Iván Pedroso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Iván Pedroso
Iván Pedroso 2.jpg
Iván Pedroso nel 2010.
Dati biografici
Nome Iván Lázaro Pedroso Soler
Nazionalità Cuba Cuba
Altezza 176 cm
Peso 66 kg
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Salto in lungo
Record
Lungo 8,71 m Record nazionale (1995)
Lungo indoor 8,62 m Record nazionale (1999)
Triplo 16,05 m (1991)
Società Adidas
Ritirato 2007
Carriera
Nazionale
1991-2007 Cuba Cuba
Palmarès
Giochi olimpici 1 0 0
Mondiali 4 0 0
Mondiali indoor 5 0 0
Giochi panamericani 3 0 1
Giochi CAC 1 1 0
Campionati CAC 1 0 0
Universiadi 1 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Iván Lázaro Pedroso Soler (L'Avana, 17 dicembre 1972) è un ex atleta cubano, specializzato nel salto in lungo, disciplina di cui è stato campione olimpico a Sydney 2000 e 4 volte campione mondiale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel luglio del 1990 a soli 17 anni, Pedroso saltò più di 8 metri per la prima volta. Nonostante rivali del calibro di Carl Lewis, Mike Powell e altri, riuscì a vincere diverse medaglie d'oro nel corso degli anni novanta. Quando Powell e Lewis si ritirarono, il dominio di Pedroso divenne ancora più schiacciante.

Al Sestriere nel 1995 saltò 8,96 metri con un vento misurato in +1,2 m/s, ottenendo il record mondiale e battendo il precedente primato di Powell di un solo centimetro. Ciononostante la Federazione Italiana di Atletica Leggera non favorì il risultato alla IAAF in quanto la misurazione del vento fu dichiarata non valida dal momento che un tecnico, Luciano Gemello, si era posizionato di fronte ad un anemometro, disturbando la reale misurazione del vento.[1][2]

Ottenne il 4º posto ai Giochi olimpici di Barcellona 1992 e solo il 12º ad Atlanta 1996 a causa di problemi fisici.

In ogni caso Pedroso ottenne la sua rivincita ai Giochi olimpici di Sydney 2000, dove vinse il suo primo ed unico oro olimpico all'ultimo salto, in una delle gare più spettacolari di sempre. Ad Atene 2004 finì al 7º posto.

La carriera di Pedroso si concluse ufficialmente il 26 settembre 2007, quando egli stesso annunciò il suo ritiro.

Pedroso è cugino dell'ostacolista cubana naturalizzata spagnola Aliuska López.

Record nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Seniores[modifica | modifica wikitesto]

  • Salto in lungo: 8,71 m (Spagna Salamanca, 18 luglio 1995)
  • Salto in lungo indoor: 8,62 m (Giappone Maebashi, 7 marzo 1999)

Progressione[modifica | modifica wikitesto]

Salto in lungo[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Risultato Luogo Data Rank. Mond.
2007 8,15 m Cuba L'Avana 15-6-2007 28º
2006 8,15 m Spagna Salamanca 5-7-2006 26º
2005 8,22 m Francia Fort-de-France 30-4-2005 12º
2004 8,23 m Grecia Atene 26-8-2004 16º
2003 8,31 m Italia Padova 6-7-2003
2002 8,30 m Italia Padova 1-9-2002
2001 8,40 m Canada Edmonton 11-8-2001
2000 8,65 m Germania Jena 3-6-2000
1999 8,60 m Italia Padova 26-6-1999
1998 8,54 m Stati Uniti Uniondale 20-7-1998
1997 8,63 m Italia Padova 8-6-1997
1996 8,32 m Cuba Camagüey 19-1-1996 11º
1995 8,71 m Spagna Salamanca 18-7-1995
1994 8,16 m Grecia La Canea 5-6-1994
1993 8,49 m Cuba L'Avana 23-5-1993
1992 8,53 m Spagna Siviglia 17-7-1992
1991 8,22 m Cuba Santiago 3-5-1991 13º
1990 8,06 m Stati Uniti Orlando 20-7-1990 38º
1989 7,43 m 1-1-1989
1988 7,43 m 1-1-1988

Salto in lungo indoor[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Risultato Luogo Data Rank. Mond.
2007 7,91 m Francia Aubière 9-2-2007 29º
2006 7,27 m Russia Mosca 10-3-2006 453º
2004 8,09 m Ungheria Budapest 6-3-2004 14º
2002 8,03 m Germania Stoccarda 3-2-2002 13º
2001 8,43 m Portogallo Lisbona 11-3-2001
2000 8,40 m Grecia Il Pireo 9-2-2000
1999 8,62 m Giappone Maebashi 7-3-1999
1998 8,29 m Germania Erfurt 4-2-1998
1997 8,60 m Francia Liévin 16-2-1997
1996 8,46 m Francia Liévin 18-2-1996
1995 8,51 m Spagna Barcellona 11-3-1995
1994 8,26 m Grecia Il Pireo 28-2-1994
1993 8,23 m Stati Uniti Toronto 17-2-1993

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
1990 Mondiali juniores Bulgaria Plovdiv Salto in lungo 7,81 m
1991 Giochi panamericani Cuba L'Avana Salto in lungo Bronzo Bronzo 7,96 m
1992 Giochi olimpici Spagna Barcellona Salto in lungo 8,11 m
1993 Mondiali indoor Canada Toronto Salto in lungo Oro Oro 8,23 m
Mondiali Germania Stoccarda Salto in lungo Finale nm
1995 Mondiali indoor Spagna Barcellona Salto in lungo Oro Oro 8,51 m Record dei Campionati
Giochi panamericani Argentina Mar del Plata Salto in lungo Oro Oro 8,50 m
Mondiali Svezia Göteborg Salto in lungo Oro Oro 8,70 m
1996 Giochi olimpici Stati Uniti Atlanta Salto in lungo 12º 7,75 m
1997 Mondiali indoor Francia Parigi Salto in lungo Oro Oro 8,51 m Record dei Campionati
Campionati CAC Porto Rico San Juan Salto in lungo Oro Oro 8,54 m
Mondiali Grecia Atene Salto in lungo Oro Oro 8,42 m Record personale stagionale
Universiadi Italia Sicilia Salto in lungo Oro Oro 8,40 m Record dei Campionati
1998 Giochi CAC Venezuela Maracaibo Salto in lungo Oro Oro 8,45 m
1999 Mondiali indoor Giappone Maebashi Salto in lungo Oro Oro 8,62 m Record dei Campionati
Giochi panamericani Canada Winnipeg Salto in lungo Oro Oro 8,52 m
Mondiali Spagna Siviglia Salto in lungo Oro Oro 8,56 m
2000 Giochi olimpici Australia Sydney Salto in lungo Oro Oro 8,55 m
2001 Mondiali indoor Portogallo Lisbona Salto in lungo Oro Oro 8,43 m
Mondiali Canada Edmonton Salto in lungo Oro Oro 8,40 m
2003 Giochi panamericani Rep. Dominicana Santo Domingo Salto in lungo Oro Oro 8,23 m
Mondiali Francia Saint-Denis Salto in lungo Qualificazione nm
2004 Mondiali indoor Ungheria Budapest Salto in lungo 8,09 m
Giochi olimpici Grecia Atene Salto in lungo 8,23 m
2005 Mondiali Finlandia Helsinki Salto in lungo Qualificazione nm
2006 Mondiali indoor Russia Mosca Salto in lungo 16º 7,27 m
Giochi CAC Colombia Cartagena Salto in lungo Argento Argento 7,92 m
2007 Giochi panamericani Brasile Rio de Janeiro Salto in lungo 7,86 m

Coppe e meeting internazionali[modifica | modifica wikitesto]

1992
1995
1997
1998
1999
2001
2002

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Record fasullo fotogramma per fotogramma Gemello "fermava" il vento, Pedroso volava in corriere.it, Corriere della Sera, 26 novembre 1995. URL consultato il 10 agosto 2012.
  2. ^ Un record da cancellare in repubblica.it, la Repubblica, 3 agosto 1995. URL consultato il 10 agosto 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]