Corpo minore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un corpo minore del sistema solare è generalmente un corpo celeste di secondaria rilevanza, come dimensioni, rispetto ai più notevoli pianeti o il Sole stesso.

A questa categoria di oggetti celesti appartengono principalmente le comete e gli asteroidi.

Definizione[modifica | modifica sorgente]

I corpi minori sono generalmente oggetti di piccola massa, distinti dai pianeti maggiori, ma in alcuni casi la classificazione è problematica, in quanto non esiste una linea di separazione netta fra le differenze dei corpi del sistema solare. La stessa definizione di pianeta è stata messa in crisi con la scoperta degli oggetti più grandi della fascia di Edgeworth-Kuiper, che ha portato alla riclassificazione di alcuni corpi del sistema solare, tra cui Plutone, a pianeta nano. Si è anche discusso se Plutone non fosse una cometa gigante[1]

Ricerche[modifica | modifica sorgente]

I corpi minori sono considerati particolarmente importanti per la comprensione della formazione ed evoluzione del sistema solare, infatti è probabile che rappresentino i resti della primordiale materia proto-planetaria indifferenziata[2].

Ulteriore interesse nello studio di questi corpi riguarda l'eventualità di un impatto con la Terra, infatti le loro orbite, in alcuni casi, li portano ad avvicinarsi pericolosamente al nostro pianeta. I corpi minori del Sistema Solare con questa caratteristica sono indicati con la sigla NEO, near-Earth object o, nel caso specifico degli asteroidi, NEA. Uno studio accurato delle caratteristiche di questi corpi celesti perciò è importante anche per poter progettare le contromisure più adatte in caso di pericolo.

Missioni passate[modifica | modifica sorgente]

Alcune sonde hanno visitato comete e asteroidi:

Missioni in corso[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Is Pluto a giant comet?. URL consultato il 19 giugno 2007.
  2. ^ Esplorazione del sistema solare - Corpi minori del Sistema Solare, ASI (Agenzia Spaziale Italiana). URL consultato il 19 giugno 2007.
  3. ^ (EN) Andrew Cheng (NEAR Project Scientist), Landing on Eros, sito ufficiale della sonda NEAR. URL consultato il 19 giugno 2007.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Il Sistema solare
Sole Mercurio Venere Luna Terra Fobos e Deimos Marte Cerere Fascia principale Giove Satelliti naturali di Giove Saturno Satelliti naturali di Saturno Urano Satelliti naturali di Urano Satelliti naturali di Nettuno Nettuno Satelliti naturali di Plutone Plutone Satelliti naturali di Haumea Haumea Makemake Fascia di Kuiper Disnomia Eris Disco diffuso Nube di OortSolar System XXX.png
Stella: Sole (Eliosfera · Corrente eliosferica diffusa · Campo magnetico interplanetario)
Pianeti:
(☾ = luna/e ∅ = anelli)
MercurioVenereTerra ( ) • Marte ( ) • Giove ( ) • Saturno ( ) • Urano ( ) • Nettuno ( )
Pianeti nani e plutoidi: CererePlutone ( ) • Haumea ( ) • MakemakeEris ( )
Corpi minori: Asteroidi (NEA · Fascia principale · Troiani · Centauri) • TNO (Fascia di Kuiper · Disco diffuso) • Comete (Radenti · Periodiche · Non periodiche · Damocloidi · Nube di Oort)
Argomenti correlati: Sistema planetarioPianeta extrasolareDefinizione di pianetaPianeti ipotetici
Stub astronomia.png Questo box:     vedi · disc. · mod.
Astronomia Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica