Giuseppe Pizzardo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giuseppe Pizzardo
cardinale di Santa Romana Chiesa
Cardinal Pizzardo.JPG
CardinalCoA PioM.svg
Incarichi ricoperti Sottosegretario della Congregazione per gli Affari Ecclesiastici Straordinari
Sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato
Segretario della Congregazione per gli Affari Ecclesiastici Straordinari
Arcivescovo titolare di Cirro
Arcivescovo titolare di Nicea
Presidente della Pontificia Commissione per la Russia
Cardinale presbitero di Santa Maria in Via Lata
Prefetto della Congregazione per l'Educazione Cattolica
Cardinale vescovo di Albano
Segretario della Congregazione del Sant'Uffizio
Camerlengo del Collegio Cardinalizio
Vice-decano del Collegio Cardinalizio
Nato 13 luglio 1877, Savona
Ordinato presbitero 19 settembre 1903
Nominato arcivescovo 28 marzo 1930 da papa Pio XI
Consacrato arcivescovo 27 aprile 1930 dal cardinale Eugenio Pacelli (poi papa)
Creato cardinale 13 dicembre 1937 da papa Pio XI
Deceduto 1º agosto 1970, Roma

Giuseppe Pizzardo (Savona, 13 luglio 1877Roma, 1º agosto 1970) è stato un cardinale italiano della Chiesa cattolica, nominato da papa Pio XI nel concistoro del 13 dicembre 1937.

Viene ricordato in particolare per gli interventi repressivi verso l'esperienza dei preti operai: nominato Prefetto della Congregazione dei Seminari, nel luglio del 1954 proibì a tutti i seminaristi di farsi assumere in fabbrica, per via del pericolo di contaminazione intellettuale e morale[1]. Cinque anni dopo fu l'autore della lettera ai preti operai in cui li obbligava a scegliere tra vita operaia e vita sacerdotale[2].

Con il Concilio le sue posizioni verranno superate da Paolo VI, che nel 1965 darà il consenso all'esperienza dei preti operai[3].

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.
Trattamenti di
Giuseppe Pizzardo
Stemma
Cardinale vescovo di Albano
Trattamento di cortesia Sua Eminenza
Trattamento colloquiale Vostra Eminenza
Trattamento religioso Cardinale
I trattamenti d'onore

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Successione apostolica.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze italiane[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana
— 31 gennaio 1964[4]

onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Gran Croce dell'Ordine del Cristo (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine del Cristo (Portogallo)
— 18 ottobre 1928

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.pretioperai.it/monograf/30_02cronologia.php
  2. ^ http://www.pretioperai.it/editoriali/26_etica.php
  3. ^ http://www.pretioperai.it/monograf/30_01presentaz.php
  4. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Sottosegretario della Congregazione per gli Affari Ecclesiastici Straordinari Successore Emblem Holy See.svg
Francesco Marmaggi 27 settembre 1920 - 7 maggio 1921 Pietro Ciriaci
Predecessore Sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato Successore Emblem Holy See.svg
Federico Tedeschini 7 maggio 1921 - 8 giugno 1929 Alfredo Ottaviani
Predecessore Segretario della Congregazione per gli Affari Ecclesiastici Stroardinari Successore Emblem Holy See.svg
Francesco Borgongini Duca 8 giugno 1929 - 13 dicembre 1937 Domenico Tardini
Predecessore Arcivescovo titolare di Cirro Successore Archbishop CoA PioM.svg
Gennaro Cosenza 28 marzo 1930 - 22 aprile 1930 Ferdinando Fiandaca
Predecessore Arcivescovo titolare di Nicea Successore Archbishop CoA PioM.svg
Giovanni Festa 22 aprile 1930 - 13 dicembre 1937 Aldo Laghi
Predecessore Presidente della Pontificia Commissione per la Russia Successore Emblem Holy See.svg
Michel-Joseph Bourguignon d’Herbigny, S.J. 21 dicembre 1934 - 13 dicembre 1937 Domenico Tardini
Predecessore Cardinale presbitero di Santa Maria in Via Lata Successore CardinalCoA PioM.svg
Louis Billot, S.J. 16 dicembre 1937 - 21 giugno 1948
Titolo presbiterale pro illa vice dal 16 dicembre 1937
Valerian Gracias
Predecessore Prefetto della Congregazione per l'Educazione Cattolica Successore Emblem Holy See.svg
Papa Pio XI 14 marzo 1939 - 13 gennaio 1968 Gabriel-Marie Garrone
Predecessore Cardinale vescovo di Albano Successore CardinalCoA PioM.svg
Gennaro Granito Pignatelli di Belmonte 21 giugno 1948 - 1º agosto 1970 Krikor Bedros XV Aghagianian
Predecessore Segretario della Congregazione del Sant'Uffizio Successore Emblem Holy See.svg
Francesco Marchetti Selvaggiani 16 febbraio 1951 - 12 ottobre 1959 Alfredo Ottaviani
Predecessore Camerlengo del Collegio Cardinalizio Successore CardinalCoA PioM.svg
Clemente Micara 16 gennaio 1961 - 19 marzo 1962 Benedetto Aloisi Masella
Predecessore Vice-decano del Collegio Cardinalizio Successore CardinalCoA PioM.svg
Clemente Micara 29 marzo 1965 - 1º agosto 1970 Luigi Traglia

Controllo di autorità VIAF: 39473515 LCCN: no00026810