Carolina Reaper

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carolina Reaper
Chilli55.jpg
Piccantezza: Estremamente alta
(SU fino a 2.200.000)

Il Carolina Reaper è un peperoncino ibrido della varietà Capsicum chinense, conosciuto originariamente col nome di HP22B (Higher Power, Pot No. 22, Plant B[1]). Il primo esemplare è stato cresciuto dal coltivatore Ed Currie, proprietario della PuckerButt Pepper Company[2] situata a Fort Mill, nel South Carolina. L'ortaggio attirò l'attenzione dei media quando, nel 2011, un reporter della National Public Radio, dopo averne mangiato un pezzo, rimase sconvolto dalla sua piccantezza e decise così di raccontare la sua esperienza dedicandogli un servizio[3].

Nel 2013 questo peperoncino è entrato nel Guinness dei primati come il più piccante del mondo, raggiungendo una piccantezza media di 1.569.300 unità Scoville[4], con picchi di 2.200.000 unità[1]. Il record precedente apparteneva al Trinidad Moruga Scorpion, stabilito nel 2011[5]. Ed Currie investì 12.000$ per ottenere questa varietà di Capsicum Chinense, incrociando un Pakistani Naga con un tipo di Habanero Red proveniente dall'isola di St. Vincent, nei Caraibi[5].

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il Carolina Reaper è di colore rosso e presenta un'estremità che ricorda la coda di uno scorpione. Impiega circa 90 giorni per maturare[6], al termine dei quali raggiunge una lunghezza che va dai 3 ai 5 cm[7].

La concentrazione di capseicina al suo interno è così elevata, che se la polpa entra in contatto con la pelle, provoca bruciature[7].

Il gusto di questo peperoncino è fruttato, dolce, con richiami di cannella e cioccolato[8] e viene utilizzato dal suo inventore per la produzione di salse denominate I Dare You Stupid e Purgatory Sauce[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Jeffrey Collins, World's hottest pepper is grown in South Carolina in bigstory.ap.org, 26 dicembre 2013. URL consultato il 7 ottobre 2014.
  2. ^ a b (EN) Pagina principale della PuckerButt Pepper Company. URL consultato il 7 ottobre 2014.
  3. ^ (EN) Smokin’ Ed Cultivates a Company and a Pepper in puckerbuttpeppercompany.com/. URL consultato il 13 ottobre 2014.
  4. ^ (EN) Guinness World Records 2015, 2014, p. 98. URL consultato il 7 ottobre 2014.
  5. ^ a b (EN) Darren Rovell, What Happens When You Eat a 'Carolina Reaper,' One of the World's Hottest Peppers in abcnews.go.com, 1 novembre 2013. URL consultato il 7 ottobre 2014.
  6. ^ (EN) Carolina Reaper peppers, the world's hottest pepper in examiner.com, 27 dicembre 2013. URL consultato il 7 ottobre 2014.
  7. ^ a b (EN) The Carolina Reaper: Serious Sizzle From The South in pepperscale.com. URL consultato il 7 ottobre 2014.
  8. ^ (EN) Kevin Lynch, Confirmed: Smokin Ed's Carolina Reaper sets new record for hottest chilli in guinnessworldrecords.com, 19 novembre 2013. URL consultato il 7 ottobre 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina