Atletica leggera ai Giochi della XXVI Olimpiade - 100 metri piani maschili

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
100 metri piani maschili
Atlanta 1996
Informazioni generali
Luogo Centennial Olympic Stadium di Atlanta
Periodo 26-27 luglio 1996
Partecipanti 108
Podio
Medaglia d'oro Donovan Bailey Canada Canada
Medaglia d'argento Frank Fredericks Namibia Namibia
Medaglia di bronzo Ato Boldon Trinidad e Tobago Trinidad e Tobago
Edizione precedente e successiva
Barcellona 1992 Sydney 2000
Atletica leggera ai
Giochi di Atlanta 1996
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 metri   uomini   donne
200 metri uomini donne
400 metri uomini donne
800 metri uomini donne
1500 metri uomini donne
5000 metri uomini donne
10000 metri uomini donne
3000 m siepi uomini
Corse ad ostacoli
110/100 m ostacoli uomini donne
400 m ostacoli uomini donne
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini donne
Prove su strada
Maratona uomini donne
Marcia 10 km donne
Marcia 20 km uomini
Marcia 50 km uomini
Concorsi
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini donne
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini
Tiro del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini
Eptathlon donne

I 100 metri piani hanno fatto parte del programma di atletica leggera maschile ai Giochi della XXVI Olimpiade. La competizione si è svolta nei giorni 26-27 luglio 1996 allo Stadio Olimpico del Centenario di Atlanta.

L'eccellenza mondiale[modifica | modifica sorgente]

Campione olimpico 1992 9"96 Regno Unito Linford Christie Presente
Primatista mondiale 9"85 1994 Stati Uniti Leroy Burrell 6° ai Trials
Campione mondiale 1995 9"97 Canada Donovan Bailey Presente
Primatista stagionale 9"86, 3 luglio Sudafrica Frank Fredericks Presente

La gara[modifica | modifica sorgente]

Linford Christie, Donovan Bailey e Jon Drummond (secondo ai Trials) si ritrovano insieme nei Quarti di finale. Vince Christie (10"03), che mostra il suo buono stato di forma. Frank Fredericks (9"93) ed Ato Boldon (9"95) sono i più veloci di questo turno.
In semifinale Fredericks batte il campione del mondo Bailey con 9"94; Boldon sfida Christie e Dennis Mitchell e li batte con 9"93.

La finale è apertissima. La prima partenza è falsa e viene attribuita a Christie. Anche la seconda partenza è falsa, attribuita a Boldon. Al terzo start, l'inglese scatta ancora in anticipo e viene squalificato[1].
Christie non ci crede: rimane in pista a contestare il verdetto dei giudici. Gli altri atleti faticano a mantenere la calma. Solo dopo circa 20 minuti il campione olimpico lascia la pista.
Al quarto via, Bailey non parte benissimo ma riesce a riprendersi e s'invola verso la medaglia d'oro. Il suo tempo gli vale anche il nuovo record del mondo. Dietro, Fredericks brucia Boldon e agguanta l'argento per un centesimo.

Il tempo di Boldon è il più veloce mai ottenuto da un atleta terzo classificato ai Giochi di tutto il XX secolo.

Risultati[modifica | modifica sorgente]

Turni eliminatori[modifica | modifica sorgente]

12 Batterie 26 luglio 108 partenti Si qualificano i primi 3
+ i 4 migliori tempi.
5 Quarti di finale 26 luglio 8 + 8 + 8 + 8 + 8 Si qualificano i primi 3
+ il miglior tempo.
2 Semifinali 27 luglio 8 + 8 Si qualificano i primi 4.
Finale 27 luglio 8 concorrenti

Finale[modifica | modifica sorgente]

Posizione Atleta Nazionalità Tempo
Gold medal.svg Donovan Bailey Canada Canada 9"84 Record mondiale
Silver medal.svg Frank Fredericks Namibia Namibia 9"89
Bronze medal.svg Ato Boldon Trinidad e Tobago Trinidad e Tobago 9"90
4 Dennis Mitchell Stati Uniti Stati Uniti 9"99
5 Michael Marsh Stati Uniti Stati Uniti 10"00
6 Davidson Ezinwa Nigeria Nigeria 10"14
7 Michael Green Giamaica Giamaica 10"16
Squalificato Linford Christie Regno Unito Regno Unito


Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Secondo le regole in uso dal 1932 al 2001, ciascun atleta poteva commettere una falsa partenza; ma se ne commetteva due era squalificato.