Capsicum chinense

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Capsicum chinense
Habanero chile - fruits (aka).jpg
Fiore e frutti
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Asteridae
Ordine Solanales
Famiglia Solanaceae
Genere Capsicum
Specie C. chinense
Nomenclatura binomiale
Capsicum chinense
Jacq.
Sinonimi

C. angulosum, C. tetragonum

Capsicum chinense Jacq., è una delle 5 specie principali del genere Capsicum, tra tutte quella che comprende i peperoncini più piccanti in assoluto, come l'habanero, il naga dorset[1] e lo scotch bonnet. Spesso l'intera specie viene detta "habanero", ma tale uso è scorretto, in quanto il termine "habanero" si riferisce ad una cultivar della penisola dello Yucatan, in Messico, con frutti dalla forma a lanterna.

La specie si è sviluppata probabilmente a partire dal bacino del Rio delle Amazzoni, e il più antico esemplare di C. chinense risale al 6.500 a.C., ed è stato rinvenuto nella grotta di Guitarrero in Perù[2].

Il primo Europeo a notare la specie è stato Phillip Miller, nel libro Gardener's and Botanist's Dictionary, col nome di C. angulosum. Il nome moderno alla specie fu dato dal naturalista olandese Nikolaus von Jacquin nel 1776, in quanto la riteneva erroneamente provenire dalla Cina, nel suo lavoro Hortus botanicus vindobonensis.

Il C. chinense è la principale specie coltivata nella zona a est delle Ande e nei Caraibi.

Identificazione[modifica | modifica sorgente]

La caratteristica principale del C. chinense è la presenza nel frutto, a prescindere da forma e livello di piccantezza, dell'odore, simile all'albicocca, ed un sapore fruttato. La pianta è simile ad un piccolo albero, a crescita lenta. I fiori, bianchi o verdastri, con stami viola, possono essere campanulati, altro elemento distintivo della specie. Le foglie, larghe, carnose e rugose, possono avere una leggera peluria sulla pagina inferiore.

Data la propensione all'incrocio con C. annuum, sono in corso alcuni programmi per trasferire le caratteristiche di produzione (annuum) e resistenza (chinense) agli ibridi.

I più piccanti al mondo
Sotto i due peperoncini più piccanti al mondo: il Carolina Reaper (noto anche col nome di HP22B), record ufficiale nel Guinness dei primati con una piccantezza media di 1,569,300 unità della Scala di Scoville, e il Trinidad Moruga Scorpion, ex-detentore del record con una piccantezza media attorno agli 1,2 milioni di unità Scoville. Altri concorrenti sono il Bhut Jolokia e l'Habanero Red Savina. Riportiamo, per confronto, il più piccante non chinense, il piri piri africano (C. frutescens). Il rocoto, o locoto (C. pubescens), si situa intorno alle 50.000 - 100.000 unità della Scala di Scoville (o Scala Scoville) della piccantezza, ma data la particolare composizione in capsaicinoidi, molti lo ritengono più piccante dell'habanero.

Carolina Reaper
Chilli55.jpg
Piccantezza: Estremamente alta
(SU fino a 2.200.000)
Trinidad Moruga Scorpion
Chilli55.jpg
Piccantezza: Estremamente alta
(SU fino a 2.000.231)
Un African Red Devil, o Piri Piri, (C. frutescens)
Chilli45.jpg
Piccantezza: Molto alta
(SU 175.000)

Coltivazione[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Capsicum#Coltivazione.

C. chinense richiede molto calcio, che può essere aggiunto tramite farina d'ossa o equivalente. Quando la pianta ferma la crescita e le nuove foglie avvizziscono, è un indizio della carenza di calcio. Come tutti le specie di capsicum, l'eccesso di azoto nel terreno causa l'assenza di fiori e quindi di frutti nella pianta. Essendo la specie più tropicale richiede un maggior tempo di germinazione e notti al di sopra dei 15 °C per la crescita e la maturazione dei frutti. Il tempo di germinazione può essere ridotto riscaldando a 30-35 °C il terriccio di germinazione, sia in cassone caldo che in appositi germinatoi, e con una corretta concimazione.

Piccantezza[modifica | modifica sorgente]

La variabilità del contenuto in capsaicina, e quindi di piccantezza, all'interno di C. chinense varia da zero a più di 900.000 unità di Scoville, anche se la maggior parte si situa tra 80.000 e 150.000 SU. Sotto riportiamo una tabella delle principali varietà e cultivar.

Varietà Tipo di frutto Nome scientifico Unità di Scoville
Bhut Jolokia, Naga Morich, Naga Dorset conico, 3 – 4 cm C. chinense
forse C. chin. × C. frutescens
876.000 - 1.000.000
(Guinness dei primati)
"Red Savina" Habanero lanterna C. chinense Jacq. cv 'Red Savina' 200.000 - 577.000
Scotch bonnet lanterna schiacciata C. Chinense Jacq. cv 'Scotch bonnet' 200.000 - 300.000
Datil conico lungo C. chinense 30.000 - 50.000
Ají panca conico, lungo C. chinense 15.000 - 30.000
Ají dolce Allungato, tondeggiante C. Chinense 0 - 500

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Forse quest'ultimo è un ibrido C. chinense × C. frutescens, vedi (EN) Pepper Profile: Jolokia, Fiery-foods.com. URL consultato il 21 luglio 2009. , (EN) Saga Jolokia, Fiery-foods.com. URL consultato il 21 luglio 2009.
  2. ^ (EN) Peppers profile: habanero

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]