Fisica sperimentale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Tra i campi della fisica, la fisica sperimentale racchiude le discipline e sotto-discipline che utilizzano direttamente i significati delle osservazioni dei fenomeni fisici con lo scopo di ottenere dati ed informazioni riguardanti l'Universo e i suoi fenomeni fisici. L'obiettivo di tutte queste discipline è di raggruppare e spiegare tutti i dati ottenuti. I metodi variano molto: da semplici esperimenti e semplici osservazioni fino ad esperimenti più complicati come le osservazioni presso gli acceleratori di particelle come l'LHC.

Importanza[modifica | modifica sorgente]

L'aspetto sperimentale, cioè l'esperimento, è stato da sempre il primo passo dell'indagine scientifica ovvero del metodo scientifico in fisica e nelle scienze sperimentali. Ad esso si associa la fase dell'interpretazione teorica dei risultati osservati spesso relegata al campo della fisica teorica in grado di interpretare il tutto in eleganti teorie fisico-matematiche. Le due branche collaborano dunque insieme per il raggiungimento dei fini dell'indagine scientifica.

Metodi[modifica | modifica sorgente]

Articolo principale: Esperimento

La fisica sperimentale usa due principali metodi per la ricerca sperimentale: esperimenti controllati ed esperimenti naturali. Gli esperimenti controllati sono spesso utilizzati nei laboratori dove è possibile realizzare ambienti condizionati. Gli esperimenti naturali sono utilizzati, ad esempio, in astrofisica dove si osservano gli oggetti celesti ed è impossibile influenzarne le variabili.

Esperimenti attuali[modifica | modifica sorgente]

Parte del rivelatore di CMS all'LHC presso il CERN di Ginevra, un'attività sperimentale.

Alcuni esempi dei più importanti progetti di fisica sperimentale sono:

Sperimentalisti[modifica | modifica sorgente]

Gli sperimentalisti o empiristi sono scienziati che intraprendono attività di ricerca nella fisica sperimentale o studiano campi contenuti all'interno della fisica sperimentale stessa. Inizialmente molti di questi scienziati erano anche fisici teorici. Alcuni dei più noti furono/sono Galileo Galilei, Michael Faraday, Ernst Mach, Ernest Rutherford, Wilhelm Conrad Röntgen, Antoine Henri Becquerel, Marie Curie, John William Strutt Rayleigh, Joseph John Thomson, Max von Laue, William Lawrence Bragg, Albert Abraham Michelson, Robert Andrews Millikan, Chandrasekhara Venkata Raman, Enrico Fermi, Ernest Orlando Lawrence, William Bradford Shockley e John Bardeen.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Fisica Portale Fisica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Fisica