Francesco Scali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Francesco Scali (Roma, 9 maggio 1959) è un attore italiano, di origini calabresi e pugliesi.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Francesco Scali inizia come comico per i piccoli teatri alternativi del circuito romano finché non è notato da Federico Fellini che lo chiama a Cinecittà per recitare in E la nave va (1984). Da allora Francesco Scali può vantare nella sua carriera film come Dagobert di Dino Risi (1984), Il nome della rosa di Jean-Jacques Annaud (1986), La monaca di Monza di Luciano Odorisio (1987), Momo di Johannes Schaaf (1986), La cintura di Giuliana Gamba (1989) e Marcellino di Luigi Comencini (1991).

Dal 2000 è interprete fisso di tutte le nove stagioni finora realizzate della serie televisiva di Rai Uno Don Matteo, nel ruolo del sagrestano Giuseppe, detto "Pippo" che ne ha consacrato la fama presso il grande pubblico.

In televisione è apparso assieme a Nino Frassica alla trasmissione Colorado Café live su Italia 1 dove ha interpretato il vicecapocomico Carlo Scacchi. In passato (dal 1988 al 1990) aveva fatto parte del cast fisso della trasmissione Europa, Europa condotta da Elisabetta Gardini.

Insieme a Nino Frassica, nel 2010 partecipa al varietà di Rai 1 I migliori anni (condotto da Carlo Conti), dove interpreta il personaggio dell'aspirante cantautore Gianfranco Padda, e dal 2011 partecipa al programma radiofonico Meno male che c'è Radiodue condotto da Nino Frassica e Simone Cristicchi.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Gli attori, Roma, Gremese, 2002.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema