George Boleyn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

George Boleyn (1504Londra, 17 maggio 1536) era fratello di Anna Bolena e Maria Bolena.

La sua data di nascita, come quella delle sue sorelle, è incerta. Figlio del Conte di Wiltshire, fu Visconte di Rochford (titolo di cortesia dal 1529 al 1533, dipoi titolo effettivo fino alla morte). Egli fu certamente ben istruito nella sua gioventù, acquisendo una buona padronanza del francese, del latino e delle competenze di corte; si pensa che egli sia stato educato presso l'Università di Oxford. Fu istruito anche come poeta e traduttore, come sua sorella, e mostrava interesse alla riforma religiosa.

Come il resto della sua famiglia, George beneficiò del favore sia di sua sorella Maria che di Anna, entrambe amanti di Enrico VIII d'Inghilterra. Aiutato nella sua ascesa politica dalla sorella Anna, poi divenuta regina d'Inghilterra, seguì le sue stesse sorti. Il 2 maggio 1536 fu infatti arrestato con l'accusa di tradimento e incesto. Le accuse contro di lui erano probabilmente false e al suo processo (15 maggio), egli le sgretolò una per una, tanto che gli scommettitori davano dieci a uno che l'avrebbero assolto[senza fonte]. Sua moglie Jane, però, testimoniò contro di lui; suo padre Morley fu infatti un devoto sostenitore di Caterina d'Aragona. Egli fu unanimemente riconosciuto colpevole e decapitato con un'ascia presso la Collina della Torre il 17 maggio 1536.

Controllo di autorità VIAF: 98154952

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie