Ernesto Augusto di Hannover (1845-1923)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ernesto Augusto
Ernesto Augusto
Principe Ereditario di Hannover
Duca di Cumberland e Teviotdale
Duca di Cumberland e Teviotdale
Predecessore Giorgio
Successore titolo revocato
Capo del Casato di Hannover
In carica 12 giugno 1878 – 14 novembre 1923
Predecessore Giorgio V
Successore Ernesto Augusto III
Nome completo in tedesco: Ernst August Wilhelm Adolphus Georg Friedrich
Nascita Hannover, 21 settembre 1845
Morte Gmunden, 14 novembre 1923
Casa reale Casato di Hannover
Padre Giorgio V di Hannover
Madre Maria di Sassonia-Altenburg
Consorte Principessa Thyra di Danimarca
Figli Maria Luisa, Principessa di Baden
Principe Giorgio Guglielmo
Alessandra, Granduchessa di Meclemburgo-Schwerin
Principessa Olga
Principe Cristiano
Ernesto Augusto III, Duca di Brunswick

Ernesto Augusto, Principe Ereditario di Hannover, Erede di Brunswick, III Duca di Cumberland e Teviotdale, III Conte di Armagh, (Ernst August Wilhelm Adolphus Georg Friedrich; Hannover, 21 settembre 1845Gmunden, 14 novembre 1923), era il figlio maggiore ed unico figlio maschio di Giorgio V di Hannover e di sua moglie, Maria di Sassonia-Altenburg. Ernesto Augusto fu privato del trono di Hannover in seguito alla sua annessione alla Prussia nel 1866 ed in seguito del Ducato di Brunswick nel 1884. Sebbene fosse il maggiore dei bisnipoti in linea maschile di Giorgio III del Regno Unito, il Duca di Cumberland fu privato dei suoi titoli nobiliari ed onorificenze britanniche per aver parteggiato per la Germania nella prima guerra mondiale.

Infanzia[modifica | modifica sorgente]

Re Giorgio V la Regina Maria di Hannover ed i loro figli Ernest Augustus, Federica e Maria.

Il Principe Ernesto Augusto di Hannover, Duca di Brunswick e Lunenburg, Principe del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda, nacque ad Hannover durante il regno di suo nonno paterno, Ernesto Augusto I. Diventò il principe ereditario di Hannover all'ascesa di suo padre al trono come Giorgio V nel novembre 1851. Guglielmo I di Prussia e il suo ministro-presidente Otto von Bismarck deposero Giorgio V per aver parteggiato per la sconfitta Austria nella guerra austro-prussiana del 1866. Durante la guerra, il principe ereditario entrò in azione nella battaglia di Langensalza.

Esilio[modifica | modifica sorgente]

Dopo la guerra, l'esiliata famiglia reale hannoveriana si stabilì in Hietzing, vicino Vienna, ma trascorreva una buona quantità di tempo a Parigi. Georgio V non abbandono mai le sue pretese sul trono hannoveriano e mantenne la Legione Guelfica a sue proprie spese. L'ex principe ereditario viaggiò durante questo primo periodo di esilio.

Successione[modifica | modifica sorgente]

Quando Re Giorgio V morì a Parigi il 12 giugno 1878, il Principe Ernesto Augusto gli successe come Duca di Cumberland e Teviotdale nei Paria di Gran Bretagna e Conte di Armagh nei Paria d'Irlanda. La Regina Vittoria lo creò Cavallierie della Giarrettiera il 1 agosto 1878.

Matrimonio[modifica | modifica sorgente]

Durante la visita a suo cugino di secondo grado Alberto Edoardo, Principe di Galles (poi Re Edoardo VII) a Sandringham nel 1875, conobbe la principessa Thyra di Danimarca (29 settembre 1853-26 febbraio 1933), la figlia minore di Re Cristiano IX e una sorella della Principessa di Galles (poi regina Alessandra).

Il 21 dicembre/22 dicembre 1878, Ernsto Augusto e la principessa Thyra si sposarono al Palazzo di Christiansborg a Copenaghen.

Ernesto Augusto con la famiglia, fotografati da Karl Jagerspacher, 1887

Il Duca e la Duchessa di Cumberland ebbero sei figli:

Nome Nascita Morte Note
Maria Luisa 11 ottobre 1879 31 gennaio 1948 sposò il principe Maximilian di Baden (10 luglio 1867-6 novembr 1929); ebbe figli
Giorgio Guglielmo 28 ottobre 1880 20 maggio 1912
Alessandra 29 settembre 1882 30 agosto 1963 sposò Federico Francesco IV di Meclemburgo-Schwerin
Olga 11 luglio 1884 21 settembre 1958
Cristiano 4 luglio 1885 3 settembre 1901
Ernesto Augusto 17 novembre 1887 30 gennaio 1953 sposò la principessa Vittoria Luisa di Prussia

Ducato di Brunswick[modifica | modifica sorgente]

La regina Vittoria nominò il Duca di Cumberland maggiore generale nell'esercito britannico nel 1886 e lo promosse a tenente generale nel 1892 e generale nel 1898. Sebbene fosse un pari britannico e un principe di Gran Bretagna e Irlanda, continuò a considerarsi un monarca in esilio di un regno tedesco e rifiutò di rinunciare ai suoi diritti di successione di Hannover, stabilendo la sua dimora a Gmunden nell'Alta Austria.

Il Duca di Cumberland fu anche primo nella linea di successione al Ducato di Brunswick dopo il suo lontano cugino, il Duca Guglielmo. Nel 1879, quando diventò chiaro che la linea maggiore della Casata Guelfa si serebbe estinta con Guglielmo, il parlamento di Brunswick creò un consiglio di reggenza che assumesse l'amministrazione del ducato alla morte di Guglielmo. Questo consiglio avrebbe nominato un reggente se il duca di Cumberland non poteva salire al trono. Quando Guglielmo morì nel 1884, il Duca di Cumberland si proclamò Ernesto Augusto, Duca di Brunswick. Tuttavia, dal momento che rivendicava ancora di essere il legittimo re di Hannover, il Reichsrat tedesco dichiarò che avrebbe disturbato la pace dell'impero, se fosse salito al trono ducale. Sotto la pressione prussiana, il consiglio di reggenza ignorò le sue pretese e nominò il Principe Alberto di Prussia come reggente.

I negoziati tra Ernesto Augusto e il governo tedesco continuarono per quasi tre decenni, senza alcun risultato. Durante questo periodo, il Reggente Alberto morì e il Duca Giovanni Alberto di Meclemburgo fu nominato come reggente.

Riconciliazione[modifica | modifica sorgente]

Il Duca di Cumberland si riconciliò parzialmente con la dinastia Hohenzollern nel 1913, quando il figlio sopravvissuto, il Principe Ernesto Augusto, sposò l'unica figlia femmina dell'Imperatore germanico Guglielmo II, il nipote del re prussiano che aveva deposto suo padre. Rinunciò ai suoi diritti di successione al ducato di Brunswick (che erano appartenuti alla dinastia Guelfa dal 1235) il 24 ottobre 1913. In cambio, suo figlio minore Ernesto Augusto diventò il Duca di Brunswick regnante il 1 novembre. Guglielmo II creò l'anziano Ernesto Augusto Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera. Nel 1918 il giovane Duca Ernesto Augusto abdicò al suo trono insieme agli altri principi tedeschi quando tutte le dinastie tedesche furono abolite dal governo tedesco provvisorio, che fu istituito quando lo stesso imperatore abdicò e fuggì dalla Germania in esilio nei Paesi Bassi.

Guerra[modifica | modifica sorgente]

Lo scoppio della I Guerra Mondiale creò una rottura tra la famiglia reale britannica ed i suoi cugini hannoveriani. Il 13 maggio 1915, Re Giorgio V del Regno Unito ordinò di rimuovere il Duca di Cumberland dal Registro dell'Ordine della Giarrettiera. Secondo i termini del Titles Deprivation Act 1917, il 28 marzo 1919 il suo nome fu rimosso dalle liste dei Pari di Gran Bretagna e d'Irlanda dal decreto del Re in Consiglio per aver "imbracciato armi contro la Gran Bretagna."

Morte[modifica | modifica sorgente]

Il Principe Ernesto Augusto, l'ex Principe Ereditario di Hannover ed ex Duca di Cumberland, morì per un ictus nella sua proprietà di Gmunden nel novembre 1923.

Titoli, stili, onorificenze e stemma[modifica | modifica sorgente]

Titoli e stili[modifica | modifica sorgente]

  • 21 settembre 1845–18 novembre 1851: Sua Altezza Reale Principe Ernesto Augusto di Hannover e Cumberland
  • 18 novembre 1851–12 giugno 1878: Sua Altezza Reale Il Principe Ereditario di Hannover
  • 12 giugno 1878–28 marzo 1919: Sua Altezza Reale Il Duca di Cumberland e Teviotdale

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze hannoveriane[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dell'Ordine Reale Guelfo - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dell'Ordine Reale Guelfo

Onorificenze straniere[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro (Spagna) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro (Spagna)
— [1]
Cavaliere dell'Ordine della Giarrettiera - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Giarrettiera
«Espulso nel 1915»
— [2]
Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona Wendica - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona Wendica
Cavaliere dell'Ordine Militare di Maria Teresa - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine Militare di Maria Teresa

Ascendenza[modifica | modifica sorgente]

Ernesto Augusto, Principe Ereditario di Hannover Padre:
Giorgio V di Hannover
Nonno paterno:
Ernesto Augusto I di Hannover
Bisnonno paterno:
Giorgio III d'Inghilterra
Trisnonno paterno:
Federico di Hannover
Trisnonna paterna:
Augusta di Sassonia-Gotha-Altenburg
Bisnonna paterna:
Carlotta di Meclemburgo-Strelitz
Trisnonno paterno:
Carlo Ludovico Federico di Meclemburgo-Strelitz
Trisnonna paterna:
Elisabetta Albertina di Sassonia-Hildburghausen
Nonna paterna:
Federica di Meclemburgo-Strelitz
Bisnonno paterno:
Carlo II di Meclemburgo-Strelitz
Trisnonno paterno:
Carlo Ludovico Federico di Meclemburgo-Strelitz
Trisnonna paterna:
Elisabetta Albertina di Sassonia-Hildburghausen
Bisnonna paterna:
Federica Carolina Luisa d'Assia-Darmstadt
Trisnonno paterno:
Giorgio Guglielmo d'Assia-Darmstadt
Trisnonna paterna:
Maria Luisa Albertina di Leiningen-Dagsburg-Falkenburg
Madre:
Maria di Sassonia-Altenburg
Nonno materno:
Giuseppe di Sassonia-Altenburg
Bisnonno materno:
Federico di Sassonia-Altenburg
Trisnonno materno:
Ernesto Federico III di Sassonia-Hildburghausen
Trisnonna materna:
Ernestina Augusta di Sassonia-Weimar
Bisnonna materna:
Carlotta di Meclemburgo-Strelitz
Trisnonno materno:
Carlo II di Meclemburgo-Strelitz
Trisnonna materna:
Federica Carolina Luisa d'Assia-Darmstadt
Nonna materna:
Amalia di Württemberg
Bisnonno materno:
Ludovico Federico Alessandro di Württemberg
Trisnonno materno:
Federico II Eugenio di Württemberg
Trisnonna materna:
Federica Dorotea di Brandeburgo-Schwedt
Bisnonna materna:
Enrichetta di Nassau-Weilburg
Trisnonno materno:
Carlo Cristiano di Nassau-Weilburg
Trisnonna materna:
Carolina d'Orange-Nassau

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Geneall
  2. ^ Geneall

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]