Cobas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diritto del lavoro in Italia








modifica

Categoria:Diritto del lavoro
Portale: Diritto del lavoro

I Cobas sono dei sindacati italiani, la cui connotazione ("sindacati di base"), alternativa a quella dei sindacati confederali, fa riferimento all'essere organizzati a livello locale e non in forma verticistica.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il termine Cobas nacque originariamente nei primi anni ottanta come sigla Co.Ba.S. (Comitati di Base della Scuola) ed è stato poi contratto nella forma attuale a significare i comitati di base di qualsiasi categoria, non solo della scuola pubblica. In qualche modo essi si richiamavano, in forma diversa (sindacale), a quegli organismi, che erano sorti negli anni '70 (Comitati di base, Comitati di lotta, Comitati di agitazione, ecc.) all'interno del movimento operaio e studentesco.

Dopo alcuni tentativi di consigli di fabbrica autoconvocati nel settore metalmeccanico avvenuti nel 1984 di fronte all'attacco al "costo del lavoro" da parte anche di componenti dello stesso "mondo sindacale" (riferite al Psi), le prime categorie in cui i lavoratori si autorganizzarono in comitati di base furono nel 1986 la scuola pubblica (con la creazione dell'Associazione COBAS Scuola, trasformatasi nel 1995 in Associazione Federativa Nazionale COBAS Scuola) e i macchinisti delle Ferrovie dello Stato (con il CO.M.U.). In seguito sono sorti Cobas in tutte le categorie, a volte organizzati in reti, come la Confederazione COBAS, la Confederazione Italiana di Base Unicobas (scuola e intercategoriale), Slai Cobas (vedi Slai Cobas) ossia Sindacato Lavoratori Autorganizzati Intercategoriale (in particolare ma non solo, nelle principali fabbriche metalmeccaniche ove erano presenti organismi sopravvissuti alla repressione degli anni '80, in particolare all'Alfa di Arese, Pomigliano, all'ILVA di Taranto, sorto formalmente nel novembre 1993, passando per il convegno di Bellaria e le successive ramificazioni, SinCobas a Torino e Genova (ora ne esiste una continuazione a Genova, SinBase), Slai Cobas per il sindacato di classe a Taranto Palermo Ravenna e Bergamo, e SI Cobas).

Nel 1996 risultò eletta in Parlamento Mara Malavenda, storica dirigente napoletana dello Slai Cobas, eletta nelle liste di Rifondazione comunista.

Non esistono organizzazioni "più importanti", esiste una articolazione che risponde al risveglio del movimento dei lavoratori fuori e contro l'irreggimentazione confederale e la limitazione dei diritti sindacali da parte di vari governi, con le varie differenze territoriali e di settore.

Tra le organizzazioni di tipo centralistico il cui leader storico è stato Bernocchi vi è la Confederazione Cobas che è presente oltre che nella scuola, in varie situazioni di lavoro produttivo e dei servizi, ma non in dimensioni particolarmente maggiori delle altre O.S.

Vi sono forme di organizzazione tra i Pensionati e i Migranti che sfuggono ad una particolare unicità.

Nel 2010 si sono unificate varie organizzazioni nella Unione Sindacale di Base sorta dalla unificazione di (Rdb-Cub, Sindacato dei Lavoratori e parte della Cub]

Vi è la Confederazione Italiana di Base Unicobas (Scuola, Università, Formazione Professionale, Sanità, Pubblico Impiego, Enti Locali, Metalmeccanici e lavoratori generici del settore privato).

Dell'area del sindacalismo di base fa parte anche l'Unione Sindacale Italiana e l'A.S.La COBAS (Associazione Sindacale Lavoratori di Base) costituitasi a Cassino (all'interno della FIAT) ad agosto 2011.

Recentemente i Cobas sono saliti alla cronaca anche nel settore dei camionisti (autotrasporti privati) con numerose lotte e denunce soprattutto nel nord Italia (Arcese a Trento, poi la strage di Cessalto dell'agosto 2008 provocata da un camion della BFC, andata in onda anche su Anno zero "corri bisonte corri", portando anche alla formazione di una proposta trasversale ai vari sindacati di base, attraverso la (sorta nel 2008) Federazione Autisti Operai.

Si può stimare la consistenza dei vari sindacati di base in circa 400 mila lavoratori iscritti.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

I Cobas sono comitati di lavoratori autorganizzati che differiscono dai sindacati confederali in quanto non hanno un'organizzazione verticistica nazionale che decide delle vertenze "dall'alto", ma sono organizzati localmente "dal basso" (o appunto, dalla "base"). Tale strategia organizzativa è tesa a recuperare l'organizzazione sindacale tipica dei "consigli di fabbrica", abbandonata da CGIL, CISL e UIL all'indomani delle sconfitte sindacali dei primi anni '80.

Il tipo di organizzazione, di istanze sindacali, di strategia dei Cobas hanno fatto sì che i loro membri fossero nella maggior parte di sinistra, o comunque di ispirazione antiliberista o anticapitalista - e hanno trovato in taluni casi appoggio nei partiti della sinistra

La sigla poi dei cosiddetti Cobas del Latte è foriera di confusione in quanto si tratta di una nomea data dalla stampa in luogo invece del Co.SPLat., Comitato Spontaneo Produttori Latte), costituiti da liberi imprenditori che si sono dissociati fortemente nel tempo dai principali sindacati agricoli.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]