Bronchiectasia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Bronchiectasia
Diagrama de los pulmones.svg
1:Trachea 2:Arteria polmonare 3:Vena polmonare 4:Dotto alveolare 5:Alveoli 6:Incisione cardiaca 7:Bronchioli 8:Bronchi terziari 9:Bronchi secondari 10:Bronchi primari 11:Laringe.
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 494, 748.61
ICD-10 (EN) J47, Q33.4

La bronchiectasia è una dilatazione irreversibile di una porzione dell'albero bronchiale.

Le bronchiectasie possono essere raramente congenite; più frequentemente sono esiti di importanti infezioni dell'apparato respiratorio, le quali, a loro volta, possono essere dovute alle cause più svariate (infezioni in stato di immunodeficienza, fibrosi cistica, alterazioni della clearance muco-ciliare, ecc..)

Da un punto di vista anatomo patologico si distinguono tre forme principali: in ordine crescente di gravità le bronchiectasie possono essere cilindriche, varicoidi, cistiche (sacculari).

Sotto il profilo funzionale le bronchiectasie determinano una incapacità ventilatoria di tipo ostruttivo con una marcata riduzione dei flussi espiratori. Anche il test del DLCO risulta ridotto probabilmente per alterazioni del rapporto ventilazione/perfusione. La tosse produttiva è il sintomo più costante, alla quale si può associare febbre, produzione di espettorato a volte purulento e maleodorante, emoftoe. Col tempo questa patologia può evolvere nel quadro di una bronchite cronica.

Le bronchiectasie costituiscono uno degli elementi della sindrome di Kartagener.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina