Chirurgia toracica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

La chirurgia toracica è una branca della chirurgia che si occupa di interventi su polmoni e altre grosse formazioni intratoraciche:[1] esofago, vie aeree profonde, trachea, grossi bronchi; nonché in caso di affezioni mediastiniche. Si differisce dalla chirurgia cardiovascolare in quanto non si opera il cuore.

Zone interessate[modifica | modifica wikitesto]

La chirurgia toracica interessa un'infinità di malformazioni, masse tumorali, traumi. Tra le più comuni e studiate dalla letteratura medica ritroviamo, a seconda del luogo originale:

Parete toracica[modifica | modifica wikitesto]

Pleura[modifica | modifica wikitesto]

  • Pneumotorace, molti sono i tipi di interventi che si utilizzano in tale occasione
  • Emotorace, a seconda delle perdite di sangue della persona cambia il tipo di intervento
  • Chilotorace, da procedere solo in caso in cui i normali trattamenti non risultano sufficienti, si utilizza la pleurodesi
  • Empiema, raccolta di pus nello spazio pleurico, in tali casi si cerca di riportare alle condizioni normali il polmone minacciato, e in ultima istanza si utilizza la decorticazione pleurica
  • Emotorace, quasi mai si arriva all'intervento chirurgico che consiste in una toracotomia

Mediastino[modifica | modifica wikitesto]

La chirurgia toracica interessa il mediastino soprattutto per la cura di diverse sindromi:

Per tutte il trattamento chirurgico di scelta è l'exeresi (ovvero l'asportazione chirurgica dell'origine della sindrome, solitamente in questi casi di una massa tumorale)

Trachea[modifica | modifica wikitesto]

La trachea è interessata da numerose malformazioni congenite (ovvero presenti dalla nascita) che tranne per l'agenesia della stessa, incurabile in quanto mortale alla nascita, sono previsti interventi chirurgici correttivi:

  • Fistole esofago-tracheali, le malformazioni più frequenti a livello della trachea,[3] dove si asporta il tragitto fistoloso
  • Diaframma a membrana, con asportazione
  • Stenosi (si dividono in tre forme, l'ipoplasia generalizzata, stenosi a imbuto, stenosi segmentaria), la cui terapia cambia a seconda dell'età del soggetto, mentre negli adulti si opera con resezione della stenosi nei neonati dove non hanno ancora completa lo sviluppo della trachea si preferisce operare diversamente comportando dilatazioni endoscopiche.

Polmoni[modifica | modifica wikitesto]

Nei polmoni oltre a malformazioni e masse tumorali vi sono molte infezioni che necessitano di interventi chirurgici

  • Cisti broncogene
  • Sequestro polmonare
  • Ascesso polmonare, in seguito a drenaggio transtoracico (che a volte si rivela sufficiente) si provvede ad exeresi della porzione malata o lobectomia
  • Enfisema, il cui trattamento chirurgico è previsto nei casi di aggravamento e sono di diversa specie, dalla bullectomia alla pleurodesi
  • Tubercolosi polmonare, per la quale sono possibili diverse forme di intervento: collassoterapia, toracoplastica e resezione.
  • Bronchiectasia, viene trattata con exeresi che sopprime la dilatazione anomala

Tipologia[modifica | modifica wikitesto]

Chirurgia toracica videoassistita[modifica | modifica wikitesto]

Esiste una forma particolare di chirurgia toracica che ne prevede in determinati casi (soprattutto per il trattamento di piccole e medie lesioni), la cui mortalità è registrata al 2% degli interventi.[5]

Possibili rischi[modifica | modifica wikitesto]

Data la natura delicata dell'intervento, ogni forma di chirurgia toracica dovrebbe essere utilizzata solo in fallimento di altre terapie di contenimento, diverse sono le possibili complicanze in seguito ad interventi fra cui deficit respiratori che in casi gravi portano alla morte del soggetto, dove studi hanno dimostrato attestarsi intorno al 4% dei casi.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Douglas M. Anderson, A. Elliot Michelle, Mosby’s medical, nursing, & Allied Health Dictionary sesta edizione Pag 299, New York, Piccin, 2004, ISBN 88-299-1716-8.
  2. ^ Renzo Dionigi, Chirurgia basi teoriche e Chirurgia generale Pag 897, Milano, Elsevier-Masson, 2006, ISBN 978-88-214-2912-5.
  3. ^ Renzo Dionigi, Chirurgia basi teoriche e Chirurgia generale Pag 934, Milano, Elsevier-Masson, 2006, ISBN 978-88-214-2912-5.
  4. ^ Rocha S, Pereira L, Barreto C., Spontaneous pneumothorax - a clue to another diagnosis. in Rev Port Pneumol., vol. 14, settembre 2008, pp. 699-704.
  5. ^ Joseph C. Segen, Concise Dictionary of Modern Medicine Pag 142, New York, McGraw-Hill, 2006, ISBN 978-88-386-3917-3.
  6. ^ Bernstein WK, Deshpande S., Preoperative evaluation for thoracic surgery. in Semin Cardiothorac Vasc Anesth., vol. 12, giugno 2008, pp. 109-121.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Renzo Dionigi, Chirurgia basi teoriche e Chirurgia generale, Milano, Elsevier-Masson, 2006, ISBN 978-88-214-2912-5.
  • Joseph C. Segen, Concise Dictionary of Modern Medicine, New York, McGraw-Hill, 2006, ISBN 978-88-386-3917-3.

Elenco Scuole di Specializzazione in Italia (di durata pari a 5 anni)[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina
  1. ^ http://www.unibo.it/it/didattica/scuole-di-specializzazione/scuole-di-specializzazione-mediche/chirurgia-toracica.
  2. ^ http://www.medicina.univr.it/fol/?ent=cs&id=456&tcs=SS&lang=it.
  3. ^ Università degli Studi di Padova - Scuole di Specializzazione.
  4. ^ www.uniroma1.it/didattica/corsispecializzazione/chirurgia-toracica.
  5. ^ Società Italiana di Chirurgia Toracica.