Atletica leggera ai Giochi della XXVII Olimpiade - 400 metri piani maschili

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bandiera olimpica Atletica leggera
400 metri piani maschili
Sydney 2000
Informazioni generali
Luogo Stadio Olimpico di Sydney
Periodo 22-25 settembre 2000
Partecipanti 68
Podio
Medaglia d'oro Michael Johnson Stati Uniti Stati Uniti
Medaglia d'argento Alvin Harrison Stati Uniti Stati Uniti
Medaglia di bronzo Gregory Haughton Giamaica Giamaica
Edizione precedente e successiva
Atlanta 1996 Atene 2004
Atletica leggera ai
Giochi di Sydney 2000
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 metri   uomini   donne
200 metri uomini donne
400 metri uomini donne
800 metri uomini donne
1500 metri uomini donne
5000 metri uomini donne
10000 metri uomini donne
3000 m siepi uomini
Corse ad ostacoli
110/100 m ostacoli uomini donne
400 m ostacoli uomini donne
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini donne
Prove su strada
Maratona uomini donne
Marcia 20 km uomini donne
Marcia 50 km uomini
Concorsi
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini donne
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini donne
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini donne
Tiro del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini
Eptathlon donne

I 400 metri piani hanno fatto parte del programma di atletica leggera maschile ai Giochi della XXVII Olimpiade. La competizione si è svolta nei giorni 22-25 settembre 2000 allo Stadio Olimpico di Sydney.

L'eccellenza mondiale[modifica | modifica sorgente]

Campione olimpico 1996 43"49 Stati Uniti Michael Johnson Presente
Campione mondiale 1999 43"18 Record mondiale Michael Johnson Presente
Primatista mond.le stag.le 43"68, 16 luglio Michael Johnson Presente

La gara[modifica | modifica sorgente]

Michael Johnson, campione olimpico e mondiale in carica, è il favorito per la conquista della medaglia d'oro.

L'atleta USA comincia la sua rincorsa al titolo correndo 45"25 in batteria (tempo più veloce), poi vince il primo quarto di finale (45"31). In semifinale si accontenta di arrivare secondo (44"65) dietro il connazionale Alvin Harrison (44"53). Antonio Pettigrew fa sua la seconda serie (45"24).

In batteria il giovane saudita Hamdam Al Bishi stabilisce con 45"22 il record asiatico junior. Nei turni preliminari si contano solamente quattro tempi sotto i 45".

In finale il giamaicano Haughton tenta il tutto per tutto con un passaggio ai 100 metri in 10"9 e ai 200 in 21"2. Johnson lo raggiunge ai 300 metri (32"1 per entrambi), poi s'invola verso la vittoria. Anche Harrison raggiunge e supera il giamaicano, per una doppietta USA.

Risultati[modifica | modifica sorgente]

Turni eliminatori[modifica | modifica sorgente]

9 Batterie 22 settembre 68 partenti Si qualificano i primi 3
+ i 5 migliori tempi.
4 Quarti di finale 23 settembre 8 + 8 + 8 + 8 Si qualificano i primi 4.
2 Semifinali 24 settembre 8 + 8 Si qualificano i primi 4.
Finale 25 settembre 8 concorrenti

Finale[modifica | modifica sorgente]

Stadio Olimpico, lunedì 25 settembre, ore 20:25.

Pos Paese Atleta Tempo
Gold medal.svg Stati Uniti Stati Uniti Michael Johnson 43"84
Silver medal.svg Stati Uniti Stati Uniti Alvin Harrison 44"40
Bronze medal.svg Giamaica Giamaica Gregory Haughton 44"70
4 Brasile Brasile Sanderlei Parrela 45"01
5 Polonia Polonia Robert Mackowiak 45"14
6 Sudafrica Sudafrica Hendrick Mokganyetsi 45"26
7 Stati Uniti Stati Uniti Antonio Pettigrew 45"42
8 Giamaica Giamaica Danny McFarlane 45"55

Michael Johnson è il primo uomo a vincere due volte i 400 metri alle Olimpiadi (tra le donne c'è riuscita solo Marie-José Perec quattro anni prima). Con i suoi 33 anni, è anche l'atletà più maturo a vincere una gara di velocità, battendo il record di Linford Christie, che aveva vinto i 100 metri a Barcellona all'età di 32 anni.