Luisa Isabella di Kirchberg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Burgravina Luisa Isabella di Kirchberg
Principessa consorte di Nassau-Weilburg
Nome completo in tedesco Luise Isabelle Alexandrine Auguste
Nascita Hachenburg, 19 aprile 1772
Morte Vienna, 6 gennaio 1827
Casa reale Sayn-Wittgenstein
Padre Wilhelm Georg, Conte di Sayn-Hachenburg, Burgravio di Kirchberg
Madre Principessa Isabelle Auguste Reuss zu Greiz
Consorte Federico Guglielmo, Principe di Nassau-Weilburg
Figli Guglielmo, Duca di Nassau
Principessa Augusta Luisa
Arciduchessa Enrichetta, Duchessa di Teschen
Principe Federico Guglielmo

Luisa Isabella Alessandrina Augusta, contessa di Sayn-Wittgenstein-Hachenburg, Burgravina di Kirchberg[1][2] (nome completo in tedesco: Luise Isabelle Alexandrine Auguste, Gräfin zu Sayn-Hachenburg, Burggräfin von Kirchberg[1][2]; Hachenburg, 19 aprile 1772Vienna, 6 gennaio 1827), fu Principessa consorte di Nassau-Weilburg dal 28 novembre 1788 al 9 gennaio 1816 a seguito del suo matrimonio con Federico Guglielmo, Principe di Nassau-Weilburg[1][2].

Matrimonio e figli[modifica | modifica sorgente]

Luisa Isabella sposò Federico Guglielmo, Principe Ereditario di Nassau-Weilburg, figlio di Carlo Cristiano, Principe di Nassau-Weilburg e di sua moglie la Principessa Carolina di Orange-Nassau, il 31 luglio 1788 ad Hachenburg.[1][2] Federico Guglielmo successe al padre Carlo Cristiano alla sua morte avvenuta il 28 novembre 1788.

Titoli, trattamento, onorificenze e stemma[modifica | modifica sorgente]

Titoli e appellativi[modifica | modifica sorgente]

  • 19 aprile 1772 – 28 novembre 1788: Sua Altezza Serenissima Louise Isabelle, Contessa di Sayn-Hachenburg, Burgravina di Kirchberg
  • 28 novembre 1788 – 9 gennaio 1816: Sua Altezza Serenissima La Principessa di Nassau-Weilburg, Contessa di Sayn-Hachenburg, Burgravina di Kirchberg
  • 9 gennaio 1816 – 6 gennaio 1827: Sua Altezza Serenissima La Principessa Vedova di Nassau-Weilburg, Contessa di Sayn-Hachenburg, Burgravina di Kirchberg

Antenati[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g h Darryl Lundy, Isabelle Gräfin zu Sayn-Hachenburg, thePeerage.com, 1º maggio 2005. URL consultato il 25 maggio 2009.
  2. ^ a b c d e f g h Paul Theroff, NASSAU, Paul Theroff's Royal Genealogy Site. URL consultato il 25 maggio 2009.