Atletica leggera ai Giochi della XXVII Olimpiade - 100 metri piani femminili

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
100 metri piani femminili
Sydney 2000
Informazioni generali
Luogo Stadio Olimpico di Sydney
Periodo 22-23 settembre 2000
Partecipanti 83
Medaglia d'oro non assegnato Segnaposto
Medaglia d'argento Ekateríni Thánou (ex æquo) Grecia Grecia
Medaglia d'argento Tayna Lawrence (ex æquo) Giamaica Giamaica
Medaglia di bronzo Merlene Ottey Giamaica Giamaica
Edizione precedente e successiva
Atlanta 1996 Atene 2004
Atletica leggera ai
Giochi di Sydney 2000
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 metri   uomini   donne
200 metri uomini donne
400 metri uomini donne
800 metri uomini donne
1500 metri uomini donne
5000 metri uomini donne
10000 metri uomini donne
3000 m siepi uomini
Corse ad ostacoli
110/100 m ostacoli uomini donne
400 m ostacoli uomini donne
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini donne
Prove su strada
Maratona uomini donne
Marcia 20 km uomini donne
Marcia 50 km uomini
Concorsi
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini donne
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini donne
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini donne
Tiro del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini
Eptathlon donne

I 100 metri piani hanno fatto parte del programma di atletica leggera femminile ai Giochi della XXVII Olimpiade. La competizione si è svolta nei giorni 22-23 settembre 2000 allo Stadio Olimpico di Sydney.

L'eccellenza mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Campionessa olimpica 1996 10"94 Stati Uniti Gail Devers 5a ai Trials
Campionessa europea 1998 10"73 Record europeo Francia Christine Arron Presente
Campionessa mondiale 1999 10"70 Stati Uniti Marion Jones[1] Presente
Primatista mond.le stag.le 10"78, 5 agosto Stati Uniti Marion Jones Presente

La gara[modifica | modifica wikitesto]

La prima semifinale è vinta da Merlene Ottey (40 anni!) in 11"22; la primatista europea Christine Arron giunge settima e viene eliminata. Marion Jones vince la seconda semifinale (11"01) su Ekateríni Thánou (11"10).

In finale Marion Jones stravince con un vantaggio di oltre tre decimi sulla seconda.
Merlene Ottey è delusa per il quarto posto. Ma si rifarà nella staffetta 4 x 100.

Nel 2007 Marion Jones verrà squalificata per doping ed il titolo le verrà revocato. Successivamente, nel dicembre 2009, il CIO deciderà di non assegnare l'oro alla seconda classificata, come di consueto, in seguito alla mancata presentazione della greca Thànou ai controlli antidoping dei successivi Giochi olimpici di Atene del 2004. Verrà così attribuito un argento ex aequo alla giamaicana Tayna Lawrence mentre la connazionale Merlene Ottey salirà dal quarto al terzo posto.[2]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Turni eliminatori[modifica | modifica wikitesto]

10 Batterie 22 settembre 83 partenti Si qualificano le prime 3
più i due migliori tempi.
4 Quarti di finale 22 settembre 8 + 8 + 8 + 8 Si qualificano le prime 4.
2 Semifinali 23 settembre 8 + 8 Si qualificano le prime 4.
Finale 23 settembre 8 concorrenti

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Stadio Olimpico, sabato 23 settembre, ore 20:05.

Pos Paese Atleta Tempo
Gold medal.svg Titolo vacante[3]
Silver medal.svg Grecia Grecia Ekateríni Thánou 11"12
Silver medal.svg Giamaica Giamaica Tayna Lawrence 11"18
Bronze medal.svg Giamaica Giamaica Merlene Ottey 11"19
4 Ucraina Ucraina Žanna Pintusevyč-Blok 11"20
5 Bahamas Bahamas Chandra Sturrup 11"21
6 Bahamas Bahamas Sevatheda Fynes 11"22
7 Bahamas Bahamas Debbie Ferguson 11"29
Squal. Stati Uniti Stati Uniti Marion Jones 10"75

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Squalifica per doping nel novembre del 2007.
  2. ^ (EN) IOC reallocates Marion Jones’ medals, olympic.org.
  3. ^ Il titolo è stato revocato all'atleta prima classificata, Marion Jones, ma l'IAAF non l'ha assegnato, come di consueto, alla seconda classificata.