Glíma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Glima Wrestling.jpg

La Glíma è lo stile tradizionale nazionale di lotta in Islanda. La più antica competizione islandese di glima è la Skjaldarglíma Ármann che si tenne nel 1888 e che fu disputata quasi ogni anno da lì in poi.[1] Nel 1905 venne introdotto l'uso della cintura di modo che i lottatori possano avere una maggior presa sull'avversario. Nel 1906 avvenne la prima competizione di Íslandsglíman (Grettisbeltið) i cui vincitori sono chiamati Glímukóngur. Nelle Olimpiadi del 1912 la glima fu sport dimostrativo[2]. Dal 1987 si insegna la glìma anche nella scuola primaria islandese.[3]

L'International Glima Association (IGA) è l'organizzazione mondiale che gestisce tutti i gruppi e le federazioni della Glima. L'attuale presidente è l'islandese Orri Bjornsson.

La glima si differenzia dagli altri stili di lotta per quattro punti principali:

  • I partecipanti devono sempre rimanere eretti;
  • I partecipanti girano in senso orario attorno a loro (in maniera simile a un waltzer), in modo da creare opportunità di attacco/difesa ed evitare uno stallo;
  • Non è consentito cadere sull'avversario o spingerlo giù con la forza, non essendo considerato sportivo;
  • Si suppone che i lottatori si guardino le spalle poiché è considerato maggiormente legittimo lottare sfruttando tatto e sensibilità piuttosto che la vista.
The Official logo of the IGA association Two staves, kept in the shoes, gapaldur under the heel of the right foot and ginfaxi under the toes

Il cuore del sistema sono otto principali brögð (tecniche), che formano l'alleno mento base per approssimativamente 50 modi di eseguire una proiezione.

Attorno alla glima vi è un codice d'onore chiamato drengskapur che invoca lealtà, rispetto e preoccupazione per la sicurezza per i propri compagni d'allenamento.

Il termine "glima" è la parola in lingua islandese per indicare la lotta generale, compreso nell'accezione più larga di "sforzo" o "scontro". Nella collezione di testi del 1220 dell'Edda in prosa nel libro Gylfaginning, Elli sconfigge Thor in un incontro di lotta

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.glima.is/?page_id=32
  2. ^ The Swedish Olympic Committee, The Official Report of the Olympic Games of Stockholm 1912 (PDF), Stockholm, Wahlstrom and Widstrand, 1913.
  3. ^ http://www.glima.is/?page_id=22

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]