Cromosoma 21

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cromosoma 21
Informazioni generali
Lunghezza 46.944.323 bps
SNPs 163.301
Geni che codificano per proteine
Noti 274
Presunti 20
Pseudogeni 9
Geni che codificano per RNA
rRNA 3
miRNA 6
snRNA 10
snoRNA 5
Altri RNA 6
Rappresentazione grafica
Chr-21.jpeg
Dati aggiornati su Ensembl

Con il nome di cromosoma 21 si indica per convenzione il più piccolo cromosoma umano in ordine di grandezza, con circa 47 milioni di nucleotidi. Gli individui presentano solitamente due copie del cromosoma 21, come di ogni autosoma, che rappresentano circa l’1,5% del DNA totale nella cellula.

Nel 2000 i ricercatori del Progetto Genoma Umano hanno annunciato il successo nel sequenziamento di tutte le basi azotate che compongono il cromosoma. Il cromosoma 21 fu il secondo cromosoma umano ad essere sequenziato completamente.

Ancora oggi, tuttavia, la determinazione dei geni presenti sul cromosoma è un'area attiva di ricerca. Ne sono stati individuati circa 300, sebbene si ritenga che possano esservene fino a 400.

Il numero di polimorfismi a singolo nucleotide (SNP) individuati è di oltre 150.000.

Geni[modifica | modifica sorgente]

Alcuni geni fondamentali di questo cromosoma sono[1]:

  • APP: proteina precursore della beta-amiloide (A4) (peptidasi nexina-II, correlata alla malattia di Alzheimer)
  • CBS: cistationina beta-sintasi
  • CLDN14: claudina 14
  • HLCS: olocarbossilasi sintasi (biotina-(proprionil-Coenzima A-carbossilasi) ligasi)
  • KCNE1: canale voltaggio-dipendente del potassio, Isk-related family, membro 1
  • KCNE2: canale voltaggio-dipendente del potassio, Isk-related family, membro 2
  • ITGB2: integrina beta 2 (simboli precedenti erano CD18, LCAMB)
  • SOD1: superossido dismutasi 1, solubile (correlata alla Sclerosi laterale amiotrofica 1 (adulta))
  • TMPRSS3: proteasi transmebrana, serina 3

Malattie[modifica | modifica sorgente]

Le seguenti malattie hanno una qualche correlazione con i geni del cromosoma 21[2]:

Aberrazioni cromosomiche o genomiche[modifica | modifica sorgente]

Le seguenti condizioni sono causate da cambiamenti nella struttura o nel numero di copie del cromosoma 21:

  • Cancro: riarrangiamento (traslocazione) di materiale genetico tra il cromosoma 21 e altri cromosomi sono stati associati ad alcuni tipi di cancro. Per esempio, la leucemia acuta dei linfoblasti (cancro diagnosticato nei bambini) è stato associato alla traslocazione tra il cromosoma 12 e 21. Altra forma di leucemia, la leucemia mieloide acuta, interessa i cromosomi 8 e 21.
  • Sindrome di Down: tale sindrome è quasi sempre da riferirsi alla trisomia 21. Ciò significa che il cariotipo di un soggetto per tutte le sue cellule contiene 3 copie del cromosoma 21 anziché due. A volte la sindrome di Down, invece, può essere il risultato di un mosaicismo, dove solo una parte delle cellule del soggetto ha una copia eccedente del cromosoma 21; si avrà così la Sindrome di Down da mosaico. In una piccola percentuale di casi, la sindrome è causata da una traslocazione di materiale cromosomico tra il 21 ed un altro cromosoma. Come risultato, un soggetto avrà le due normali copie del 21, più altro DNA del cromosoma 21 rintracciabile in un altro cromosoma. In questo caso la sindrome viene detta di Down da traslocazione.
  • Altre modificazioni della struttura del cromosoma 21 hanno vari effetti, inclusi: ritardo mentale, ritardo dello sviluppo, e caratteristici tratti somatici facciali. In vari casi i segni e i sintomi sono molto simili a quelli della sindrome di Down. Altre aberrazione del cromosoma 21 sono la perdita di segmenti del cromosoma 21 (monosomia 21 parziale), o l’acquisizione di una struttura circolare dovuta alla perdita dei segmenti distali (telomeri) dei bracci grande e piccolo (cromosoma 21 ad anello).
  • La duplicazione del locus per Proteina precursore dell’amiloide (APP) sul cromosoma 21 è stato dimostrato causare un’insorgenza familiare precoce della malattia di Alzheimer. Tutti i pazienti che presentavano una copia eccedente di APP, a causa di una duplicazione, mostravano tale malattia con una grave angiopatia amieloide cerebrale (CAA).
  • La trisomia è compatibile con la vita, anche adulta, la monosomia incompatibile.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Hattori M et al, The DNA sequence of human chromosome 21 in Nature, vol. 405, n. 6784, 2000, pp. 311-9. PMID 10830953.
  2. ^ (EN) Gilbert F, Disease genes and chromosomes: disease maps of the human genome. Chromosome 21 in Genet Test, vol. 1, n. 4, 1997, pp. 301-6. PMID 10464663.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Antonarakis SE, Lyle R, Dermitzakis ET, Reymond A, Deutsch S, Chromosome 21 and down syndrome: from genomics to pathophysiology in Nat Rev Genet, vol. 5, n. 10, 2004, pp. 725-38. PMID 15510164.
  • Antonarakis SE, Lyle R, Deutsch S, Reymond A, Chromosome 21: a small land of fascinating disorders with unknown pathophysiology in Int J Dev Biol, vol. 46, n. 1, 2002, pp. 89-96. PMID 11902692.
  • Antonarakis SE, Chromosome 21: from sequence to applications in Curr Opin Genet Dev, vol. 11, n. 3, 2001, pp. 241-6. PMID 11377958.
  • Gardiner K, Davisson M, The sequence of human chromosome 21 and implications for research into Down syndrome in Genome Biol, vol. 1, n. 2, 2000, pp. REVIEWS0002. PMID 11178230.
  • Sawinska M, Ladon D, Mechanism, detection and clinical significance of the reciprocal translocation t(12;21)(p12;q22) in the children suffering from acute lymphoblastic leukaemia in Leuk Res, vol. 28, n. 1, 2004, pp. 35-42. PMID 14630078.
  • Sleegers K,Brouwers N,Gijselinck I,Theuns J, Goossens D, Wauters J,Del-Favero J,Cruts M, van Duijn CM,Van Broeckhoven C., APP duplication is sufficient to cause early onset Alzheimer's dementia with cerebral amyloid angiopathy in Brain, 2006. PMID 16921174.
  • Rovelet-Lecrux A,Hannequin D,Raux G,Le Meur N,Laquerriere A, Vital A,Dumanchin C,Feuillette S,Brice A,Vercelletto M, Dubas F,Frebourg T,Campion D., APP locus duplication causes autosomal dominant early-onset Alzheimer disease with cerebral amyloid angiopathy in Nature Genetics, 2005. PMID 16369530.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Biologia Portale Biologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biologia