Atletica leggera ai Giochi della XXVII Olimpiade - Salto in lungo maschile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bandiera olimpica Atletica leggera
Salto in lungo maschile
Sydney 2000
Informazioni generali
Luogo Stadio Olimpico di Sydney
Periodo 25 e 28 settembre 2000
Partecipanti 53
Podio
Medaglia d'oro Ivan Pedroso Cuba Cuba
Medaglia d'argento Jai Taurima Australia Australia
Medaglia di bronzo Roman Schurenko Ucraina Ucraina
Edizione precedente e successiva
Atlanta 1996 Atene 2004
Atletica leggera ai
Giochi di Sydney 2000
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 metri   uomini   donne
200 metri uomini donne
400 metri uomini donne
800 metri uomini donne
1500 metri uomini donne
5000 metri uomini donne
10000 metri uomini donne
3000 m siepi uomini
Corse ad ostacoli
110/100 m ostacoli uomini donne
400 m ostacoli uomini donne
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini donne
Prove su strada
Maratona uomini donne
Marcia 20 km uomini donne
Marcia 50 km uomini
Concorsi
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini donne
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini donne
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini donne
Tiro del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini
Eptathlon donne

Il Salto in lungo ha fatto parte del programma di atletica leggera maschile ai Giochi della XXVII Olimpiade. La competizione si è svolta nei giorni 25-28 settembre 2000 allo Stadio Olimpico di Sydney.

L'eccellenza mondiale[modifica | modifica sorgente]

Primatista mondiale 8,95 1991 Stati Uniti Mike Powell Ritirato 1997
Campione olimpico 1996 8,50 Stati Uniti Carl Lewis Ritirato 1997
Campione mondiale 1999 8,56 Cuba Iván Pedroso Presente
Primatista stagionale 8,65, 3 giugno Cuba Iván Pedroso Presente

La gara[modifica | modifica sorgente]

Qualificazione

Si qualificano direttamente solo i cubani Ivan Pedroso (8,32) e Luis Felipe Meliz (8,21). Ad essi vengono aggiunti i 10 migliori salti. Il vincitore dei Trials USA Melvin Lister rimane fuori con 7,82. Ivan Pedroso, campione del mondo all'aperto e al coperto in carica, è il favorito.

Finale

La gara è un duello all'ultimo salto tra Pedroso e Jai Taurima. L'australiano è in giornata e lo fa vedere già al secondo salto quando balza in testa con 8,18. Pedroso gli risponde da par suo con 8,34.

Al terzo turno Taurima eguaglia l'8,34 di Pedroso, balzando in testa per il secondo miglior salto. Al quarto turno Taurima si migliora ancora a 8,40: record personale e record di Oceania. Pedroso non ci sta e atterra a 8,41, giusto un centimetro in più.

Le emozioni non sono ancora finite allorché Taurima si supera con un salto a 8,49. Pedroso non riesce a rispondere subito poiché fa un nullo.

Raccoglie tutte le energie e piazza la botta vincente all'ultimo salto con 8,55.

Risultati[modifica | modifica sorgente]

Turno eliminatorio[modifica | modifica sorgente]

Si qualificano per la finale i concorrenti che ottengono una misura di almeno 8,15 m; in mancanza di 12 qualificati, accedono alla finale i concorrenti con le 12 migliori misure.

Finale[modifica | modifica sorgente]

Stadio Olimpico, giovedì 28 settembre, ore 18:45.

Pos Paese e Atleta 1° salto 2° salto 3° salto 4° salto 5° salto 6° salto Miglior
Misura
Note
Oro Cuba Iván Pedroso X 8,34 X 8,41 X 8,55 8,55
Argento Australia Jai Taurima X 8,18 8,34 8,40 8,49 8,28 8,49 Record nazionale
Bronzo Ucraina Roman Ščurenko 7,76 X 8,14 X X 8,31 8,31
4 Ucraina Oleksij Lukashevych 8,08 X X 8,22 8,26 X 8,26
5 Germania Kofi Amoah Prah 7,84 X 8,19 7,95 X 7,86 8,19
6 Australia Peter Burge 7,80 8,06 7,93 7,96 8,15 8,11 8,15
7 Cuba Luis Felipe Méliz 7,97 7,94 8,08 X 7,82 X 8,08
8 Stati Uniti Dwight Phillips X 7,90 8,06 X X X 8,06
9 Romania Bogdan Ţărus 8,00 7,93 X 8,00
10 Portogallo Carlos Calado 7,94 7,85 7,77 7,94
11 Bulgaria Petar Dachev 7,80 X 7,70 7,80
12 Russia Vladimir Maljavin X X 7,67 7,67


Il migliore degli americani si classifica ottavo: è il peggiore piazzamento per gli USA alle Olimpiadi dal 1896.