Federico d'Asburgo-Teschen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'arciduca Federico d'Austria

Federico Maria Alberto Guglielmo Carlo, Arciduca e Principe Imperiale d'Austria, Principe Reale d'Ungheria e Boemia, Duca di Teschen (in tedesco Erzherzog Friedrich Maria Albrecht Wilhelm Karl von Österreich-Toskana, Herzog von Teschen; Brno, 4 giugno 1856Mosonmagyaróvár, 30 dicembre 1936), fu un membro della Casa d'Asburgo e supremo comandante della armate austro-ungariche nel corso della prima guerra mondiale.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Primi anni[modifica | modifica sorgente]

Federico nacque al castello di Gross-Seelowitz (oggi Židlochovice, presso Brno in Moravia), figlio dell'arciduca Carlo Ferdinando d'Asburgo-Teschen e di sua moglie, l'arciduchessa Elisabetta Francesca d'Asburgo-Lorena.
Alla morte dello zio di Federico, l'arciduca Alberto d'Asburgo-Teschen nel 1895, egli ereditò il grande Ducato di Teschen che spettava alla sua famiglia. Federico divenne proprietario di grandi appezzamenti terrieri presso Mosonmagyaróvár in Ungheria, Belleje, Saybusch (oggi Zywiec in Polonia), Seelowitz (oggi Židlochovice) e Frýdek nell'attuale Repubblica Ceca, e Pressburg (oggi Bratislava in Slovacchia). La sua residenza viennese, il Palazzo Albrecht, accoglieva anche la stupenda collezione d'arte che aveva acquistato.

Carriera militare[modifica | modifica sorgente]

L'11 luglio 1914 Federico venne nominato comandante supremo delle forze austro-ungariche dall'imperatore Francesco Giuseppe I d'Austria; si ha ragione di credere che questa sua nomina interferì nei progetti di Franz Graf Conrad von Hötzendorf. Egli venne promosso al grado di feldmaresciallo l'8 dicembre 1914, rimanendo in carica come comandante supremo sino al febbraio del 1917 quando l'imperatore Carlo I d'Austria decise di assumersi questo incarico.

Il ritiro a vita privata e la morte[modifica | modifica sorgente]

Al termine della prima guerra mondiale e la consequenziale sconfitta dell'Austria, tutti e terreni e le proprietà di Federico vennero confiscati assieme ai suoi fratelli, incluso il palazzo viennese e la sua collezione d'arte, riuscì solo a mantenere alcune proprietà in Ungheria. Facendo ricorso in tribunale, nel 1929, riuscì a vincere la causa ed ottenne anche altri territori nell'odierna Repubblica Ceca.[1]

Federico morì nella città di Mosonmagyaróvár nel 1936 e il suo funerale fu l'evento maggiore per il paese dopo l'incoronazione dell'imperatore Carlo I del 1916. Alla cerimonia intevennero moltissime teste coronate europee e della famiglia Asburgo, oltre a numerosissimi militari dell'ex esercito austro-ungarico.

Matrimonio e figli[modifica | modifica sorgente]

L'8 ottobre 1878 Federico sposò al Château L'Hermitage in Belgio la principessa Isabella von Croy (1856 - 1931), figlia del duca Rodolfo di Croÿ, e di sua moglie, la principessa Natalia di Ligne. La coppia ebbe nove figli:

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze austriache[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria
Croce al merito militare di I classe con decorazione di guerra - nastrino per uniforme ordinaria Croce al merito militare di I classe con decorazione di guerra
Medaglia d'oro al merito militare (Signum Laudis) - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro al merito militare (Signum Laudis)

Onorificenze straniere[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere dell'Ordine di Sant'Andrea - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di Sant'Andrea
Cavaliere dell'Ordine Imperiale di Sant'Alexander Nevsky - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine Imperiale di Sant'Alexander Nevsky
Cavaliere di I Classe dell'Ordine di Sant'Anna - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di I Classe dell'Ordine di Sant'Anna
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Militare di Massimiliano Giuseppe - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Militare di Massimiliano Giuseppe
Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Bianca - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Bianca
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Bagno - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Bagno
Commendatore di I Classe dell'Ordine Militare di Sant'Enrico - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore di I Classe dell'Ordine Militare di Sant'Enrico
Cavaliere della Croce di Ferro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere della Croce di Ferro
Croce di I Classe al merito militare del Granducato di Meclemburgo-Schwerin - nastrino per uniforme ordinaria Croce di I Classe al merito militare del Granducato di Meclemburgo-Schwerin

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Papa Friedrich Preferred", Time Magazine (February 18, 1929)

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Duca di Teschen Successore
Alberto Federico Rodolfo 1895-1918 Titolo soppresso

Controllo di autorità VIAF: 47559295 LCCN: n91070579