Federico Francesco IV di Meclemburgo-Schwerin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Federico Francesco IV di Meclemburgo-Schwerin
Federico Francesco IV di Meclemburgo-Schwerin in una fotografia d'epoca.
Federico Francesco IV di Meclemburgo-Schwerin in una fotografia d'epoca.
Granduca di Meclemburgo-Schwerin
Stemma
In carica 1897-1918
Predecessore Federico Francesco III
Successore Titolo soppresso
Nascita Palermo, 9 aprile 1882
Morte Flensburg, 17 novembre 1945
Casa reale Meclemburgo-Schwerin
Padre Federico Francesco III di Meclemburgo-Schwerin
Madre Anastasija Michajlovna di Russia
Consorte Alessandra di Hannover e Cumberland
Religione Protestantesimo

Federico Francesco IV di Meclemburgo-Schwerin, in tedesco Großherzog Friedrich Franz IV von Mecklenburg-Schwerin (Palermo, 9 aprile 1882Flensburgo, 17 novembre 1945), è stato l'ultimo granduca di Meclemburgo-Schwerin dal 1897 al 1918 e reggente di Meclemburgo-Strelitz dal febbraio al novembre 1918.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

I primi anni[modifica | modifica sorgente]

Federico Francesco, 1904.

Nato a Palermo, Federico Francesco era figlio del granduca Federico Francesco III di Meclemburgo-Schwerin e della granduchessa Anastasija Michajlovna di Russia.

Egli succedette al padre il 10 aprile 1897 sotto la tutela di suo zio, il duca Giovanni Alberto di Meclemburgo-Schwerin, fino al raggiungimento della maggiore età, il 9 aprile 1901. Nel 1903 è apparso nel documentario King Christian IX Receives Grand Duke Friedrich-Franz ("Il re Cristiano IX riceve il granduca Federico-Francesco").

L'ascesa a due troni[modifica | modifica sorgente]

A seguito del suicidio di Adolfo Federico VI di Meclemburgo-Strelitz, ottenne la reggenza di Strelitz dal momento che l'erede legittimo, il conte di Carlow Carlo Michele di Meclemburgo-Strelitz, in servizio presso l'esercito russo, aveva rinunciato ai propri diritti al trono. Durante la Prima guerra mondiale, malgrado la sua posizione di generale non ottenne alcun comando nell'esercito imperiale, ma si limitò come principe a visitare le truppe del Meclemburgo impegnate sul fronte occidentale. Malgrado il peggiorare degli eventi bellici nel corso della grande guerra, Federico Francesco non perse però mai il suo stile di vita relativamente lussuoso, dedicandosi abitualmente alla caccia ed agli svaghi.

Intuendo i drammatici eventi della fine della guerra, nel primo autunno del 1918, il granduca organizzò una revisione più democratica della costituzione di stato grazie al suo primo ministro Adolf Langfeld, ma venne costretto ad abdicare il 14 novembre 1918 a seguito della sconfitta dell'Impero di Germania nella prima guerra mondiale, sebbene inizialmente si fosse mostrato contrario al cessate il fuoco ordinato dal kaiser. Il suo governo aveva seguito una linea conservatrice, che impedì alla regione di industrializzarsi come avvenne nel resto della Germania.

La vita dopo l'abdicazione[modifica | modifica sorgente]

Il documento di abdicazione sottoscritto personalmente da Federico Francesco IV di Meclemburgo-Schwerin

Con la rivoluzione tedesca del 1918, la famiglia reale del Meclemburgo-Schwerin venne espropriata dei propri possedimenti, ma Federico Francesco IV riuscì a ottenere che gli venisse riconosciuta una forte indennità per la sua rinuncia al trono e con questa somma riacquistò nel 1919 il Castello di caccia di Gelbensande e visse in quel luogo sino al 1921. Successivamente sino al 1945 visse al castello di Ludwigslust, dove l'Alexandrinen-Cottage era rimasto di sua proprietà. Nel 1945, con l'avanzata dell'Armata Rossa, la famiglia granducale fuggì al castello di Glücksburg ove Federico Francesco si ammalò a causa dell'inadeguata assistenza medica e nutrizionale e non riuscì a ripartire alla volta della capitale della Danimarca ove la sorella maggiore, regina, gli avrebbe offerto sicuro rifugio.

Morì a 63 anni il 17 novembre 1945 a Flensburg, poco dopo il trasferimento dell'intera famiglia nel Schleswig-Holstein. Questo trasferimento era dovuto al fatto che il 9 novembre di quell'anno il granduca era entrato sotto la tutela della 6ª sezione di sicurezza della RAF, accusato di collaborazionismo coi nazisti a causa anche dell'adesione del suo figlio primogenito alla causa hitleriana. Dopo la sua morte, gli succedette come capo della casata il figlio maggiore, Federico Francesco, sino a quando questi non contrasse matrimonio morganatico ed a quel punto il diritto di successione venne concesso al fratello minore Cristiano Luigi che aveva sposato un'aristocratica.

Federico Francesco dal 1901 era stato membro dei Corps Borussia Bonn[1] e dal 1933 dei Corps Visigothia Rostock.[2]

Matrimonio e figli[modifica | modifica sorgente]

A Gmunden, il 7 giugno 1904, Federico Francesco IV sposò la principessa Alessandra di Hannover e Cumberland (18821963), figlia di Ernesto Augusto di Hannover e della principessa Thyra di Danimarca. La coppia ebbe cinque figli:

Ascendenza[modifica | modifica sorgente]

Federico Francesco IV di Meclemburgo-Schwerin Padre:
Federico Francesco III di Meclemburgo-Schwerin
Nonno paterno:
Federico Francesco II di Meclemburgo-Schwerin
Bisnonno paterno:
Paolo Federico di Meclemburgo-Schwerin
Trisnonno paterno:
Federico Ludovico di Meclemburgo-Schwerin
Trisnonna paterna:
Elena Pavlovna Romanova
Bisnonna paterna:
Alessandrina di Prussia
Trisnonno paterno:
Federico Guglielmo III di Prussia
Trisnonna paterna:
Luisa di Meclemburgo-Strelitz
Nonna paterna:
Augusta di Reuss-Köstritz
Bisnonno paterno:
Enrico LXIII di Reuss-Köstritz
Trisnonno paterno:
Enrico VI di Reuss-Köstritz
Trisnonna paterna:
Enrichetta Casado y Huguetan
Bisnonna paterna:
Eleonora di Stolberg-Wernigerode
Trisnonno paterno:
Enrico di Stolberg-Wernigerode
Trisnonna paterna:
Jenny di Schönburg-Waldenburg
Madre:
Anastasija Michajlovna Romanova
Nonno materno:
Michail Nikolaevič Romanov
Bisnonno materno:
Nicola I di Russia
Trisnonno materno:
Paolo I di Russia
Trisnonna materna:
Sofia Dorotea di Württemberg
Bisnonna materna:
Carlotta di Prussia
Trisnonno materno:
Federico Guglielmo III di Prussia
Trisnonna materna:
Luisa di Meclemburgo-Strelitz
Nonna materna:
Cecilia di Baden
Bisnonno materno:
Leopoldo di Baden
Trisnonno materno:
Carlo Federico di Baden
Trisnonna materna:
Luisa Carolina Geyer di Geyersberg
Bisnonna materna:
Sofia Guglielmina di Svezia
Trisnonno materno:
Gustavo IV Adolfo di Svezia
Trisnonna materna:
Federica di Baden

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Gran maestro dell'Ordine del Grifone - nastrino per uniforme ordinaria Gran maestro dell'Ordine del Grifone
Gran maestro dell'Ordine della Corona wendica - nastrino per uniforme ordinaria Gran maestro dell'Ordine della Corona wendica
Cavaliere dell'Ordine dell'Elefante (Danimarca) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Elefante (Danimarca)
Commendatore dell'Ordine di San Giovanni del Baliaggio di Brandeburgo - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine di San Giovanni del Baliaggio di Brandeburgo
Croce di Ferro di I classe - nastrino per uniforme ordinaria Croce di Ferro di I classe
Croce di Ferro di II classe - nastrino per uniforme ordinaria Croce di Ferro di II classe

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Kösener Corpslisten, 9, 828
  2. ^ Kösener Corpslisten 1960, 120, 194

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Bernd Kasten: Der letzte Großherzog – Friedrich Franz IV. von Mecklenburg-Schwerin (1882–1945). In: Mecklenburgische Jahrbücher 122 (2007), p. 253-285

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Granduca di Meclemburgo-Schwerin Successore Flagge Großherzogtümer Mecklenburg.svg
Federico Francesco III 1897-1918
sino al 1901 con Giovanni Alberto di Meclemburgo-Schwerin
titolo soppresso
Predecessore Granduca reggente di Meclemburgo-Strelitz Successore Flagge Großherzogtümer Mecklenburg.svg
Adolfo Federico VI 1918 titolo soppresso
Predecessore Principe di Ratzeburg e signore di Stargard Successore Flagge Großherzogtümer Mecklenburg.svg
Adolfo Federico VI 1918 titolo soppresso
Predecessore Erede al trono di Meclemburgo-Schwerin Successore Flagge Großherzogtümer Mecklenburg.svg
Federico Francesco, principe ereditario
poi sovrano col nome di Federico Francesco III
Principe ereditario
1883-1897
Federico Francesco, principe ereditario

Controllo di autorità VIAF: 102665591