Bājíquán

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Bajiquan)
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Il pugilato degli otto estremi (八极拳sempl., 八極拳trad., Bājíquán pinyin, Pa Chi Ch'uan Wade-Giles), è uno stile di arti marziali cinesi che, secondo Wu Bin, Li Xingdong e Yu Gongbao[1], è conosciuto per la sua pienezza della forza, la sua semplicità e le sue tecniche di combattimento. Un detto famoso[2] paragona il Taijiquan ed il Bajiquan: i colti hanno il Taiji per essere in pace sotto il cielo, i militari hanno il Baji per rendere tranquillo l'universo (Wen You Taiji An Tianxia, Wu You Baji Ding Qiankun 文有太极安天下,武有八极定乾坤).

Il Nome[modifica | modifica sorgente]

Il nome completo dello stile è Kaimen Bajiquan (开门八极拳 Bajiquan dell'apertura della porta), ma viene anche chiamato Yueshan Bajiquan (岳山八极拳)[3]. In origine il nome era anche scritto Baziquan (巴子拳 e 鈀子拳)[4]. Come spiega Carmona, il nome aprire le porte (开门sempl., 開門trad., kāimén pinyin, K'ai men Wade-Giles) è dovuto al fatto che questo stile utilizza sei modalità per penetrare la guardia dell'avversario, mentre il nome monte Yue (岳山sempl., 岳山trad., yuèshān pinyin, Yueh shan Wade-Giles) è giustificato dal fatto che un racconto sulla fondazione del Bajiquan vuole che esso provenisse dal tempio Yueshan. Secondo An Zaifeng [5] sono utilizzati anche i seguenti nomi: Bajiquan 八击拳, Bajiquan 八技拳, Bajiquan 八忌拳, Baziquan 巴子拳. La voce Bajiquan di Baidu [6] riferisce che si tende a vedere un primo riferimento a questo stile nel Jixiao Xinshu di Qi Jiguang, in un pugilato chiamato Baziquan 巴子拳. Gli ideogrammi Baji 八极 appaiono la prima volta in un trattato Taoista che si intitola Huainan Zi (淮南子)[7].

Origini e Storia[modifica | modifica sorgente]

Le origini storiche conosciute sono localizzate nella provincia di Hebei nel Nord della Cina, ma è sconosciuto il luogo di provenienza del Monaco Lai (癞道士, Lai Daoshi) che lo ha insegnato nel villaggio Mengcun (孟村) a Wu Zhong (吴钟). I documenti storici contengono due versioni sulle origini del Bajiquan:

  • gli annali della Contea di Cang (沧县志sempl., 滄縣志trad., cāngxiànzhì pinyin, c'ang hsien chi Wade-Giles), raccontano che durante il regno di Kangxi il Monaco Taoista errante detto Lai 癞 insegnò arti marziali a Wu Zhong di Houzhuangkecun (后庄科村) di Qingyunxian (庆云县) della provincia di Hebei[8];
  • l’altra versione giustifica il fatto che questo stile viene chiamato anche Yueshan perché si ipotizza che esso provenisse dal tempio Yueshansi (岳山寺) della zona di Jiaozuo (焦作), nella provincia di Henan. In particolare l’abate del tempio di nome Zhang avrebbe insegnato a Wu Zhong il Bajiquan ed il Liuhe Dagun (六合大棍).

Quale che sia la versione più attendibile il Bajiquan viene da questo momento in poi tramandato in seno alla famiglia Wu e diventa uno stile prerogativa della minoranza Hui musulmana. Da quando la famiglia Wu si è trasferita nel villaggio Mengcun di Cangxian questo posto è divenuto il centro più importante per la diffusione del Bajiquan. Wu Zhong insegnò a sua figlia Wu Rong (吴荣), al figlio adottivo Wu Ying (吴溁) ed a Wu Zhongyu (吴钟毓)[9] . Secondo Mengcun Bajiquan 孟村八极拳[10] nella generazione successiva a Wu Rong il Bajiquan si è diviso in due rami, uno costituito dai membri della famiglia Wu e dai loro discepoli, un altro creato da Wang Si (王四) e tramandato da questi a Zhang Keming (张克明) del villaggio Luochuang (罗噇). Zhang Keming insegnò a sua volta a Zhang Jingxing (张景星, il figlio di Keming) Huang Sihai (黄四海), ecc. Zhang Jingxing trasmise lo stile a Li Shuwen (李书文); Ma Yingtu (马英图); Han Huachen (韩化臣); Zhang Yuheng (张玉衡, figlio di Zhang Jingxing); ecc.

An Tianrong[11] descrive più di dieci ramificazioni dello stile e non parla in alcun modo di un maestro che si chiamava Wang Si.

La Trasmissione della Famiglia Wu[modifica | modifica sorgente]

Lo stile Bajiquan è stato insegnato all'interno della Famiglia Wu di Mengcun. Questo è un albero genealogico di quello che è anche detto Mengcun Bajiquan: Lai (癞)→ Wu Zhong (吴钟), Pi (癖) → Wu Rong (吴荣), Wu Ying (吴溁) → Wu Kun (吴坤), Wu Mei (吴梅), Wu Kai (吴恺) → Wu Huiqing (吴会清) → Wu Xiufeng (吴秀峰) → Wu Lianzhi (吴连枝) Il libro Huoshi Bajiquan[12] è molto più selettivo riguardo ai nomi di questo ramo, fornendo un altro ideogramma per Wu Kai: Lai Kuiyuan (癞魁元)→ Wu Zhong (吴钟) → Wu Ying (吴溁) → Wu Kai (吴凯) → Wu Huiqing (吴会清) → Wu Xiufeng (吴秀峰) → Wu Lianzhi (吴连枝)

Ma Yingtu e Ma Fengtu[modifica | modifica sorgente]

An Tianrong[13] disegna il corso dell'insegnamento che arriva a due personaggi importantissimi per il Wushu, cioè Ma Yingtu e Ma Fengtu, che poi trasmisero lo stile all'interno dello Zhongyang Guoshu Guan. Questo il lignaggio: Lai Kuiyuan (癞魁元)→ Wu Zhong (吴钟) → Wu Zhongyu (吴钟毓) → Wu Mei (吴梅) → Wu Shike (吴世科) → Ma Yingtu, Ma Fengtu → Nanjing Zhongyang Guoshu Guan

Lo Shaolin Bajiquan[modifica | modifica sorgente]

Sufa[14] racconta che lo Shaolin Bajiquan proviene dal Bajiquan creato da Lai Lantian (癞蓝天) che nel 1708 si fermò nel tempio Shaolin del Songshan dove trasmise questo stile a Rurong 如荣 e Ruliang 如量, due monaci Chan (禅师), ed in seguito venne utilizzato per l'allenamento dei Monaci e così è arrivato fino ai giorni nostri. Secondo questa versione Lai era un monaco Buddista (infatti gli viene attribuito il titolo di Heshang 和尚).

Zhang Sicheng[modifica | modifica sorgente]

Gao Qinghai[15] afferma che Zhang Sicheng (张四成, 1648-1739) è stato un esponente importante del Bajiquan, quindi in epoca precedente ai monaci Lai e Pi. secondo lo Huoshi Baji Quanpu 霍氏八极拳谱, Zhang Sicheng fu allievo di Ding Faxiang (丁发祥) ed era anche conosciuto come Zhang Yueshan (张岳山), cioè proprio il nome che per una certa tradizione sarebbe quello del monaco che insegnò a Wu Zhong.

Il Bajiquan in Italia[modifica | modifica sorgente]

Il primo approdo del Bajiquan in Italia è avvenuto attraverso gli insegnamenti del maestro Chang Dsu Yao che ne ha insegnati alcuni elementi, quali sicuramente una forma. Come racconta Saverio G. Lungrich-Stift[16] è proprio in seguito alla morte di Chang Dsu Yao, che un allievo della Scuola Chang fece venire in Italia nel 1993 il maestro Zu Yaowu, esperto di Bajiquan, Taijiquan della famiglia Chen e Qigong. Il maestro Zu ha appreso il Bajiquan da Liu Hongsheng, allievo a sua volta di Wu Xiufeng.

Taolu e Jibengong[modifica | modifica sorgente]

Questi elenchi sono dedotti dalla voce Bajiquan dell'enciclopedia di Baidu[17]:

  • Come apprendimenti di base vengono utilizzati i Liudakai (六大开) ed i Badazhao (八大招).
  • Come Taolu a mano nuda: Baji Xiaojia (八极小架); Silang Kuanquan (四郎宽拳); Liuzhoutou (六肘头); Ganggong Baji (刚功八极); Baji Xinjia (八极新架); Baji Shuangruan (八极双软); ecc.
  • Come Duilian: Baji Duijie (八极对接)
  • Come forme con le armi: Liuhe Daqiang (六合大枪); ecc.

Qi Dezhao [18] aggiunge come sequenza a mano nuda lo Yingshouquan (应手拳) e con armi Xingzhebang (行者棒), Yezhandao (夜战刀) e Chunyangjian (纯阳剑). L’esercizio in coppia Baji Duijie eseguito come forma a singolo viene chiamato Bajiquan.

An Zaifeng[19] divide i Taolu a mano nuda in Basilari, Intermedi e di Alto Livello e descrive tre Duilian:

  • Basilari: Liudakai (六大开), Badazhao (八大招), Bajiquan Mujia (八极拳母架), Bajiquan Rumen Jia (八极拳入门架),Liuzhoutou (六肘头), Baji Lianhuanquan (八极连环拳);
  • Intermedi: Baji Tieshen Kaoquan (八极贴身靠拳), Bajiquan Xiaojia (八极拳小架);
  • Alto Livello: Baji Silang Kuanquan (八极四郎宽拳), Baji Duijiequan Danchai (八极对接拳单拆).
  • Duilian: Jinggong Baji Duijiequan (精功八极对接拳), Liuzhoutou Duijie (六肘头对接), Baji Danchaiquan Duijie (八极单拆拳对接).

Nel suo libro Bajiquan[20], Liu Yunqiao elenca i seguenti Taolu : Xiao Baji (小八極), Da Baji (大八極) e Liudakai (六大開).

I Taolu dello Shaolin Bajiquan[modifica | modifica sorgente]

Sufa[21] presenta le sequenze di questa ramificazione, ammettendo dei contatti con Wu Xiufeng, e spiegando che ognuna di esse può essere praticata in allenamento singolo o in coppia (Duilian): Kaimen Bajiquan (开门八极拳), Ermen Bajiquan (二门八极拳), Simen Bajiquan (四门八极拳), Liumen Bajiquan (六门八极拳), Bamen Bajiquan (八门八极拳), Wuxing Bajiquan (五形八极拳), Baji Jimuquan (八极极母拳), Bajigun Dungong (八极棍蹲功).

Zhanzhuang[modifica | modifica sorgente]

An Zaifeng[22] presenta come lavoro di base il palo immobile (站桩sempl., 站樁trad., zhànzhuāng pinyin, chan chuang Wade-Giles) di cui individua tre esercizi:

Il Maestro Wu Lianzhi dimostra la figura Liangyiding
  • palo dei due principi (两仪桩sempl., 兩儀樁trad., liǎngyízhuāng pinyin, liang i chuang Wade-Giles) anche detto palo pre-natale (先天桩sempl., 先天樁trad., xiāntiānzhuāng pinyin, hsian t'ian chuang Wade-Giles). Il sito internet del Bajiquan della Famiglia Wu [23] riporta che la figura sommità dei due principi (两仪顶sempl., 兩儀頂trad., liǎngyídǐng pinyin, liang i ting Wade-Giles) viene utilizzata come palo immobile nell'allenamento fondamentale, spiegando che essa è un elemento distintivo e caratteristico del Bajiquan, che favorisce il radicamento e la circolazione dell'energia nei meridiani. Inoltre si tende a vedere una incredibile somiglianza tra questa figura e l'ideogramma tradizionale del cognome Wu 吳;
  • palo del corpo a tre (三体桩sempl., 三體樁trad., sāntǐzhuāng pinyin, san t'i chuang Wade-Giles) anche detto palo delle tre stelle (三星桩sempl., 三星樁trad., sānxīngzhuāng pinyin, san hsing chuang Wade-Giles) che ricorda la postura delle tre parti del corpo (三体势sempl., 三體勢trad., sāntǐshì pinyin, san t'i shih Wade-Giles) dello Xingyiquan;
  • palo delle quattro direzioni (四向桩sempl., 四向樁trad., sìxiàngzhuāng pinyin, si hsiang chuang Wade-Giles) anche detto palo a ideogramma 10 (palo a forma di croce) (十字桩sempl., 十字樁trad., shízìzhuāng pinyin, si tzu chuang Wade-Giles).

Anche Wang Shiquan [24] attribuisce importanza allo Zhanzhuang ai fini dell'allenamento del Bajiquan, tant'è che lo inserisce nel paragrafo intitolato abilità del palo (桩功sempl., 樁功trad., zhuānggōng pinyin, chuang kung Wade-Giles) assieme agli esercizi di abbracciare il palo (搂桩sempl., 摟樁trad., lǒuzhuāng pinyin, lou chuang Wade-Giles) ed agli esercizi di appoggiarsi al palo (靠桩sempl., 靠樁trad., kàozhuāng pinyin, k'ao chuang Wade-Giles).

Liudakai[modifica | modifica sorgente]

Queste sono le sei grandi aperture (六大开sempl., 六大開trad., liùdàkāi pinyin, liu ta k'ai Wade-Giles) che ritroviamo nel libro Bajiquan Yundong Quanshu [25]:

Secondo il sito internet del Bajiquan della Famiglia Wu [26] non si tratta di sei tecniche, bensì di sei forze fondamentali.

Badazhao[modifica | modifica sorgente]

Il libro Zhongguo Wushu Quanxie Lu[27] presenta queste otto grandi offese (八大招sempl., 八大招trad., bādàzhāo pinyin, pa ta chao Wade-Giles) :

  • mani dei tre punti del re Yan (阎王三点手sempl., 閻王三點手trad., yánwángsāndiǎnshǒu pinyin, yan wang san tian shou Wade-Giles);
  • la tigre feroce scala la montagna faticosamente (猛虎硬爬山sempl., 猛虎硬爬山trad., měnghǔyìngpáshān pinyin, meng hu ying p'a shan Wade-Giles);
  • non prestare attenzione tre volte al saluto sulla porta (迎门三不顾sempl., 迎門三不顧trad., yíngménsānbùgù pinyin, ying men san pu ku Wade-Giles);
  • il tiranno rompe a fatica le briglie (霸王硬折缰sempl., 霸王硬折韁trad., bàwángyìngzhéjiāng pinyin, pa wang ying tze chiang Wade-Giles);
  • palmo del sorgere del sole e col vento (迎风朝阳掌sempl., 迎風朝陽掌trad., yíngfēngcháoyángzhǎng pinyin, ying feng chao yang chang Wade-Giles);
  • aprire la porta faticosamente a destra e a sinistra (左右硬开门sempl., 左右硬開門trad., zuǒyòuyìngkāimén pinyin, tzuo you ying k'ai men Wade-Giles);
  • l'uccello giallo abbraccia con due artigli (黄茑双抱爪sempl., 黃蔦雙抱爪trad., huángniǎoshuāngbàozhǎo pinyin, huang niao shuang pao chao Wade-Giles)[28];
  • immediatamente tutta la forza del cannone (立地通天炮sempl., 立地通天炮trad., lìdìtōngtiānpào pinyin, li ti t'ong t'ian p'ao Wade-Giles).

Huang Yuzhu[29] riporta svariati elenchi di Badazhao.

Forza Esplosiva ed Emissioni Sonore[modifica | modifica sorgente]

Il sito internet del Bajiquan della Famiglia Wu [30] afferma che il Pugilato degli Otto Estremi attraverso una specifica biomeccanica dei movimenti, produce la forza esplosiva (爆发力sempl., 爆發力trad., bàofālì pinyin, pao fa li Wade-Giles). Wu Bin, Li Xingdong e Yu Gongbao[31], affermano che la forza esplosiva è stimolata nel Bajiquan attraverso la respirazione, con l'emissione dei suoni Heng 哼 ed Ha 哈.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Wu Bin, Li Xingdong e Yu Gongbao, Essentials of Chinese Wushu, Foreign languages press, Beijing, 1992, pag.63
  2. ^ Sufa 素法, Shaolin Bajiquan 少林八极拳, Beijing Tiyu Xueyuan Chubanshe北京体育学院出版社, 1990, pag.1
  3. ^ Carmona José, De Shaolin à Wudang, les arts martiaux chinois, Gui Trenadiel editeur, pag.213
  4. ^ Wang Shiquan 王世泉, Bajiquan Zhenquan 八极拳珍传, Renmin Tiyu Chubanshe人民体育出版社, 2005, pag.1
  5. ^ An Zaifeng 安在峰, Bajiquan yundong quanshu 八极拳运动全书, Renmin Tiyu Chubanshe人民体育出版社, 2005,pag.1
  6. ^ 八极拳 in [1]
  7. ^ 非文化物质遗产系列:孟村八极拳 in [2]
  8. ^ Bajiquan Jianjie 八极拳简介 in [3]
  9. ^ An Tianrong 安天荣, Huoshi Bajiquan 霍氏八极拳, Hubei Kexue Jishu Chubanshe 湖北科学技术出版社, 1994, pag. 8
  10. ^ Fei Wenhua Wuzhi Yichan Xilie: Mengcun Bajiquan 非文化物质遗产系列: 孟村八极拳, in [4]
  11. ^ An Tianrong 安天荣, Huoshi Bajiquan 霍氏八极拳, Hubei Kexue Jishu Chubanshe 湖北科学技术出版社, 1994, pag. 8
  12. ^ An Tianrong 安天荣, Huoshi Bajiquan 霍氏八极拳, Hubei Kexue Jishu Chubanshe 湖北科学技术出版社, 1994, pag. 8
  13. ^ An Tianrong 安天荣, Huoshi Bajiquan 霍氏八极拳, Hubei Kexue Jishu Chubanshe 湖北科学技术出版社, 1994, pag. 8
  14. ^ Sufa 素法, Shaolin Bajiquan 少林八极拳, Beijing Tiyu Xueyuan Chubanshe北京体育学院出版社, 1990, pag.1
  15. ^ Gao Qinghai郭清海, Shaolinpai yu Wudangpai Bajiquan zhi Butong 少林派与武当派八极拳之不同, articolo pubblicato sulla rivista Boji搏击 nel numero 06 del 2007
  16. ^ Saverio G. Lungrich-Stift, UNA VITA NEL TURBINE DELLA STORIA La biografia avventurosa del maestro Zu Yao Wu, in [5]
  17. ^ 八极拳, in [6]
  18. ^ Qi Dezhao 齐德昭, Bajiquan 八极拳, Renmin Tiyu Chubanshe人民体育出版社, 1984, pag.2
  19. ^ An Zaifeng 安在峰, Bajiquan yundong quanshu 八极拳运动全书, Renmin Tiyu Chubanshe人民体育出版社, 2005
  20. ^ Liu Yunqiao刘云樵, Bajiquan 八极拳, Xinhushe 新湖社, ISBN 957-9321-82-5
  21. ^ Sufa 素法, Shaolin Bajiquan 少林八极拳, Beijing Tiyu Xueyuan Chubanshe北京体育学院出版社, 1990, pag.1
  22. ^ An Zaifeng 安在峰, Bajiquan yundong quanshu 八极拳运动全书, Renmin Tiyu Chubanshe人民体育出版社, 2005, pp. 35-37
  23. ^ Principles of BajiQuan - Technical features in [7]
  24. ^ Wang Shiquan 王世泉, Bajiquan Zhenquan 八极拳珍传, Renmin Tiyu Chubanshe人民体育出版社, 2005
  25. ^ An Zaifeng 安在峰, Bajiquan yundong quanshu 八极拳运动全书, Renmin Tiyu Chubanshe人民体育出版社, 2005,pag.42
  26. ^ Principles of BajiQuan - Technical features in [8]
  27. ^ Xu Cai徐才 e altri, Zhongguo wushu Quanxie Lu 中国武术拳械录, Renmin Tiyu Chubanshe 人民体育出版社, 1993, ISBN 978-7-50090-777-0, pag.15; uno dei coautori di questo libro è il Maestro Xu Hao che da anni insegna in Italia e che è stato anche il CT della nazionale Italiana di Wushu
  28. ^ la voce 月山八极拳 in [9] riporta Xiongying Shuang Bao Zhao 雄鹰双抱爪
  29. ^ Huang Yuzhu 黄玉柱, Jiedu Kaimen Bajiquan zhi "Badazhao" 解读开门八极拳之“八大招”, articolo pubblicato sulla rivista Jingwu 精武 nel numero 10 del 2010
  30. ^ Principles of BajiQuan - Technical features in [10]
  31. ^ Wu Bin, Li Xingdong e Yu Gongbao, Essentials of Chinese Wushu, Foreign languages press, Beijing, 1992, pag.63

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • An Tianrong 安天荣, Huoshi Bajiquan 霍氏八极拳, Hubei Kexue Jishu Chubanshe 湖北科学技术出版社, 1994, ISBN 7-5352-1621-8
  • An Zaifeng 安在峰, Bajiquan yundong quanshu 八极拳运动全书, Renmin Tiyu Chubanshe人民体育出版社, 2005, ISBN 978-7-5009-2849-2
  • Carmona José, De Shaolin à Wudang, les arts martiaux chinois, Gui Trenadiel editeur. ISBN 2-84445-085-7
  • Duan Ping段平, Zheng Shouzhi郑守志 e altri, Wushu Cidian 武术词典 Wushu Dictionary, Renmin Tiyu Chubanshe,2007, ISBN 978-7-5009-3001-3
  • Jiang Haoquan 蒋浩泉, Bajiquan 八极拳, Anhui Jiaoyu Chubanshe 安徽教育出版社, 1984
  • Liu Yunqiao刘云樵, Bajiquan 八极拳, Xinhushe 新湖社, ISBN 957-9321-82-5
  • Qi Dezhao 齐德昭, Bajiquan 八极拳, Renmin Tiyu Chubanshe人民体育出版社, 1984
  • Sufa 素法, Shaolin Bajiquan 少林八极拳, Beijing Tiyu Xueyuan Chubanshe 北京体育学院出版社, 1990
  • Wang Shiquan 王世泉, Bajiquan Zhenquan 八极拳珍传, Renmin Tiyu Chubanshe人民体育出版社, 2005, ISBN 7-5009-2759-2
  • Wu Bin, Li Xingdong e Yu Gongbao, Essentials of Chinese Wushu, Foreign languages press, Beijing, 1992, ISBN 7-119-01477-3

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cina Portale Cina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cina