Canzone di crociata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Una canzone di crociata (tedesco Kreuzlied, occitano canso de crozada) è ogni poesia lirica vernacolare il cui tema è rappresentato dalle Crociate. Delle canzoni di crociata, popolari nel l'Alto Medioevo, ne restano 106 in occitano, quaranta in lingua francese antica, trenta in lingua alto-tedesca media, due in italiano e una in antico castigliano. Lo studio della canzone di crociata, che può essere considerato un genere a sé stante, è stato esplorato da Kurt Lewent. Egli ci fornisce una loro classificazione distinguendo tra canzoni che in qualche modo menzionano semplicemente una Crociata dalle canzoni "canzoni di crociata" vere e proprie.

L'argomento trattato non è confinato agli stati latini orientali, ma riguarda anche la reconquista spagnola, la crociata albigese nella Linguadoca o le crociate politiche in Italia. Secondo Orderic Vitalis, la prima crociata ad essere accompagnata da canzoni, nessuna delle quali ci è pervenuta, fu la crociata del 1101, sulla quale scrisse Guglielmo IX d'Aquitania. Della seconda crociata restano una canzone in francese e dieci in occitano. La terza e la quarta crociata produssero molte canzoni in occitano, francese e tedesco. I trovatori occitani si preoccupavano di comporre canzoni che trattavano specialmente il tema delle campagne albigesi all'inizio del XIII secolo. L'interesse andò scemando con le successive crociate — quinta, sesta, settima e ottava — per essere poi trasferito principalmente ai Minnesang tedeschi e ai trovieri francesi.

Lista di canzoni di crociata occitane[modifica | modifica wikitesto]

Il seguente elenco è solo riferito a quelle canzoni definite "Kreuzlied" da Lewent, in "Das altprovenzalische Kreuzlied" (Berlino: 1905). Altre canzoni possono essere considerate "canzoni di crociata" ma, oltre a Lewent, di esse non vi è nessun elenco definitivo o una loro trattazione estesa e generale.

Compositore Classificazione[1] Incipit (i.e. titolo) Data e contesto[2]
Aimeric de Belenoi 9.10 Consiros com partitz d'amor Tra Battaglia di Hattin e il gennaio del 1188.
Aimeric de Peguilhan 10.11 Ara parra qual seran envejos 1213, rivolta a Guglielmo VI del Monferrato per andare in Siria.
Bertran de Born 80.30 Nostre seigner somonis el meteis Inizio novembre/dicembre 1187, o tardo gennaio 1188, dopo la Battaglia di Hattin quando Bertran pensava che Filippo I di Francia avesse giurato di andare alla crociata.
Bertran de Born 80.40 S'eu fos aissi seigner e poderos
Elias Cairel 133.11 Qui saubes dar tant bon conseil denan Prima dell'agosto del 1219, prevedendo una facile vittoria dei crociati al Cairo.
Folquet de Marselha 155.7 Chantars mi torn' ad afan Novembre 1194 – 10 luglio 1195, probabilmente durante la tregua tra Riccardo I d'Inghilterra e Filippo I di Francia, prima della Battaglia di Alarcos e della crociata tedesca.
Folquet de Marselha 155.15 Oimais no.i conosc razo Dopo il 19 luglio del 1195, data della Battaglia di Alarcos. Una canzone che parla della Reconquista.
Folquet de Romans 156.12 Quan lo dous temps ven e vai la freidors Prima del 1228, durante la crociata albigese e il conflitto tra Impero e Papato.
Gaucelm Faidit 167.9 Ara nos sia guitz 1203, ma probabilmente costituita da alcune parti scritte al tempo della terza crociata e altre della quarta.
Gaucelm Faidit 167.14 Cascus hom deu conoisser et entendre 1201.
Gauseran de Saint Leidier
o Guillem de Saint Leidier
234.10
or 168.1a
El temps que vei cazer foillas e flors Se di Gauceran, è probabilmente prima del 1267 e contiene riferimenti a Riccardo di Cornovaglia e Giacomo I d'Aragona. Se di Guillem, essa risale a prima del 1183.
Gavaudan 174.10 Seignors, per los nostres peccatz Possibilmente 1196–97, subito dopo la Battaglia di Alarcos, ma forse verso il 1210–12. Una canzone che tratta della Reconquista.
Guilhem Fabre 216.2 Pos dels majors / princeps auzem conten Giugno 1265 – febbraio 1266.
Guillem Figueira 217.2 D'un sirventes far 29 settembre 1127 – 28 giugno 1228. Gormonda de Monpeslier scrisse una risposta a questo sirventes contra Roma.
Guillem Figueira 217.7 Totz hom qui be comens'e be fenis 1215, dopo che l'Imperatore Federico II prese la croce, il 25 luglio.
Giraut de Bornelh 242.6 A l'onor Deu torn en mon chan Dopo il 21 gennaio 1188, ma all'inizio dell'anno, in cui loda Riccardo I d'Inghilterra, che stava per imbarcarsi per la crociata.
Giraut de Bornelh 242.41 Jois sia comensamens Dopo il 1187, 1190 (suggerito da qualcuno).
Guiraut Riquier 248.48 Karitatz / et amors e fes 1276.
Lanfranco Cigala 282.20 Quan vei far bon fag plazentier 1244–45, per celebrare la presa della croce di Luigi IX nel 1244.
Lanfranco Cigala 282.23 Si mos chanz fos de ioi ni de solatz Novembre 1246 – primavera 1248, dove si loda Luigi IX di Francia per la partecipazione alla crociata.
Peire Lunel de Montech 289.1 Mal veg trop apparelhar 1326, quando Carlo IV di Francia stava giurando per la crociata.
Marcabruno 293.35 Pax in nomine Domini 1149, dopo il fallimento della seconda crociata, la perdita di Tortosa da parte degli Almohadi, e la morte di Baldovino di Marash (1146), ma prima della morte di Raimondo di Poitiers. Una canzone che tratta della Reconquista.
Olivier lo Templier 312.1 Estat aurai lonc temps en pessamen 1267–69, riguardante la crociata di Giacomo I d'Aragona e la sua conquista di Valenza e Maiorca.
Anonimo,
precedentemente attribuita a Peire d'Alvernhe
323.22 Ab fina joia comensa Dopo l'agosto del 1198, quando Papa Innocenzo III aveva proclamato la quarta crociata; precedentemente supposta tra inizio 1213 e luglio del 1214, prima della Battaglia di Bouvines.
Pons de Capduoill 375.2 Ar nos sia capdelhs e garentia Intorno al 1213.
Pons de Capduoill 375.8 En honor del pair'en cui es Inizio 1213; si riferisce all'imperatore Ottone IV, Federico II di Svevia, e alla guerra tra Giovanni d'Inghilterra e Filippo II di Francia.
Pons de Capduoill 375.22 So qu'om plus vol e plus es voluntos Giugno 1213; si riferisce all'imperatore Ottone IV, Federico II di Svevia e Pietro II di Aragona.
Rambaldo di Vaqueiras 392.3 Ara pot hom conoisser e proar 1201, per la celebrazione dell'elezione di Bonifacio I del Monferrato a Soissons che si preparava ad allestire la quarta crociata.
Rambaldo di Vaqueiras 392.9a Conseill don a l'emperador Dopo il maggio del 1204, in seguito alla conquista di Costantinopoli e l'elezione a imperatore di Baldovino IX di Fiandra.
Raimon Gaucelm de Bezers 401.1 Ab grans trebalhs et ab grans marrimens 1270; si rifersice alla morte di Luigi IX di Francia all'ottava crociata.
Raimon Gaucelm de Bezers 401.8 Qui vol aver complida amistansa 1268; incita al sostegno all'ottava crociata.
Raimon de Cornet I[3] 1332, dopo che a luglio Filippo VI di Francia prese la croce.
Marcabruno 293.21 Emperaire, per mi mezeis Dopo la primavera del 1148, quando un certo numero di cristiani venivano intrappolati ad Attalia e convertiti all'Islam.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il sistema di numerazione è quello di Alfred Pillet e Henry Carstens in Biographies des Troubadours (Halle: 1933).
  2. ^ Tutte le date sono fornite da Paterson e apportano vari gradi di certezza.
  3. ^ Non Pillet-Carstens, ma Paterson lo chiama "Raimon de Cornet I" (in contrapposizione a un notizia frammentaria su una crociata menzionata da Lewent) che lei chiama "Raimon de Cornet II".

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Lewent, Kurt (1905). "Das altprovenzalische Kreuzlied." Romanische Forschungen, 21(2):321–448.
  • (EN) Paterson, Linda (2003). "Lyric allusions to the crusades and the Holy Land." Colston Symposium.
  • (EN) Paterson, Linda M. "Occitan Literature and the Holy Land." The World of Eleanor of Aquitaine: Literature and Society in Southern France between the Eleventh and Twelfth Centuries, edd. Marcus Bull and Catherine Léglu. Woodbridge: Boydell Press, 2005. ISBN 1-84383-114-7.>
  • (EN) Routledge, Michael (2001). "Songs". The Oxford Illustrated History of the Crusades, ed. Jonathan Riley-Smith. Oxford: Oxford University Press. ISBN 0-19285-428-3.