Crazy Nights

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Crazy Nights (disambigua).
Crazy Nights
Artista Kiss
Tipo album Studio
Pubblicazione 18 settembre 1987
Durata 42 min : 53 s
Dischi 1
Tracce 11
Genere Hair metal
Pop metal
Heavy metal
Hard rock
Album-oriented rock
Etichetta Mercury Records
Produttore Ron Nevison
Registrazione Tra marzo e giugno del 1987 negli One on One Recording Studios, nei Rumbo Recorders (Canoga Park, California) e nei Can-Am Recorders (Tarzana, California)[1]
Note #4 Regno Unito[2]
#8 Norvegia[2]
#11 Stati Uniti[2]
#21 Giappone[2]
Certificazioni
Dischi di platino 1[3]
Kiss - cronologia
Album precedente
(1985)
Album successivo
(1989)

Crazy Nights è il quattordicesimo album registrato in studio dei Kiss, pubblicato il 18 settembre del 1987. L'album doveva tuttavia essere registrato e pubblicato nel 1986 (il progetto del disco si chiamava Condomnation[1]), ma a causa di una indisposizione del produttore Ron Nevison le date di pubblicazione slittarono all'anno successivo.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Assieme ad Animalize, rappresenta il maggior successo del gruppo negli anni ottanta, ma molti fans (specialmente quelli degli esordi) non gradirono la sua eccessiva commerciabilità. Infatti, l'album si presenta maggiormente melodico rispetto ai precedenti Animalize e Asylum, con brani che vennero anche apprezzati da chi non seguiva la musica rock. Il disco si divide nelle parti scritte da Stanley e Child che si avvicinano di più al genere AOR, e in quelle scritte da Simmons, più ruvide e meno ispirate.

L'album segnerà un parziale ritorno al successo in Europa da parte del gruppo, grazie soprattutto ai singoli estratti, ossia Crazy Crazy Nights (che si isserà al quarto posto della Top 10 britannica), Turn On the Night, e Reason to Live.

Il titolo dell'album doveva essere originariamente Who Dares Wins (dietro proposta di Eric Carr[1]) in riferimento al fatto che il gruppo ha dovuto attendere la disponibilità del produttore Ron Nevison per registrare l'album[1], ma è stato in seguito cambiato in Crazy Nights.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Crazy Crazy Nights (Paul Stanley, Adam Mitchell) - 3:45
  2. I'll Fight Hell to Hold You (Stanley, Mitchell, Bruce Kulick) - 4:10
  3. Bang Bang You (Stanley, Desmond Child) - 3:53
  4. No, No, No (Gene Simmons, Kulick, Eric Carr) - 4:19
  5. Hell or High Water (Simmons, Kulick) - 3:28
  6. My Way (Stanley, Child, Bruce Turgon) - 3:58
  7. When Your Walls Come Down (Stanley, Mitchell, Kulick) - 3:25
  8. Reason to Live (Stanley, Child) - 3:59
  9. Good Girl Gone Bad (Simmons, Davitt Sigerson, Peter Diggins) - 4:35
  10. Turn On the Night (Stanley, Diane Warren) - 3:19
  11. Thief in the Night (Simmons, Mitch Weissman) - 4:05

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Collaboratori[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Informazioni sull'album Crazy Nights dal sito kissfaq.com
  2. ^ a b c d Pagina dedicata alle posizioni in classifica degli album dei Kiss, dal sito kissfaq.com
  3. ^ Scheda dell'album, dal sito ufficiale
  4. ^ a b c d Lista dei collaboratori nelle registrazioni degli album dei Kiss, dal sito kissfaq.com

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal