Atenagora di Costantinopoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Atenagora I
patriarca della Chiesa ortodossa di costantinopoli
P6orthodox.jpg
Atenagora I e Papa Paolo VI
Incarichi ricoperti Metropolita di Corfù
Arcivescovo del Nord e Sud America
Patriarca di Costantinopoli
Nato Tsaraplana, 25 marzo 1886
Consacrato vescovo 1922
Elevato arcivescovo 30 agosto 1930
Elevato patriarca 1º novembre 1948
Deceduto Istanbul, 7 luglio 1972

Aristokles Spyrou (Tsaraplana, 25 marzo 1886Istanbul, 7 luglio 1972) è stato un arcivescovo ortodosso greco, patriarca ecumenico di Costantinopoli dal 1948 alla sua morte.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Aderì all'ortodossia cristiana ancora giovane, decidendo quindi di laurearsi in teologia. Sotto il governo di Massimo V fece una rapida carriera religiosa che lo portò a diventare il braccio destro del patriarca. Dopo le sue dimissioni, avvenute nel 1948, ne prese facilmente il posto con il nome di Atenagora I.

L'evento più famoso e importante del suo patriarcato fu l'incontro che ebbe con Papa Paolo VI nel 1964, durante il Concilio Vaticano Secondo: al termine di questo colloquio, i due grandi rappresentanti del Cristianesimo si riavvicinarono deliberando l'abrogazione delle scomuniche del 1054 o secondo altri, 1056, anno dello Scisma d'Oriente.

Un anno dopo, Paolo VI e Atenagora I si videro di nuovo in Israele, e in quella occasione i due religiosi rilasciarono di comune accordo quella che passò alla storia come La "Dichiarazione comune Cattolico-Ortodossa del 1965": questo documento ebbe la conseguenza di attivare una commissione congiunta per il dialogo fra le due confessioni, che effettivamente nacque nel 1966 e che è ancor oggi attiva.

Atenagora I, a causa della vecchiaia e di una lunga malattia che lo affliggeva da anni, fu sostanzialmente incapace di agire con fermezza ed efficacia durante gli ultimi anni del suo patriarcato: preferì infatti affidare le mansioni più delicate al suo aiutante Demetrio, che divenne il suo favorito e il suo successore sul seggio patriarcale di Costantinopoli.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Patriarca di Costantinopoli Successore Cruz ortodoxa.png
Massimo V 1948 - 1972 Demetrio I

Controllo di autorità VIAF: 89600304 LCCN: n82052515 SBN: IT\ICCU\SBLV\212317