Atletica leggera ai Giochi della XXVI Olimpiade - Salto in lungo maschile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
Salto in lungo maschile
Atlanta 1996
Informazioni generali
Luogo Centennial Olympic Stadium di Atlanta
Periodo 28 e 29 luglio 1996
Partecipanti 53
Podio
Medaglia d'oro Carl Lewis Stati Uniti Stati Uniti
Medaglia d'argento James Beckford Giamaica Giamaica
Medaglia di bronzo Joe Greene Stati Uniti Stati Uniti
Edizione precedente e successiva
Barcellona 1992 Sydney 2000
Atletica leggera ai
Giochi di Atlanta 1996
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 metri   uomini   donne
200 metri uomini donne
400 metri uomini donne
800 metri uomini donne
1500 metri uomini donne
5000 metri uomini donne
10000 metri uomini donne
3000 m siepi uomini
Corse ad ostacoli
110/100 m ostacoli uomini donne
400 m ostacoli uomini donne
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini donne
Prove su strada
Maratona uomini donne
Marcia 10 km donne
Marcia 20 km uomini
Marcia 50 km uomini
Concorsi
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini donne
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini
Tiro del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini
Eptathlon donne

Il Salto in lungo ha fatto parte del programma di atletica leggera maschile ai Giochi della XXVI Olimpiade. La competizione si è svolta nei giorni 28-29 luglio 1996 allo Stadio Olimpico del Centenario di Atlanta.

L'eccellenza mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Primatista mondiale 8,95 1991 Stati Uniti Mike Powell Presente
Campione olimpico 1992 8,67 Stati Uniti Carl Lewis Presente
Campione mondiale 1995 8,70 Cuba Iván Pedroso Presente
Primatista stagionale 8,58, 4 maggio Stati Uniti Eric Walder 6° ai Trials

La gara[modifica | modifica wikitesto]

Carl Lewis rischia seriamente in Qualificazione. Dopo un salto mediocre ed un nullo, riesce a trovare le risorse dentro di sé per atterrare a 8,29: è il miglior salto della giornata.
Anche in finale parte male, con un nullo. Poi fa un 8,14 che lo porta al secondo posto e alla terza prova indovina un 8,50 che zittisce gli avversari. Il re della pedana è ancora lui.
Mike Powell e Joe Greene, evidentemente innervositi, sbagliano entrambi tutti i tre salti di finale. Il giamaicano James Beckford sta per imitarli, ma all'ultima prova piazza un 8,29 che gli assicura la medaglia d'argento. Il campione mondiale Iván Pedroso salta da infortunato e non va oltre 7,75, classificandosi dodicesimo.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Turno eliminatorio[modifica | modifica wikitesto]

Qualificazione
8,05 m

In nove raggiungono la misura richiesta. Per raggiungere il quorum si scende a 8,00. C'è un ex aequo, quindi gli atleti presenti in finale salgono a 13.

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos Paese e Atleta 1° salto 2° salto 3° salto 4° salto 5° salto 6° salto Miglior
Misura
Note
Oro Stati Uniti Carl Lewis X 8,14 8,50 - 8,06 X 8,50
Argento Giamaica James Beckford X 8,02 8,13 X X 8,29 8,29
Bronzo Stati Uniti Joe Greene 7,80 7,79 8,24 X X X 8,24
4 Francia Emmanuel Bangué 8,19 8,10 X 7,88 6,46 6,87 8,19
5 Stati Uniti Mike Powell 7,89 8,17 7,99 X X X 8,17
6 Slovenia Gregor Cankar X X 8,11 X X 5,33 8,11
7 Bielorussia Aleksandr Glavatsky 8,07 X 8,07 X X X 8,07
8 Svezia Mattias Sunneborn 7,89 7,97 8,06 8,04 8,03 7,75 8,06
9 Cina Huang Geng 7,99 7,87 7,89 7,99
10 Russia Jurij Naumkin 7,96 7,88 7,95 7,96
11 Russia Andrej Ignatov X 7,83 7,58 7,83
12 Cuba Iván Pedroso X 7,57 7,75 7,75
13 Belgio Erik Nys 7,59 X 7,72 7,72


Carl Lewis eguaglia il record di Al Oerter di quattro vittorie consecutive nella stessa specialità e raggiunge Paavo Nurmi nel numero di ori conquistati in totale, nove.