Edoardo Amaldi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'ATV, vedi ATV-003 Edoardo Amaldi.
Edoardo Amaldi (1952)

Edoardo Amaldi (Carpaneto Piacentino, 5 settembre 1908Roma, 5 dicembre 1989) è stato un fisico italiano attivo nel campo della fisica nucleare.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio del matematico Ugo e di Luisa Basini, sposò nel 1933 Ginestra Giovene. Edoardo fece parte dei Ragazzi di via Panisperna, il gruppo di studio che, capitanato da Enrico Fermi, ottenne risultati fondamentali nella fisica del nucleo, coronati nel 1938 dall'assegnazione del premio Nobel a Fermi.

Da sinistra: Oscar D'Agostino, Emilio Segrè, Edoardo Amaldi, Franco Rasetti ed Enrico Fermi

Nella fisica delle particelle, diede fondamentali contributi alla determinazione delle caratteristiche dei costituenti della radiazione cosmica e allo studio degli elementi subatomici della materia, promuovendo la realizzazione dei primi acceleratori di particelle in Italia nel secondo dopoguerra (elettrosincrotrone di Frascati).

Oltre alla fisica nucleare e delle particelle, Amaldi apportò avanzati studi sui fenomeni magnetici, elaborando la teoria dei monopoli magnetici e delle onde gravitazionali.

Contribuì in prima persona alla creazione dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), del Centro Europeo di Ricerche Nucleari (CERN) di Ginevra e dell'Agenzia Spaziale Europea (ESA). Fu segretario generale del CERN negli anni 1952-1954, Presidente dell'INFN e Presidente dell'Accademia nazionale dei Lincei.

Ha ricoperto per oltre 40 anni la cattedra di Fisica sperimentale all'Università la Sapienza di Roma.

Per i suoi contributi in tale disciplina è considerato una delle figure preminenti della fisica italiana nella seconda metà del XX secolo.

Edoardo Amaldi è stato anche un affermato benefattore e operatore umanitario con la sua adesione al Pugwash Conferences on Science and World Affairs, movimento per lo smantellamento delle armi nucleari e all’ISODARCO (International School on Disarmament and Research on Conflicts).

Edoardo Amaldi è il padre del fisico Ugo e del biologo molecolare Francesco.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

  • Nel 1977 gli è stato assegnato il Premio Francesco Somaini[1].
  • Nel 1989 gli è stata assegnata la Medaglia Tate[2].
  • Una fondazione, la Fondazione Edoardo Amaldi è a lui dedicata
  • La SIGRAV ha istituito la "Medaglia Amaldi" in suo onore[3].
  • La Fondazione Edoardo Amaldi assieme all’A.I.F. ed al Dipartimento di Fisica dell'Università La Sapienza di Roma hanno istituito un concorso per giovani ricercatori che porta il suo nome[4].
  • L'asteroide 18169 Amaldi è stato così nominato in suo onore.

Note[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Miriam Mafai, Il lungo freddo, Rizzoli, 2012
  • Laura Fermi, Atomi in famiglia, Mondadori, 1954

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 45512650 LCCN: n50024129