Comunità germanofona del Belgio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Comunità germanofona del Belgio
comunità
(DE) Deutschsprachige Gemeinschaft
Comunità germanofona del Belgio – Bandiera
Il Consiglio della comunità germanofona del Belgio ad Eupen
Il Consiglio della comunità germanofona del Belgio ad Eupen
Localizzazione
Stato Belgio Belgio
Amministrazione
Capoluogo Eupen
Presidente Karl-Heinz Lambertz (SP) dal 6/07/1999
Lingue ufficiali tedesco
Data di istituzione 1984
Territorio
Coordinate
del capoluogo
50°37′N 6°01′E / 50.616667°N 6.016667°E50.616667; 6.016667 (Comunità germanofona del Belgio)Coordinate: 50°37′N 6°01′E / 50.616667°N 6.016667°E50.616667; 6.016667 (Comunità germanofona del Belgio)
Superficie 854 km²
Abitanti 75 700 (2011)
Densità 88,64 ab./km²
Altre informazioni
Lingue tedesco
Fuso orario UTC+1
Cartografia

Comunità germanofona del Belgio – Localizzazione

Sito istituzionale

La Comunità germanofona del Belgio (in tedesco Deutschsprachige Gemeinschaft Belgiens /ˈdɔɪ̯tʃˌʃpʀaxɪɡə ɡəˈmai̯nʃaft ˈbɛlɡiəns/, in francese Communauté germanophone de Belgique, in olandese Duitstalige Gemeenschap) è una delle comunità federali del Belgio.

È la più piccola delle tre comunità federali del Belgio e comprende i due cantoni Eupen e Sankt Vith per un totale di 9 comuni. Insieme ai comuni di Malmedy e Waimes (ora parte della Vallonia, la comunità francofona) formava un tempo la regione storica di Eupen e Malmedy, anche chiamata Ostbelgien, Belgio orientale. Occupa 854 km² ed ha una popolazione di oltre 75.000 abitanti quasi al 100% di lingua tedesca. Il centro amministrativo della Comunità è Eupen.

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

L'area in seguito nota come Cantone Orientale o DGB era storicamente parte della Germania, ma venne annessa al Belgio a seguito della sconfitta tedesca nella prima guerra mondiale e al conseguente trattato di Versailles. Il nuovo cantone era parte del Belgio da appena venti anni quando nel 1940 venne ripreso dai tedeschi durante la seconda guerra mondiale. Molti abitanti sostennero il ricongiungimento con la Germania, sentendosi essi stessi tedeschi. A conclusione della guerra, nel 1945, il cantone venne nuovamente annesso al Belgio e come risultato della presunta collaborazione venne fatto un tentativo di "degermanizzare" la popolazione locale, da parte delle autorità belghe e vallone.

A iniziare dai primi anni sessanta il Belgio venne diviso in quattro aree linguistiche, quella fiamminga di lingua olandese, quella vallone di lingua francese, quella della capitale di Bruxelles che è bilingue, e quella del Cantone Orientale di lingua tedesca. Nel 1973, vennero costituite tre regioni e tre comunità con le rispettive autonomie. Venne istituito anche il Consiglio della comunità germanofona, Rat der Deutschsprachigen Gemeinschaft. Oggi la DGB ha un buon livello di autonomia, in particolare per questioni legate alla lingua e alla cultura. La DGB comunque rimane parte della regione francofona della Vallonia. Si sono avuti molti dibattiti negli ultimi anni perché alla DGB venga affidata una propria regione come per fiamminghi e valloni. Molte delle persone di lingua tedesca auspicano ciò, inoltre richiedono una maggiore autonomia fiscale e finanziaria.

Karl-Heinz Lambertz, ministro-Presidente della DGB è uno dei sostenitori della piena autonomia regionale.

Comuni della Comunità germanofona del Belgio[modifica | modifica sorgente]

Comuni della Comunità germanofona del Belgio
Comune Superficie Popolazione
Amel (5) 125,15 km² 5.331 ab.
Büllingen (6) 150,49 km² 5.453 ab.
Burg-Reuland (7) 108,96 km² 3.957 ab.
Bütgenbach (8) 97,31 km² 5.585 ab.
Eupen (1) 103,74 km² 18.408 ab.
Kelmis (2) 18,12 km² 10.472 ab.
Lontzen (3) 28,73 km² 5.175 ab.
Raeren (4) 74,21 km² 10.199 ab.
Sankt Vith (9) 146,93 km² 9.190 ab.


Parlamento[modifica | modifica sorgente]

Il parlamento a Eupen

Ecco il Consiglio della comunità germanofona del Belgio diviso in seggi alle ultime elezioni:

Partito Seggi
Partito Sociale Cristiano (CSP) 7
Partito per la Libertà e il Progresso (PFF) 4
Partito Socialista (SP) 5
ProDG 4
Ecolo 3
Vivant 2
 Totale
25

Ministri-presidenti della Comunità germanofona del Belgi[modifica | modifica sorgente]

N. N Data di nascita Dal Al Partito
1 Bruno Fagnoul 11 giugno 1936 30 gennaio 1984 11 novembre 1986 PFF
2 Joseph Maraite 11 settembre 1949 11 novembre 1986 6 luglio 1999 CSP
3 Karl-Heinz Lambertz 4 luglio 1952 6 luglio 1999 in carica PS

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Belgio Portale Belgio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Belgio