Ekateríni Thánou

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ekateríni Thánou
Dati biografici
Nazionalità Grecia Grecia
Altezza 165 cm
Peso 56 kg
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Velocità
Record
60 m indoor 6"96 (1999)
100 m 10"83 (1999)
200 m 24"46 (1994)
Società Olympiacos
Carriera
Nazionale
1995-2007 Grecia Grecia
Palmarès
Giochi olimpici 0 1 0
Mondiali 0 1 2
Mondiali indoor 1 0 0
Europei 1 0 1
Europei indoor 2 0 0
Universiadi 1 1 0
Giochi del Mediterraneo 1 1 0
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Ekateríni Thánou (greco: Αικατερίνη Θάνου; Atene, 1º febbraio 1975) è un'ex atleta greca, specializzata nella velocità.

In carriera è stata campionessa europea dei 100 metri piani a Monaco di Baviera 2002 e medaglia d'argento ai Giochi olimpici di Sydney 2000.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si rivela al grande pubblico con il bronzo agli Europei di Budapest nel 1998, seguito da una medaglia di uguale colore l'anno successivo al Mondiale di Siviglia.

Nel 2000 è argento nei 100 m piani ai Giochi olimpici di Sydney mentre nel 2002 a Monaco di Baviera si laurea campionessa europea, sempre nei 100 metri piani.

In occasione dei Giochi olimpici di Atene 2004 la Thánou era una delle principali speranze dell'atletica greca. Il giorno prima dell'inaugurazione dei Giochi Thánou ed il suo compagno di allenamenti Konstantinos Kenteris mancarono di eseguire un test antidoping. Inizialmente i due atleti si giustificarono asserendo di essere stati vittime di un incidente motociclistico mentre si stavano recando al villaggio olimpico per eseguire il test dopo aver appreso la notizia della loro infrazione. In seguito però un'indagine ufficiale appurò che l'incidente era stata una messa in scena.[1]

Nello scandalo che segui il test antidoping mancato (il terzo di quella estate), Kenteris e Thánou annunciarono il loro ritiro dai Giochi il 18 agosto per quello che definirono "l'interesse del paese". A seguito della vicenda i due atleti furono sospesi dalla IAAF il 22 dicembre 2004 ma nel giugno del 2005 furono scagionati da ogni accusa dalla federazione greca.[2] Il loro allenatore Christos Tsekos fu sospeso quattro anni e accusato dei mancati test, ma fu assolto dall'accusa di aver fornito sostanze dopanti.

Dopo una lunga battaglia legale, il 26 giugno 2006, prima di una sentenza definitiva del Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna, gli atleti raggiunsero un accordo con la IAAF accettando le violazioni delle norme antidoping in relazione ai tre test mancati tra il 27 luglio ed il 12 agosto 2004, andando contro la regola 32.2(d) e di non aver fornito la disponibilità a un controllo sangue-urine il 12 agosto 2004, in contrasto con la 32.2(c).

Furono ammessi a partecipare all'attività agonistica dal 22 dicembre 2006, dopo un periodo di squalifica di due anni.[3] Tuttavia i due atleti devono tuttora affrontare le accuse penali nei loro confronti, per false dichiarazioni rilasciate alle autorità greche.

Record nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Seniores[modifica | modifica wikitesto]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
1994 Mondiali juniores Portogallo Lisbona 100 m piani 11"46
1995 Mondiali Svezia Göteborg 100 m piani Semifinale 11"09
Universiadi Giappone Fukuoka 100 m piani Argento Argento 11"30
1996 Europei indoor Svezia Stoccolma 60 m piani Oro Oro 7"15
Giochi olimpici Stati Uniti Atlanta 100 m piani Quarti di finale 11"48
1997 Mondiali indoor Francia Parigi 60 m piani Semifinale 7"15
Giochi del
Mediterraneo
Italia Bari 100 m piani Oro Oro 11"13
4×100 m Argento Argento 43"07 Record nazionale
Mondiali Grecia Atene 100 m piani Semifinale 11"34
Universiadi Italia Sicilia 100 m piani Oro Oro 11"20
1998 Europei indoor Spagna Valencia 60 m piani 7"23
Europei Ungheria Budapest 100 m piani Bronzo Bronzo 10"87
1999 Mondiali indoor Giappone Maebashi 60 m piani Oro Oro 6"96 Record nazionale
Mondiali Spagna Siviglia 100 m piani Bronzo Bronzo 10"84
2000 Europei indoor Belgio Gand 60 m piani Oro Oro 7"05
Giochi olimpici Australia Sydney 100 m piani Argento Argento 11"12
4×100 m Semifinale 43"53
2001 Mondiali Canada Edmonton 100 m piani Argento Argento 10"91
2002 Europei Germania Monaco 100 m piani Oro Oro 11"10
2003 Mondiali Francia Saint-Denis 100 m piani Bronzo Bronzo 11"03
2007 Europei indoor Regno Unito Birmingham 60 m piani 7"26

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Kostas Kenteris e Thanou ora la Iaaf li accusa. Squalifica in arrivo in corriere.it, Corriere della Sera, 3 dicembre 2004. URL consultato l'11 gennaio 2011.
  2. ^ La federazione greca decide di assolvere Kenteris e la Thanou in gazzetta.it, La Gazzetta dello Sport, 19 marzo 2005. URL consultato l'11 gennaio 2011.
  3. ^ (EN) Sprint duo drop drugs ban appeals in bbc.co.uk, BBC, 26 giugno 2006. URL consultato l'11 gennaio 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]