Era seleucide

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'Era seleucide o 'Anno Graecorum' (= anno dei greci), talvolta indicata con "AG", è un sistema di numerazione degli anni utilizzato nell'Impero seleucide e in altre nazioni dell'antica civiltà ellenistica. Le date di questa era sono calcolate a partire dal ritorno di Seleuco I Nicatore a Babilonia dopo il suo esilio nell'Egitto tolemaico (agosto del 311 a. C.). Questo ritorno segnò la data di fondazione dell'impero seleucide ed è citato come inizio di una nuova era anche in una delle Cronache babilonesi, la Cronaca dei Diadochi.[1]

I due stili del calendario seleucide[modifica | modifica sorgente]

La numerazione degli anni presenta piccole differenze in base alla data scelta come capodanno.

  1. La popolazione dell'impero utilizzava il calendario babilonese, in cui il capodanno cadeva il 1 Nisanu (3 aprile nel 311 a.C.), perciò il loro anno 1 dell'era seleucide corrisponde circa al periodo Aprile 311 a.C. - Marzo 310 a.C. Anche gi ebrei utilizzarono questo stile dell'era seleucide sotto il nome di "Era dei Contratti" (Minyan Shtarot). Questo uso compare anche nel Primo libro dei Maccabei, in 6:20, 7:1, 9:3, 10:1, etc.[2]
  2. Anche la corte macedone utilizzava il calendario babilonese (sia ma poneva il capodanno in autunno (non si conosce la data precisa). In questo sistema l'anno 1 corresponde al periodo fra l'autunno del 312 a.C. e quello del 311 a.C. Con il settimo secolo AD (il decimo AG) i cristiani della Siria occidentale adottarono il periodo 1 ottobre-30 settembre.[3]

Queste differenze di stile comportano che le date differiscono di un anno in certi mesi dell'anno. Bickerman dà questo esempio: la riconsacrazione del Secondo Tempio di Gerusalemme da parte di Giuda Maccabeo approssimativamente il 15 dicembre 164 a.C., cadde nell'anno 148 dell'era seleucide secondo lo stile babilonese/ebraico e nel 149 per la corte macedone.[4]

Uso dell'era seleucide[modifica | modifica sorgente]

L'era seleucide restò in uso per molti secoli dopo il crollo dell'impero seleucide. Per esempio compare nella iscrizione di Zebed in Syria, datata 24 di Gorpiaios, 823 (24 settembre 512 CE),[5] e negli scritti di Giovanni di Efeso.[6] I cronisti siriani continuarono ad utilizzarla sino a Michele il siriaco nel secolo XII AD (XV AG).[3] Nelle tombe Nestoriane in Asia centrale compare ancora nel XIV secolo CE.[7] Gli Ebrei Yemeniti, poi, hanno continuato a utilizzare il calendario babilonese/ebraico fino all'epoca moderna e lo utilizzano anche oggi per alcuni scopi rituali.[8]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Babylonian Diadochi Chronicle (BCHP) 3; obverse, line 4.
  2. ^ Emil Schürer, A History of the Jewish People in the Time of Jesus Christ, T&T Clark, 1890, pp. 36–44.
  3. ^ a b Andrew Palmer, The Seventh Century, Liverpool University Press, 1993, xxxiv, xxxvii, lii-lviii.
  4. ^ Elias J. Bickerman, Notes on Seleucid and Parthian Chronology in Berytus, vol. 8, 1943, pp. 73–84.
  5. ^ M. A. Kugener, "Nouvelle Note Sur L'Inscription Trilingue De Zébed", Rivista degli Studi Orientali (1907), pp. 577-586.
  6. ^ Peter Charanis, "On the Question of the Hellenization of Sicily and Southern Italy During the Middle Ages", American Historical Review, 52:1 (1946), p. 82.
  7. ^ Syriac Gravestones from Central Asia
  8. ^ Jewish Encyclopedia

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Cronologia
MontreGousset001.jpg
Preistoria

Cronologia dell'evoluzione dei vertebrati
Cronologia dell'evoluzione dei mammiferi
Cronologia dell'evoluzione dei primati
Cronologia dell'evoluzione umana
Cronologia della preistoria
Cronologia della protostoria

Storia antica e Medioevo

Cronologia della storia antica
Cronologia della Mesopotamia
Cronologia dell'antico Egitto e Vicino Oriente
Cronologia dell'antica Grecia e Asia minore
Cronologia delle civiltà Europee
Cronologia della antica Persia, India e Asia centrale
Cronologia dell'Asia Orientale
Cronologia dell'Africa antica
Cronologia delle civiltà precolombiane
Cronologia degli eventi dell'antica Roma
Cronologia della tarda antichità
Cronologia del medioevo

Storia moderna e contemporanea

Cronologia della storia moderna
Cronologia della storia contemporanea

Portale Storia · V · D · M