltre premiato come singolo d'oro, il secondo nella carriera dei KISS[4].

Sin dal 1979, anno della pubblicazione, il brano è stato sempre suonato dal gruppo durante le esibizioni live, anche se con qualche variazione rispetto alla versione registrata in studio (specialmente per quanto riguarda il ritmo, che per esempio ai tempi in cui vi era Eric Carr nella formazione, era più veloce a motivo della tecnica del batterista).

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

Paese (1979) Posizione
Australia 1
Belgio 1
Canada 1[7]
Francia 2
Germania 2
Italia 10
Paesi Bassi 1
Nuova Zelanda 1
Norvegia 10
Svizzera 19
Svezia 2
Regno Unito 50
Stati Uniti 11

Cover[modifica | modifica sorgente]

Il brano è stato oggetto di cover da parte dei seguenti artisti:

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  • Lato A: I Was Made for Lovin' You
  • Lato B: Hard Times

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Viene cantata da Homer Simpson nell'episodio "Non per soldi ma per preghiere" della 14ª stagione dei Simpson
  • Nella pubblicità dell'ultima serie de Gli Amici Immaginari di Casa Foster si può sentire in sottofondo.
  • Dalla prima alla ventottesima giornata era presente nella sigla di apertura e di chiusura delle dirette televisive di tutte le partite e delle trasmissioni televisive correlate della Serie A TIM 2013/2014 e della TIM Cup 2013/2014 (quando, a partire dalla ventinovesima giornata, viene sostituita da Monkey Man dei The Specials) .
  • Il brano è stato anche inserito nella colonna sonora del film Moulin Rouge! con Nicole Kidman e Ewan McGregor.

Collaboratori[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Gold and Platinum Search
  2. ^ FIMI - Certificazioni online, anno 2014, settimana 2, FIMI. URL consultato il 18 gennaio 2014.
  3. ^ RIAA - Gold & Platinum Searchable Database - November 01, 2013
  4. ^ a b c d e f g Pagina dedicata alle posizioni in classifica dei singoli dei Kiss, a cura di Julian Gill
  5. ^ a b c d e f Pagina dedicata ai collaboratori alle registrazioni dei brani dei Kiss, a cura di Julian Gill, dal sito Kissfaq.com
  6. ^ Leaf, David e Ken Sharp. KISS: Behind the Mask: The Official Authorized Biography, Warner Books, 2003
  7. ^ Item Display - RPM - Library and Archives Canada
  8. ^ Non accreditato
Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock