Chiesa cattolica in Angola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesa cattolica in Angola
Emblem of the Holy See usual.svg
Igreja Benguela, Angola.jpg
Anno 2009
Cattolici 8 milioni
Popolazione 15 milioni
Parrocchie 307
Presbiteri 443
Seminaristi 1.236
Diaconi permanenti 1
Religiosi 449
Religiose 2.178
Presidente della
Conferenza Episcopale
Gabriel Mbilingi, C.S.Sp.
Nunzio apostolico Novatus Rugambwa
Codice NG

La Chiesa cattolica in Angola è parte della Chiesa cattolica universale in comunione con il vescovo di Roma, il Papa.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1506 venne costituito nelle terre evangelizzate dai portoghesi il primo Regno cristiano a sud del Sahara. Il fondatore, e primo re, fu Dom Alfonso I Mbemba-a-Nzinga, che visse fino al 1543. Il regno, la cui popolazione era composta da due etnie, i bantu e i lusiadi, riuscì, tra alterne vicende, a durare fino al XVIII secolo[1].

La Chiesa cattolica angolana ha ricevuto in visita pastorale due pontefici: Giovanni Paolo II nel 1992 e Benedetto XVI nel 2009.

Organizzazione ecclesiastica[modifica | modifica sorgente]

La Chiesa cattolica è presente sul territorio con 5 sedi metropolitane e 14 diocesi suffraganee:

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

La Chiesa cattolica in Angola gestisce:

  • 453 scuole con 211.000 allievi,
  • 23 ospedali e 269 ambulatori,
  • 4 lebbrosari,
  • 45 orfanotrofi,
  • 37 consultori familiari.

Essa conta circa 8.600.000 battezzati su una popolazione di 16 milioni, pari al 53,7 per cento. La confessione cattolica dunque è maggioritaria nel Paese. I vescovi sono 27, i sacerdoti diocesani sono 443, cui si aggiungono 351 religiosi. Le religiose professe sono 2.178. Si contano infine 1031 seminaristi minori e 1236 seminaristi maggiori.

Nunziatura apostolica[modifica | modifica sorgente]

La delegazione apostolica di Angola è stata istituita il 25 febbraio 1975 con il breve apostolico Quoniam Romano di papa Paolo VI, ed elevata al rango di nunziatura l'8 luglio 1997 con il breve Ad plenius confirmandas di papa Giovanni Paolo II.

Delegati apostolici:

Nunzi:

Conferenza episcopale[modifica | modifica sorgente]

I vescovi angolani fanno parte della Conferenza episcopale di Angola e São Tomé (Conferência Episcopal de Angola e São Tomé, CEAST).

La CEAST è membro della Inter-Regional Meeting of Bishops of Southern Africa (IMBISA) e del Symposium of Episcopal Conferences of Africa and Madagascar (SECAM).

Elenco dei Presidenti della Conferenza:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Giulio Albanese, Avvenire, 22 marzo 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]