Giovanni Pellielo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giovanni Pellielo
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 173 cm
Peso 92 kg
Tiro a volo Shooting pictogram.svg
Dati agonistici
Società Fiamme Azzurre Fiamme Azzurre
Palmarès
Giochi olimpici 0 2 1
Mondiali 10 4 1
Europei 12 7 2
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 31 luglio 2011

Giovanni Pellielo, detto Johnny (Vercelli, 11 gennaio 1970), è un tiratore italiano, vincitore di tre medaglie olimpiche individuali, 10 titoli mondiali (3 individuali) e 10 titoli europei (2 individuali).

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Afflitto da crisi asmatiche, comincia a dedicarsi all'attività sportiva solo dopo i 15 anni.

Dopo aver conseguito il diploma di perito tecnico agrario, si iscrive alla facoltà di ingegneria genetica che successivamente decide di abbandonare. Si dedica anche al ballo liscio e nel 1989 è Campione Italiano Juniores della specialità.

Nel 1996 entra per concorso nelle Fiamme Azzurre, il gruppo sportivo della Polizia Penitenziaria di cui fa parte.

Personaggio atipico del mondo sportivo, spesso alla ribalta delle cronache giornalistiche per la particolarità del suo linguaggio. Nel 2000 è stato convocato in Vaticano in udienza dal Pontefice alla presenza del Cardinal Sepe ed è stato insignito del Discobolo D'oro per la morale, dal Cardinal Ruini a Castel Gandolfo, in occasione della festa nazionale del CSI, il Centro Sportivo Italiano.

Recentemente ha fondato un gruppo di solidarietà, denominato Team Shooting J. P., per i più bisognosi ed una Scuola Internazionale di Tiro che ha sede a Vercelli e di cui sta portando avanti la ristrutturazione[1]

Carriera sportiva[modifica | modifica sorgente]

Inizia nel giorno del suo diciottesimo compleanno quando la madre, che da anni praticava questo sport, lo accompagna per la prima volta su un campo da tiro. Appena quattro anni dopo, viene convocato per partecipare alle Olimpiadi di Barcellona '92, dove si classifica a ridosso della finale a sei.

Vince 6 finali di Coppa del Mondo, 3 titoli mondiali, 3 titoli europei, 17 prove di Coppa del Mondo, 10 titoli italiani, 2 volte i Giochi del Mediterraneo, la medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Sydney 2000, la medaglia d’argento alle Olimpiadi di Atene 2004 e quella di Pechino 2008. Risultati a livello individuale, cui si aggiungono quelli a squadre, che lo pongono da anni ai vertici del ranking mondiale.

Il 3 agosto 2010 ha ottenuto dal CONI la carta olimpica che gli consentirà, a Londra 2012, di prendere parte alla sua 6ª Olimpiade consecutiva[2].

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Individuale[modifica | modifica sorgente]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
2000 Olimpiadi Australia Sydney Trap Bronzo 140 pt [3]
2004 Grecia Atene Trap Argento 146 pt [3]
2008 Cina Pechino Trap Argento 143 pt [3]
1995 Mondiali Cipro Nicosia Trap Oro 148 pt [3]
1997 Perù Lima Trap Oro 144 pt [3]
1998 Spagna Barcellona Trap Oro 149 pt [3]
1993 Spagna Barcellona Trap Argento 147 pt [3]
2003 Cipro Nicosia Trap Argento 148 pt [3]
2002 Finlandia Lahti Trap Bronzo 147 pt [3]
1997 Europei Finlandia Sipoo Trap Oro 147 pt [3]
2009 Croazia Osijek Trap Oro 144 pt [3]
1999 Francia Poussan Trap Argento 143 pt [3]
2001 Croazia Zagabria Trap Argento 141 pt [3]
2005 Serbia Belgrado Trap Argento 144 pt [3]
2010 Russia Kazan Trap Argento 146 pt [3]
2000 Italia Montecatini Trap Bronzo 140 pt [3]

A squadre[modifica | modifica sorgente]

Mondiali
Europei

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 3 ottobre 2000. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[6]
Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 27 settembre 2004. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[7]
Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 1º settembre 2008. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[8]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Team Shooting J. P.
  2. ^ Italia Team- XXX Giochi olimpici estivi Londra 2012 - I Qualificati
  3. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p Giovanni Pellielo - Portrait of the shooter
  4. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s Sheda FITAV - Giovanni pellielo
  5. ^ a b c d Shooting World Championships - Men: Trap Teams
  6. ^ Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig. Giovanni Pellielo. URL consultato il 7 aprile 2011.
  7. ^ Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig. Giovanni Pellielo. URL consultato il 7 aprile 2011.
  8. ^ Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig. Giovanni Pellielo. URL consultato il 7 aprile 2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]